Ultimo Impero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coordinate: 44°55′24.4″N 7°30′41.14″E / 44.923444°N 7.511427°E44.923444; 7.511427

L'Ultimo Impero è stata una discoteca attiva dal 1992 al 1998 ad Airasca, in Piemonte, nei pressi dell'attuale Via Torino. La discoteca aveva quattro piani e poteva contenere fino a ottomila persone[1], rendendola per un periodo la discoteca più grande d'Europa[2]. La discoteca era costruita ispirandosi alla discoteca Baia Imperiale (ex Baia Degli Angeli) di Gabicce Mare[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Apertura[modifica | modifica wikitesto]

Inaugurata il 18 dicembre 1992, la discoteca Ultimo Impero era situata tra la zona industriale di Airasca e None, sulla statale 23 per il Sestriere a 25 km da Torino. Dopo 3 anni di costruzione e vicissitudini che rallentarono il termine dell'opera, finalmente si giunse all'inaugurazione che vide in consolle i DJ Pietro Villa, Claudio Coccoluto, Claudio Diva, Stefano Secchi e Manuel Bagnoli, alternati nelle varie sale del locale, il tutto sotto la regia artistica della animatrice Pinina Garavaglia e del suo staff.

Il locale inizialmente si chiamò Mitho Ultimo Impero, ma per diatribe di marchio con un locale sito nelle vicinanze fu confermato il solo nome Ultimo Impero, a cui si affiancava il soprannome Disco Tempio per la maestosità delle sale da ballo[4]. Nei sei anni di gestione sono stati molti i generi musicali proposti, dalla techno & house del 1992 sino alla techno-progressive, che dal 1995 è rimasta il genere padrone di una delle consolle più ambite da tutti i DJ nazionali e internazionali. La discoteca fu il trampolino di lancio per dj come Gigi D'Agostino, Claudio Diva, Daniele Gas, Lello B., Benedetta, Alberto Esse e vocalist come Superpippo, Joe Tequila, Gradiska.

Il locale di Airasca disponeva di 7 piste di ballo, 9 bar, un'area interna da 7.000 m², una esterna da 12.000 m², 7 fontane, 2 cascate e impianti da 20.000 watt di potenza all'esterno, di 50.000 watt all'interno e 10.000 watt nel privé.

Il declino e la chiusura[modifica | modifica wikitesto]

Il suo successo declinò improvvisamente nel 1996 quando durante una retata di polizia, furono sequestrati grandi quantità di droga e biglietti contraffatti. Cambiò nome varie volte: fu Privilege, Templares e Royal Fashion Club ma non raggiunse più il successo di un tempo. L'ultimo evento risale al 2010 dopodiché l'Ultimo Impero dichiarò fallimento. Attualmente si trova in stato di abbandono.

DJ[modifica | modifica wikitesto]

Vocalist[modifica | modifica wikitesto]

  • Superpippo (1994-1995)
  • Joe Tequila (1996-1997)
  • Gradiska (1995-1998)

Dopo la chiusura[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip del singolo Turbo del cantante Cosmo (2017) è ambientato di fronte alle rovine dell'ex discoteca.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Discoteca chiusa per droga
  2. ^ ULTIMO IMPERO "tribute event" 1992 - 2014 Sabato 13 Settembre 2014 CHALET disco club Torino, su newspettacolo.com. URL consultato il 14 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2014).
  3. ^ Ultimo Impero, su paesifantasma.it.
  4. ^ mole24, La caduta della discoteca Ultimo Impero in provincia di Torino - Mole24, su mole24.it. URL consultato il 17 gennaio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]