Zulu Nation

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Universal Zulu Nation è un'organizzazione fondata, nel 1973, dal rapper e disc jockey statunitense Afrika Bambaataa con lo scopo di fornire delle indicazioni etiche ai giovani che si avvicinavano alla cultura Hip hop.

Storia e punti cardine del movimento[modifica | modifica wikitesto]

Poiché il movimento Hip Hop nasce nelle strade, soprattutto dei ghetti e dei quartieri urbani più degradati, alcuni suoi rappresentanti hanno sentito, infatti, la necessità di veicolare un messaggio positivo che arginasse piaghe sociali come la droga e il crimine, soprattutto tra i giovani.

Zulu Nation professa l'uguaglianza tra gli uomini, il rispetto per la madre terra, la giustizia universale, condanna il razzismo e l'odio, e crede che l'intero universo sia fondato sulla matematica. Il credo di Zulu Nation è articolato su 15 punti che si fondano sul sincretismo religioso tra la cultura del popolo Zulu (Amazulu) e il monoteismo professato dalle tre religioni abramitiche. Su questa base religiosa si innesta il concetto di "fattologia" (factology) che il movimento contrappone alle credenze (beliefs) delle altre religioni e che si traduce nella condanna di ogni devozione che conduca all'annullamento del ragionamento del singolo soggetto. Si incentiva, piuttosto, l'esercizio della ragione e del dubbio su ogni cosa compresi gli stessi libri sacri del movimento che sono la Bibbia e il Corano.

Zulu Nation in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Durante gli anni 1990 ci sono stati vari tentativi di creare un capitolo italiano della Zulu Nation. I rappresentanti italiani, tra i quali i The Next Diffusion (Maury B, Leftside e TheNextOne) di questa organizzazione, pur promuovendo eventi come gli "Zulu Party" e diffondendone la cultura, non sono però riusciti a raccogliere e consolidare adesioni rilevanti. Dal 2007 un nuovo gruppo di Zulus, guidati dal writer e artista hip hop Phase II, ha rilanciato il capitolo italiano sotto il nome di Omega Zulu Maasai, nominando come chapter leader Carmen "Queen Leva57" Sorbara. Dopo cinque anni di lavoro e organizzazione di eventi sotto il nome OZM, nel 2011 è arrivata l'ufficializzazione del nuovo capitolo italiano da parte del coordinamento di Universal Zulu Nation.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

hip hop Portale Hip hop: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di hip hop