Zombi (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zombi
videogioco
Zombi Amiga.jpg
Schermata su Amiga
PiattaformaAmiga, Amstrad CPC, Atari ST, Commodore 64, MS-DOS, ZX Spectrum
Data di pubblicazione1986 (Amstrad, C64)
1989 (Atari ST)
1990 (altri)
GenereAvventura grafica
TemaFilm, orrore
SviluppoUbisoft
PubblicazioneUbisoft
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputJoystick, tastiera, mouse
SupportoFloppy disk, cassetta

Zombi è un videogioco di avventura grafica ispirato non ufficialmente dal film Zombi del 1978. Il videogioco è stato sviluppato e pubblicato dalla Ubisoft nel 1986 per Amstrad CPC e Commodore 64[1], nel 1989 per Atari ST e nel 1990 per Amiga, MS-DOS e ZX Spectrum. Esistono due versioni del gioco, con differenze nella grafica e nell'interfaccia, nel caso di Commodore 64 (cassetta o disco) e Amstrad CPC (64k o 128k). Per Commodore 16 uscì un porting amatoriale non ufficiale[2].

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

La trama del videogioco ricalca la storia del film da cui esso è ispirato, sebbene in lingua originale il nome del gioco e del film non corrispondano e non è presente alcun accordo di licenza ufficiale. Il giocatore controlla quattro personaggi (Patrick, Yannick, Sylvie e Alexandre) bloccati all'interno di un centro commerciale, mentre al di fuori il mondo è stato invaso dagli zombi. Il giocatore dovrà condurre almeno uno dei quattro personaggi in salvo, facendolo giungere sino al tetto del centro commerciale su cui è posizionato un elicottero che potrà condurli in salvo, dopo aver procurato anche il carburante.

Il giocatore muove un personaggio alla volta, con una visuale in prima persona su schermate fisse in cui viene mostrato l'ambiente in cui si trova, con pochissimi elementi animati, in una finestra relativamente piccola dello schermo. Attorno alla finestra compaiono informazioni grafiche sullo stato dei personaggi e le varie icone di controllo e di spostamento nelle quattro direzioni, azionate con un puntatore. Il giocatore ha la possibilità di interagire con alcuni elementi dello schermo per portare avanti la storia o sbloccare alcune fasi di gioco. Nel corso di tutta l'avventura si dovrà inoltre combattere con gli zombi che entreranno in scena in alcune schermate. Si dovranno affrontare anche avversari umani interessati all'elicottero. Inizialmente si può attaccare a mani nude, ma si possono reperire varie armi. Si attacca o si interagisce con gli oggetti cliccando direttamente sulla visuale. È possibile salvare la partita.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La versione C64 viene spesso datata 1990, anno dell'edizione internazionale, ma almeno in Francia sembra uscito insieme alla versione Amstrad, cfr. (FR) Zombi (JPG), in Tilt, nº 33, luglio 1986, p. 146.
  2. ^ (EN) Zombie, su Plus/4 World.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Zombi (JPG), in Zzap!, anno 5, nº 50, Milano, Edizioni Hobby, novembre 1990, pp. 16-17, OCLC 955306919.
  • Zombi (JPG), in Super Commodore 64/128, anno 6, nº 27, Milano, Gruppo Editoriale Jackson, giugno 1989, p. 42, OCLC 955393932.
  • Zombi (JPG), in K, nº 16, Milano, Glénat, aprile 1990, p. 46, ISSN 1122-1313 (WC · ACNP).
  • Zombi (JPG), in Guida Videogiochi, nº 4, Milano, Gruppo Editoriale Jackson, ottobre 1989, p. 45.
  • Zombi (JPG), in Amiga Byte, nº 24, Milano, Arcadia/Elettronica 2000, agosto/settembre 1990, p. 26, OCLC 955729050.
  • Zombi (JPG), in Commodore Computer Club, nº 78, Opera (MI), Systems Editoriale, ottobre 1990, p. 45, OCLC 955780203.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi