Zino Davidoff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Zino Davidoff, nato Zinovij Gilelevič Davidov (rus. Зиновий Гилелевич Давыдов; Novhorod-Sivers'kyj, 11 marzo 1906Ginevra, 14 gennaio 1994), è stato un imprenditore svizzero di origine russo-ucraina.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

L'infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Zinovij Davidov nacque l'11 marzo 1906 a Novhorod-Sivers'kyj, in quello che al tempo era l'Impero Russo, oggi Ucraina, da una famiglia ebraica. Era il più vecchio dei quattro figli nati dal mercante di tabacchi Henri Davidov. Poco tempo dopo la sua nascita la famiglia si trasferisce a Kiev. Nell'autobiografia di Zino non vi sono molti riferimenti alla sua infanzia, tuttavia si legge che i suoi genitori erano commercianti di sigari a Kiev. Nel 1911, la situazione politica costrinse lui e la sua famiglia ad emigrare: la meta prescelta fu Ginevra, in Svizzera, dove la famiglia francesizzò il cognome in Davidoff, con il quale poi divenne famosa. Nel 1912 il padre di Zino, Gilel (Henri), aprì la sua prima tabaccheria svizzera nel Boulevard des Philosophes.

L'inizio della carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1924 Zino terminò gli studi e si trasferì in America Latina per apprendere sul campo le nozioni riguardanti il commercio e la produzione di tabacco, trascorrendo il suo soggiorno in Argentina, Brasile ed infine a Cuba, dove lavorò per due anni in una piantagione di tabacco. Qui ebbe l'occasione di conoscere i metodi di lavorazione dei sigari cubani. Zino fece ritorno in Svizzera nel 1930, anno in cui ereditò il negozio dai suoi genitori. Grazie alle conoscenze acquisite durante i suoi viaggi, Davidoff trasformò la piccola tabaccheria in uno dei più grandi business del settore, prima e dopo la seconda guerra mondiale.

Gli anni del successo[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda beneficiò della neutralità della Svizzera nel conflitto, tanto che poté implementare il suo potere di mercato grazie ai ricchi clienti che vedevano nella nazione e nell'azienda un vero e proprio paradiso lontano, almeno idealmente, dai tragici eventi che l'Europa stava vivendo. Zino ebbe un grande successo nella commercializzazione dei sigari Hoyo de Monterrey Chateaux Series. Si crede che intorno al 1940 fu proprio Zino Davidoff ad inventare il primo humidour da scrivania, ovvero il contenitore umidificatore utilizzato per la conservazione dei sigari. Grazie a questa invenzione, oggi lo standard nella maggioranza delle tabaccherie, è possibile mantenere i sigari allo stesso livello di umidità e temperatura alle quali vengono prodotti a L'Avana.

Gli ultimi anni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1970 Zino vendette la sua piccola ma redditizia tabaccheria al colosso Max Oettinger Company, uno dei primi importatori di sigari cubani in Europa, per circa un milione di dollari, una cifra al tempo considerata da molti spropositata, ma per nulla paragonabile a quella che nel 2006 spese a sua volta Imperial Tobacco, attuale detentore del marchio, pari a 540 milioni di euro (allora corrispondente a circa 700 milioni di dollari). Zino morì a Ginevra il 14 gennaio 1994 dopo una grave malattia .

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN261446549 · ISNI (EN0000 0000 8153 3212 · LCCN (ENn82058599 · GND (DE107853213 · BNF (FRcb11898812p (data) · WorldCat Identities (ENn82-058599
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie