Zgorzelec

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il limitrofo comune rurale, vedi Zgorzelec (comune rurale).
Zgorzelec
comune
Zgorzelec – Stemma Zgorzelec – Bandiera
Zgorzelec – Veduta
Localizzazione
Stato Polonia Polonia
Voivodato POL województwo dolnośląskie COA.svg Bassa Slesia
Distretto POL powiat zgorzelecki COA.svg Zgorzelec
Amministrazione
Sindaco Rafał Gronicz
Territorio
Coordinate 51°09′01″N 15°00′31″E / 51.150278°N 15.008611°E51.150278; 15.008611 (Zgorzelec)Coordinate: 51°09′01″N 15°00′31″E / 51.150278°N 15.008611°E51.150278; 15.008611 (Zgorzelec)
Altitudine 209 m s.l.m.
Superficie 15,88 km²
Abitanti 32 730 (2006)
Densità 2 061,08 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 59-900 a 59-903
Prefisso (+48) 75
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Polonia
Zgorzelec
Zgorzelec
Sito istituzionale

Zgorzelec (in alto sorabo Zgórjelc, in tedesco Görlitz, in ceco Zhořelec), è una città della Polonia sud-occidentale, con 36.800 abitanti nel 1995.

Posizione[modifica | modifica wikitesto]

È situata nel voivodato della Bassa Slesia dal 1999, mentre dal 1975 al 1998 la città ha fatto parte del voivodato di Jelenia Góra. La città è situata sul fiume Nysa, il confine polacco-tedesco vicino alla città tedesca di Görlitz, della quale Zgorzelec una volta costituiva la parte orientale. Si trova nella parte polacca dell'antica regione geografica dell'Oberlausitz.

Il suo territorio è bagnato dai fiumi Neiße e Wittig che ivi confluiscono.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Zgorzelec corrisponde alla parte orientale della città tedesca di Görlitz che fu annessa alla Polonia dopo la fine della seconda guerra mondiale e dopo gli accordi intrapresi nel 1945 dagli Alleati con la Conferenza di Potsdam e che stabilivano il nuovo confine tra la Germania e la Polonia[1].

Zgorzelec è anche la città in cui fu firmato l'omonimo trattato, siglato dal primo ministro provvisorio della Repubblica Democratica Tedesca, Otto Grotewohl ed il primo ministro polacco Józef Cyrankiewicz contenente una dichiarazione in cui i due governi riconoscevano la linea dei fiumi Oder-Neisse come confine definitivo tra i due stati[2].

Negli anni cinquanta 10.000 immigrati greci, principalmente partigiani comunisti membri dell'Esercito Democratico Greco, sconfitti nella guerra civile greca, si insediarono nella zona.

Nel 1999 venne costruita la chiesa ortodossa e dal 2002 si tiene il festival di musica tradizionale greca in città.

Dalla caduta del comunismo nel 1989, Zgorzelec e la città tedesca di Görlitz hanno sviluppato strette relazioni politiche.

La chiesa ortodossa greca Sante Elena e Costantina in Lubańska Ulica a Zgorzelec.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Oder, Treccani. URL consultato il 30 settembre 2017.
  2. ^ Johnson, Edward Elwyn. International law aspects of the German refunification alternative answers to the German question Archiviato il 9 ottobre 2007 in Internet Archive. Page 13

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN152457138 · LCCN: (ENn81111743 · GND: (DE4023957-3 · BNF: (FRcb14432401z (data)
Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia