Zerofobia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zerofobia
ArtistaRenato Zero
Tipo albumStudio
Pubblicazione1977
Durata38:29
Dischi1
Tracce10
GenerePop
EtichettaRCA Italiana, PL 31271
ProduttorePiero Pintucci, Rodolfo Bianchi
ArrangiamentiRuggero Cini
Registrazione-
Renato Zero - cronologia
Album precedente
(1976)
Album successivo
(1978)
Singoli
  1. Mi vendo/Morire qui
    Pubblicato: 19 novembre 1977

«Ho smarrito, un giorno, il mio circo, ma il circo vive senza di me!

Non è l’anima tua che io cerco, io sono solo più di te!»

(dal brano "Mi vendo")

Zerofobia è il quarto album di Renato Zero, pubblicato nel 1977.

Ad esso fece seguito un tour denominato Zerofobia Tour.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Fu il primo successo di Renato Zero, contiene brani come Mi vendo ed Il cielo, Morire qui, Manichini e Vivo. Il disco fu pubblicato anche in Brasile, Argentina e Germania.

L'album è presente nella classifica dei 100 dischi italiani più belli di sempre secondo Rolling Stone Italia alla posizione numero 35.[1]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Mi vendo (Renatozero/Caviri-Renatozero) - 4:16
  2. Vivo (Evangelisti/Wright-Renatozero) - 3:55
  3. Sgualdrina (cover in italiano di Dreamer dei Supertramp) (Renatozero/Hogdson-Davies) - 3:16
  4. Tragico samba (Evangelisti-Renatozero/Pintucci-Renatozero) - 4:15
  5. L'ambulanza (Renatozero/Pintucci-Conrado-Renatozero) - 3:53
  6. Morire qui (Renatozero) - 3:36
  7. La trappola (Renatozero/Conrado-Renatozero) - 3:53
  8. Regina (Renatozero-Evangelisti/Conrado-Renatozero) - 3:34
  9. Manichini (Renatozero/Pintucci-Renatozero) - 3:22
  10. Il cielo (Renatozero) - 4:15

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Zerofobia Tour[modifica | modifica wikitesto]

Zerofobia Tour è il terzo spettacolo itinerante di Renato Zero. Successivamente venne trasmesso dalla RAI e nel 1993 venne pubblicato in VHS. Si tratta del tour da dove comincia il successo dell'artista. Il tour fece tappa a:

  • Roma - 16/10/1977
  • Carpi (Picchio) - 01/11/1977
  • Mantova (Caravel) - 03/11/1977
  • Fontanellato (Jambo) - 04/11/1977
  • Valenza Po' (Dancing Valentia) - 05/11/1977
  • Valdengo (Dancing Molen Club) - 06/11/1977
  • Bologna (Palasport) - 07/11/1977
  • La Spezia (Monteverdi) - 08/11/1977
  • Novi Ligure (Teatro Italia) - 09/11/1977
  • Savona (Teatro Astor) - 10/11/1977
  • Cantu' (Palasport) - 11/11/1977
  • Borgo San Lorenzo (Teen Club) - 12/11/1977
  • Pian Di Coreglia (Sky-Lab) - 13/11/1977
  • Torino (Teatro Nuovo) - 14/11/1977
  • Biella (Fareggiana) - 15/11/1977
  • Novara (Teatro Sociale) - 16/11/1977
  • Mestre (Teatro Corso) - 17/11/1977
  • Ravenna (Teatro Astoria) - 18/11/1977
  • Legnago (Play Time) - 19/11/1977
  • Formigine (Picchio Rosso) - 21/11/1977
  • Ancona (Metropolitan) - 22/11/1977
  • Lucca (Teatro Moderno) - 23/11/1977
  • Arezzo (Teatro Politeama) - 24/11/1977
  • Sesto Fiorentino (Teatro Verdi) - 25/11/1977
  • Chiesina Uzzanese (Don Carlos) - 26/11/1977
  • Palermo (Teatro Biondo) – 28-29/11/1977 Annullato
  • Siracusa (Teatro Verga) - 30/11/1977
  • Catania (Teatro Ambasciatori) – 01-02/12/1977
  • Ragusa (Teatro 2000) - 04/12/1977
  • Catanzaro (Teatro Comunale) - 05/12/1977
  • Roma - dal 25 al 29/12/1977

Scaletta tipica[modifica | modifica wikitesto]

  • Vivo
  • La favola mia
  • L'ambulanza
  • Tragico samba
  • La trappola
  • Psicomania
  • Sgualdrina
  • Regina
  • Manichini
  • Chi più chi meno
  • Morire qui
  • Mi vendo
  • Il cielo

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica