Zeno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Zeno (disambigua).

Zeno è un nome proprio di persona italiano maschile[1][2][3][4].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Continua il greco antico Ζήνων (Zénon), derivante da da Ζῆν (Zên), la forma accusativa del nome Zeus (ossia "di Zeus", "relativo a Zeus")[1][2][3][4]. In origine era, probabilmente, una forma abbreviata di vari nomi teoforici riferiti al dio greco Zeus[1][2], come Zenodoto ("dato da Zeus") o Zenodoro ("dono di Zeus"), Zenobio e Zenaide[1][3]. Il significato viene talvolta interpretato come "consacrato a Zeus", "sacerdote di Zeus"[5].

Il nome era assai diffuso nell'antichità, e venne portato da un certo numero di personaggi storici[1][6]. In italiano è giunto principalmente in due forme, "Zeno" (che continua direttamente il nominativo latino Zeno) e "Zenone" (che deriva invece da casi obliqui come Zenonis e Zenonem)[1]; la sua diffusione è sostenuta dal culto di vari santi, ma specialmente di san Zeno, patrono di Verona e di varie altre città[2][3]. Oltre metà delle occorrenze del nome sono attestate in Veneto ed Emilia-Romagna, le restanti sono disperse[2].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si festeggia solitamente il 12 aprile (o il 21 maggio) in memoria di san Zeno, vescovo di Verona e martire sotto Gallieno[1][7][8]. Con questo nome si ricordano diversi altri santi, frai quali, alle date seguenti:

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Variante Zenone[modifica | modifica wikitesto]

Variante Zenon[modifica | modifica wikitesto]

Variante Zenón[modifica | modifica wikitesto]

Variante Zīnōn[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Toponimi[modifica | modifica wikitesto]

  • Zeno è un cratere della Luna, intitolato al filosofo ellenistico Zenone di Cizio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab Tagliavini, pp. 122-124.
  2. ^ a b c d e f g h i De Felice, p. 157.
  3. ^ a b c d e f g h i j La Stella T., p. 383.
  4. ^ a b c d e f (EN) Zeno, su Behind the Name. URL consultato il 15 aprile 2020.
  5. ^ a b c d e Albaigès i Olivart, p. 260.
  6. ^ a b c Sheard, p. 599.
  7. ^ a b c d e f g h i Santi di nome Zeno e Zenone, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 15 aprile 2020.
  8. ^ a b c d e f g h i j k l m n o (EN) Name - Zeno, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 15 aprile 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi