Zemstvo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lo zemstvo (in russo: Земство?, pl. zemstva) fu una forma di governatorato locale, introdotto nel 1864 dallo zar Alessandro II su proposta del ministro Nikolaj Miljutin come organo di consultazione e amministrazione del distretto.

La creazione degli zemstva e del loro apparato tecnico e produttivo "permise comunque la nascita di una intellighenzia illuminata nel paese, che rappresenta la vera novità storica del periodo"[1].

Elette con suffragio basato sul censo, queste assemblee rappresentavano la nobiltà e la borghesia locale, e furono sostituite dai soviet dopo la Rivoluzione d'Ottobre del 1917.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Domenico Letizia, Come nacque l'intellighenzia, in Mondoperaio, n. 1/2016, p. 87.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4180977-4