Zannablù

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zannablù
fumetto
Lingua orig. italiano
Paese Italia
Autore Stefano Bonfanti, Barbara Barbieri
Editore Dentiblù s.n.c.
1ª edizione novembre 2000
Periodicità semestrale
Albi 29 (in corso)
Genere commedia

Zannablu è un fumetto scritto e disegnato da Stefano Bonfanti e Barbara Barbieri – meglio noti come Dentiblù – e pubblicato a partire dal 2000, prima come autoproduzione, quindi dalla casa editrice Dentiblù. Ne sono stati pubblicati finora diciotto numeri, otto dei quali sono parodie di libri o film. È un fumetto umoristico, con animali antropomorfi come personaggi; il protagonista è un giovane cinghiale con le zanne blu cobalto, chiamato appunto Zannablù, che vive in un mondo abitato principalmente da suini.

Il mondo di Zannablù[modifica | modifica wikitesto]

Il mondo in cui è ambientato il fumetto è popolato principalmente da tre specie: maiali, cinghiali e porcospini.

I maiali sono i detentori del potere politico, infatti sono la sola specie ad avere rappresentanti in Parlamento, e disprezzano apertamente i cinghiali, che ritengono rozzi ed ignoranti.

I cinghiali vivono in campagna e sono soprattutto contadini. Rustici, ingenui ed ottusi al limite dell'incredibile, diffidano istintivamente dei maiali che li governano, ma non hanno la cultura necessaria ad assumere autonomia politica.

I porcospini sono una parodia dei giapponesi, con occhi a mandorla e denti sporgenti. Seguono un'etica samurai incentrata sull'onore. Nella città dei maiali sono una minoranza etnica, ma la maggior parte della loro comunità – molto più numerosa di quelle dei maiali e dei cinghiali – vive autonomamente nel bosco di Chissaddove. Sono disegnati con il naso a grugno, come se fossero anche loro dei suini.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Cinghiali[modifica | modifica wikitesto]

  • Zannablù: Il protagonista del fumetto si distingue dai suoi simili a causa del colore delle sue zanne, ma anche per essere più intraprendente e meno passivo di fronte alle avversità (anche se non più intelligente). Per queste sue caratteristiche si trova sempre coinvolto in situazioni pericolose nelle quali non capisce nulla di quello che accade, o non gliene importa.
  • Padre Salvatore: Prete della comunità dei cinghiali, un tempo esempio di bontà e compassione, dopo un incidente che l'ha tenuto in coma per diversi anni si è risvegliato cinico, amorale e senza scrupoli. Dopo il risveglio, privo di memoria, si è messo a fare il sicario, quindi è tornato al suo vecchio lavoro, ma senza smettere di gestire affari loschi. Ha un solo occhio ed una sola zanna, sempre a causa dell'incidente.
  • Ben: Un cinghiale che porta due lenti sugli occhi (forse occhiali, ma non c'è montatura). Svolge il ruolo di mentore di Zannablù nel fumetto, tant'è vero che nelle parodie ricopre quasi sempre il ruolo di maestro: per esempio sostituisce Gandalf nella parodia de Il Signore degli Anelli ed Obi-Wan Kenobi in quella di Guerre stellari.
  • Onion: Uno dei migliori amici di Zannablù, un cinghiale con gli incisivi sporgenti che porta sempre il papillon.

Maiali[modifica | modifica wikitesto]

  • Giotto: Maiale politico ambizioso ed arrivista, che non si ferma davanti a nulla, neppure al tentato omicidio, pur di fare carriera. Odia i cinghiali, che sogna di ridurre in schiavitù; è in rapporti particolarmente tesi con Zannablù, con cui si è scontrato più volte. Biondo e mal raso, ha sempre un mozzicone di sigaretta in bocca.
  • Maiale Pazzo: È l'unico vero e proprio amico di Zannablù tra i maiali, grazie al suo carattere eccentrico ed anticonformista che gli permette di vedere oltre i pregiudizi dei suoi simili. Ride sempre, trova divertente qualsiasi cosa, persino quando è in pericolo di vita; mostra un'incoscienza preoccupante ed ama entrare in scena dall'alto, ad esempio scendendo dal camino o calandosi da una trave. Nonostante questo, è più intelligente di quanto sembri. Ha i capelli arruffati, gli occhi spesso a girandola e la lingua fuori dalla bocca. Indossa sempre una cravatta.
  • Il presidente del Parlamento: L'anziano capo dei maiali, nonché padre del Maiale Pazzo, è uno dei pochi a rispettare i cinghiali e a richiedere per loro la parità.

Il dialetto cinghialese[modifica | modifica wikitesto]

Una delle caratteristiche più famose del fumetto è che i cinghiali parlano un dialetto tutto loro: il cinghialese (o cignalese, come essi lo chiamano). Le sue caratteristiche principali sono:

  • Uso di arcaismi (prosperitade = prosperità) e persino parole latine (ego = io, ante = prima)
  • Inversioni di suoni all'interno delle parole (bazzerletta = barzelletta, inchedribile = incredibile)
  • Sostituzioni di lettere con altre, specialmente della "v" con la "b" e della "i" con la "l" (debo = devo, platto = piatto)
  • Abbreviazioni (lu' = lui)
  • Costrutti bizzarri dei verbi, soprattutto di quelli irregolari (abbio = ho, ando = vado) e nel caso participio passato (ucciduto = ucciso)
  • Le parole che finiscono in –ale vengono fatte finire in –abile (generabile = generale).

Umorismo[modifica | modifica wikitesto]

L'umorismo della serie è paradossale, demenziale, a volte grottesco.

Molte gag sono basate sull'iperbole (soprattutto quelle che riguardano la stupidità dei cinghiali); sull'equivoco, spesso dovuto anche questo alla scarsa intelligenza dei protagonisti; sul creare delle aspettative nel lettore per poi tradirle. Il protagonista sembra spesso non avere idea di come dovrebbe comportarsi nella situazione in cui si trova, e d'altra parte i suoi compagni raramente sono in grado di correggerlo, o i suoi nemici di trarre vantaggio dalla sua incapacità.

Una delle battute che ricorre più spesso è la frase scemo chi legge, inserita a sorpresa nello sfondo delle vignette e visibile solo ad un esame più attento. Il modo in cui sono disegnate le zampe dei personaggi, apparentemente staccate dal corpo e fluttuanti a poca distanza da esso, è un'altra fonte di battute ricorrenti: quando uno dei personaggi parla di ginocchia o gomiti ce n'è sempre un altro che dice di non sapere cosa siano.

Numeri pubblicati[modifica | modifica wikitesto]

Zannablù Classic[modifica | modifica wikitesto]

  1. Zannablù e il segreto della besciamella
  2. Zannablù e il manoscritto della Niù Eidg
  3. Zannablù e la macchina dell'amore
  4. Zannablù: per un grugno di dollari
  5. Il signore dei porcelli
  6. Zannablù nel favoloso mondo di Giucas Casella
  7. Harry Porker
  8. Zannablù: dal porcile con furore
  9. Star Porks
  10. Zannablù e il filtro dell'intelligenza
  11. Kill Pig
  12. Maiali dei caraibi
  13. Zannablù: mezzo fuoco di giorno
  14. Spider-Mad
  15. Zannablù e la notte del coccodrillo rampante
  16. Indiana Porks
  17. Zannablù e il cimitero del vampiro mannaro
  18. Ghostwürstels-Gli Acchiappamortacci
  19. Zannablù e il coso venuto dallo spazio
  20. Zannablù non deve morire

I primi due numeri erano sperimentali e la serie nella sua forma definitiva è iniziata con il numero 3. Poiché i primi due numeri avevano un formato diverso da quello dei successivi sono i soli che non siano mai stati ristampati una volta esauriti, così che oggi sono introvabili. Nel 2010 è uscito "Zannablù e il segreto della besciamella - Anniversary Edition", un remake del primo numero che include anche la versione originale (seppur in formato microscopico, con 9 tavole in ogni pagina). L'albo è numerato 1 e quindi va a sostituire la versione originale nella numerazione della serie. Un remake simile per Il manoscritto della Niu Eidg non è stato tuttavia mai preso in considerazione.

Zannini[modifica | modifica wikitesto]

  1. Piglight
  2. Dr. Hotdog
  3. Awater
  4. Dragonpork
  5. Iron Pork
  6. Maialost

Gli Zannini sono storie più brevi in formato ridotto rispetto agli albi regolari. Inizialmente i primi 4 numeri della serie uscirono separatamente, in seguito insieme agli ultimi due numeri della raccolta uscì anche il cofanetto con tutti e 6 gli albi inclusi.

Zannini Horror[modifica | modifica wikitesto]

  1. Cow - L'Enigmucca
  2. L'alba dei Porci Viventi
  3. Suini Tond: Il Diabolico Barbiere di Pig Street
  4. Shinepig
  5. Nightpork

A differenza della serie precedente, gli Zannini Horror uscirono solamente in cofanetto.

Zannablù Color[modifica | modifica wikitesto]

  1. Le cronache del Porcomondo - I Mayali dell'Aporcalisse
  2. Le cronache del Porcomondo - Gli Ammazzatori del Tempo
  3. Il Trono di Spiedi
  4. Le cronache del Porcomondo - La Minaccia dal Pianeta Minaccione
  5. Grassassin's Pig
  6. Stranger Pigs
  7. Un Mercoledì da Ciccioni - La Ballata del Dottor Dottore
  8. Le cronache del Porcomondo - Il Nonno del Paradosso

A partire dal 2012, gli albi di Zannablù sono non più in bianco e nero ma a colori. Da qui in poi la serie è indicata come Zannablù Color, e gli albi precedenti vengono ribattezzati Zannablù Classic di conseguenza.

Zannablù Special[modifica | modifica wikitesto]

  1. Le fiabe deficienti di Zannablù

Zannablù Gold[modifica | modifica wikitesto]

  1. Harry Porker...e il segreto della besciamella
  2. Il signore dei porcelli... e Zannablù non deve morire
  3. Star Porks... e il coso venuto dallo spazio

Zannablù Gold è una serie di ristampe delle storie più vecchie raccolte in albi da 2 e colorate. La versione de Il signore dei porcelli inclusa del secondo volume è in realtà una versione ridisegnata della storia originale. Un altra modifica è presente nella riedizione di Harry Porker presente nel primo volume, dove l'unica battuta pronunciata dal personaggio di Renato Python viene alterata per rendere più chiaro come il personaggio parodizzi allo stesso tempo Severus Piton e Renato Zero.

Altre pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Porking Dead (Pubblicato da Star Comics)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti