Zanna Bianca, un piccolo grande lupo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zanna Bianca, un piccolo grande lupo
Zanna Bianca, un piccolo grande lupо.png
Una scena del film
Titolo originale White Fang
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1991
Durata 179 min
Colore colore
Audio dolby
Rapporto 1,85 : 1
Genere avventura, drammatico
Regia Randal Kleiser
Soggetto Jack London (romanzo)
Sceneggiatura Jeanne Rosenberg, Nick Thiel, David Fallon
Produttore Marykay Powell
Produttore esecutivo Andrew Bergman, Mike Lobell, Lynn Bigelow (non accreditato), Jim Kouf (non accreditato)
Casa di produzione Hybrid Productions Inc., Silver Screen Partners IV
Fotografia Tony Pierce-Roberts
Montaggio Lisa Day
Musiche Basil Poledouris
Scenografia Michael S. Bolton
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Zanna Bianca, un piccolo grande lupo (White Fang) è un film del 1991, diretto da Randal Kleiser. In questa versione, maggiormente fedele al romanzo di Jack London di altri film sullo stesso soggetto, manca tuttavia il personaggio di Weedon Scott, il padrone buono di Zanna Bianca, sostituito da Jack Conroy. Il film ha avuto un sequel nel 1994, intitolato La leggenda di Zanna Bianca.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Verso la fine del 1800, nelle foreste artiche dell'Alaska durante la corsa all'oro, una lupa ha da poco partorito un cucciolo. Nel frattempo, Jack Conroy, un giovane e istruito cercatore d'oro, rimasto da poco orfano senza la madre, sbarca da San Francisco in Alaska, per cercare una miniera lasciatagli in eredità dal defunto padre. Qui, dopo essere stato derubato da un certo Beauty Smith, si unisce ad altri due cercatori, Alex e Skunker, che lo accompagnano nel suo viaggio. Attraversando una sperduta zona di foresta, i tre uomini e i loro cani da slitta vengono aggrediti da un branco di lupi affamati per il freddo e guidati proprio dalla madre del cucciolo, ora un po' cresciuto. Durante la notte, la lupa, identificata da Skunker come mezza lupa e mezza cagna poiché non teme il fuoco, attira i cani lontano dal falò per farli mangiare dal branco di lupi. Skunker tenta di difendere i cani e spara sul branco colpendo la lupa, ma viene in seguito ucciso dagli altri lupi. Il mattino seguente, altri uomini arrivano, sparano e mettono in fuga il branco di lupi, salvando Jack ed Alex, che riprendono il viaggio in un'altra zona, mentre la lupa ferita la notte prima si trascina fino alla tana, dove muore. Il suo cucciolo si allontana in cerca di cibo e finisce in una trappola; viene trovato da un indiano di nome Castoro Grigio, che lo battezza Zanna Bianca e lo addestra come cane da slitta. Nella ritornata primavera di 5 anni dopo, Alex si ferma per un po' al villaggio di Castoro Grigio in cerca d'oro e Jack, seguendolo, fa amicizia con Zanna Bianca, ormai adulto in età canina, il quale lo salva pure dall'attacco di un orso. Jack inizia a restaurare la capanna e la miniera del padre, mentre Castoro Grigio, recatosi in città, viene raggirato da Beauty Smith, che organizza combattimenti tra cani e si fa consegnare Zanna Bianca. Smith si arricchisce con le scommesse sfruttando Zanna Bianca che vince tutte le lotte finché non viene sconfitto in una di queste ed è sul punto di finire ucciso dall'altro cane. Passando da quelle parti, Jack interrompe il combattimento e salva il lupo, che, dopo alcuni mesi di dolcezza del ragazzo, poco per volta perde la sua aggressività ed anzi soccorre il suo padrone rimasto bloccato dal crollo della miniera. Jack ed Alex (che ora ha imparato a leggere grazie al ragazzo) a seguito del crollo riescono a trovare l'oro, ma Smith viene a saperlo e tenta di derubarli aiutato da due complici; con l'aiuto di Zanna Bianca, Jack cattura i tre delinquenti e li consegna alle giubbe rosse, facendoli arrestare. Terminato infine il suo lavoro in Alaska, Jack dovrebbe tornare alla civiltà, ma non volendo abbandonare il lupo né portarlo con sé allontanandolo dal suo mondo, decide di restare con Zanna Bianca nella sua capanna con l'oro nel sottosuolo, in mezzo alla natura, ma vicina al paesino stesso, dove si trova anche un lavoro.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato girato a Haines e a Skagway, in Alaska [1]. La parte di Zanna Bianca è affidata a Jed, un incrocio tra un alaskan malamute ed un lupo, addestrato dal suo proprietario Clint Rowe[2]. Debi Boulden, Jim Boulden e Lyn Caudle hanno seguito gli effetti speciali.[3]

Differenze con il romanzo[modifica | modifica sorgente]

  • La vicenda del film è ambientata in Alaska, mentre nel romanzo si svolge in Canada e termina in California.
  • I due cercatori d'oro pedinati dai lupi all'inizio del romanzo sono Bill ed Henry, quest'ultimo salvatosi con una squadra di soccorso, senza tuttavia apparire più nel libro, mentre Bill e i loro cani sono stati sbranati. Nel film, invece, proprio il protagonista Jack accompagnato da Alex e Skunker è uno degli aggrediti e quindi compare anche in seguito.
  • Kiche, la madre di Zanna Bianca, non viene uccisa nel libro, ma riportata al villaggio indiano da cui era fuggita assieme al cucciolo, per poi essere venduta e separata da lui. Nel libro compaiono inoltre i fratellini di Zanna Bianca, morti durante una carestia, ed il loro padre (Il Guercio) ucciso poi da una lince, assenti nel film così come la lince, uccisa dopo da Kiche.
  • Zanna Bianca è già nato all'inizio del film, mentre il romanzo inizia prima della sua nascita.
  • Nel libro non esiste la lotta con l'orso, brevemente accennata invece ne Il richiamo della foresta.
  • Nel film le vicende di Zanna Bianca e Jack si intrecciano in più occasioni; nel libro il personaggio corrispondente a Jack, Weedon Scott, compare nella seconda metà del romanzo portandolo via da Smith. Inoltre, Weedon non rinuncia a tornare in California, ma porta con sé Zanna Bianca, che si adatta al nuovo ambiente pur di non separarsi dal padrone, divenendo anche padre di una cucciolata.
  • Poiché il padre di Jack è morto prima dell'inizio e suo figlio, nel romanzo chiamato Weedon, non torna più in California, è escluso il personaggio del criminale Jim Hall, che, nell'ultimo capitolo del romanzo, fugge dal carcere per non avere l'iniezione letale e, quando sta per uccidere il giudice padre di Weedon, viene ucciso in extremis da Zanna Bianca.
  • Oltre a Jim Hall, nel film non compaiono il capo dei cani da slitta di Castoro Grigio, Lip-Lip, e la compagna di Zanna Bianca in California, Collie.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ White Fang - Luoghi delle riprese. URL consultato il 24 ottobre 2013.
  2. ^ sta scritto nell'articolo "Old Wolves's Tale" scritto da Jess Cage ed apparso su Entertainment Weekly l'8 febbraio 1991.
  3. ^ White Fang - IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 24 ottobre 2013.
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema