Zalmay Khalilzad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zalmay Khalilzad
9 24 2020 The Beginning of an End to Afghanistan's Conflict? (50588402827).jpg
Zalmay Khalilzad nel 2020

26° Rappresentante permanente alle Nazioni Unite
Durata mandato 30 aprile 2007 –
22 gennaio 2009
Predecessore John R. Bolton
Successore Susanna Riso

Ambasciatore degli Stati Uniti in Iraq
Durata mandato 21 giugno 2005 –
26 marzo 2007

Ambasciatore degli Stati Uniti in Afghanistan
Durata mandato 2 settembre 2004 –
20 giugno 2005

Dati generali
Partito politico Partito Repubblicano
Università Università americana di Beirut, Università di Chicago e Columbia University

Zalmay Mamozy Khalilzad (Mazar-i-Sharif, 22 marzo 1951) è un diplomatico statunitense di origini afghane, dal 30 aprile 2007 al 22 gennaio 2009 Rappresentante permanente alle Nazioni Unite.

Nel settembre 2018 il Segretario di Stato Mike Pompeo ha nominato Khalilzad Rappresentante speciale per la riconciliazione dell'Afghanistan,[1] inviato come negoziatore con la missione di garantire una risoluzione pacifica del conflitto in Afghanistan. Ha continuato a svolgere questo ruoli anche sotto l'amministrazione di Joe Biden.[2]

Nell'ottobre 2021, la CNN ha riferito che Zalmay Khalilzad, il principale inviato degli Stati Uniti per l'Afghanistan, lascerà il suo incarico in Afghanistan, dopo la fine del ritiro delle forze americane in Afghanistan.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zalmay Khalilzad, su state.gov (archiviato dall'url originale il 22 novembre 2018).
  2. ^ (EN) Biden administration asks US negotiator with Taliban to stay on, su aljazeera.com, 28 gennaio 2021. URL consultato il 16 agosto 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN76403335 · ISNI (EN0000 0000 6308 1486 · LCCN (ENn83169127 · GND (DE172184657 · BNF (FRcb124074436 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n83169127