Zakir Hussain (musicista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zakir Hussain
Ustad Zakir Hussain 1.jpg
Zakir Hussain (2012)
NazionalitàIndia India
GenereMusica indostana
World music
Fusion
Periodo di attività musicaleanni 1960 – in attività
StrumentoTabla
Sito ufficiale

Zakir Hussain (Bombay, 9 marzo 1951) è un musicista indiano.

Divenuto uno dei più noti suonatori di tabla in tutto il mondo,[1] Zakir Hussain viene ritenuto responsabile di aver rivoluzionato l'utilizzo dello strumento e di aver contribuito in modo significativo alla sua popolarizzazione in tutto il mondo. Sue sono collaborazioni con numerosi artisti della musica indiana e della world music e a lui sono state assegnate molte onorificenze per la sua attività.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del musicista Alla Rakha, Zakir Hussain è nato il 9 marzo del 1951 a Mumbai, ed è entrato in contatto con la musica iniziando a suonare il pakhawaj all'età di 3 anni assieme a suo padre.[2] Ha frequentato la St. Michael's High School di Mahim e si è successivamente laureato presso la St. Xavier di Mumbai.[3] A partire dalla fine degli anni sessanta, periodo in cui si è trasferito negli USA,[4] ha iniziato una fortunata carriera di accompagnatore per vari musicisti. Durante gli anni settanta è stato membro del gruppo fusion Shakti assieme a John McLaughlin e dei Diga Rhythm Band assieme a Mickey Hart dei Grateful Dead.[4][5] Sempre assieme a McLaughlin e Hart, ha registrato, nel 1987, Making Music, fra i suoi album più apprezzati e considerato una pietra miliare della fusion che incorpora l'influenza della musica indiana.[4] Nel 1988 ha ricevuto il Padma Shri mentre nel 1990 gli sono stati assegnati il Premio Accademico Sangeet Natak,[1] il Maharashtra Gaurav Puraskar[1] e il National Endowment for the Arts.[6] Nel 1991 ha partecipato alle sessioni di Planet Drum di Hart, disco che si è aggiudicato un Grammy Award nel 1992 come miglior album world music.[7][8] Nel 1999 ha fondato i Tabla Beat Science assieme a Bill Laswell.[9][10] Nel mentre Hussain ha anche composto le musiche per molti film fra cui Apocalypse Now (1979) di Francis Ford Coppola, Il piccolo Buddha (1993) di Bernardo Bertolucci e per altre pellicole dirette da Shaji N. Karun, Sai Paranjpye, Ismail Merchant e Aparna Sen. Nel 2002 ha ricevuto il Padma Bhushan dal governo indiano.[11] Il suo Global Drum Project (2007) è stato premiato come miglior album di world music contemporanea alla cerimonia dei Grammy Awards 2009.[12] Nel 2016, Zakir Hussain è stato tra i molti musicisti invitati dal presidente Barack Obama alla Giornata Internazionale del Jazz tenuta alla Casa Bianca.[13] L'artista ha collaborato con molti fra i principali protagonisti della musica indostana fra cui Ravi Shankar, Vilayat Khan, Ali Akbar Khan, Hariprasad Chaurasia, Shivkumar Sharma, Bhimsen Joshi e Jasraj e ha partecipato a numerosissimi concerti, giungendo a esibirsi in 150 performance dal vivo all'anno negli USA e in Europa.[3]

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • 1971 – Shanti
  • 1979 – Morning Ragas (con Vasant Rai)
  • 1987 – Making Music
  • 1988 – Tabla Duet (con Alla Rakha)
  • 1989 – Venu
  • 1989 – Together (con Alla Rakha)
  • 1989 – Raga Marwa & Misra Desh (con Brij Narayan)
  • 1989 – Sitar & Tabla (Classical Instrument) (con Shahid Parvez)
  • 1990 – The Heavenly Sound of Santoor (con Shivkumar Sharma)
  • 1990 – The One and Only (con Adnan Sami)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Zakir Hussain, su sangeetnatak.gov.in. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  2. ^ (EN) Zakir Hussain, su mondomix.com. URL consultato il 17 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 18 maggio 2015).
  3. ^ a b (EN) Zakir Hussain: The World Beats To His Rhythm, su living.oneindia.in. URL consultato il 17 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 17 dicembre 2008).
  4. ^ a b c (EN) Indian Classical Music, su scaruffi.com. URL consultato il 16 gennaio 2019.
  5. ^ (EN) The Tabla Master Who Jammed With The Grateful Dead, su npr.org. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  6. ^ (EN) Zakir Hussain, su arts.gov. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  7. ^ (EN) The GLOBAL DRUM PROJECT Tour, su planetdrummusic.com. URL consultato il 17 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2010).
  8. ^ (EN) Deconstructing 'world music' at the Grammys, su afrobeatradio.net. URL consultato il 17 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2010).
  9. ^ (EN) Tabla Beat Science, su worldmusic.nationalgeographic.com. URL consultato il 17 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2009).
  10. ^ (EN) Tabla Beat Science, su allmusic.com. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  11. ^ (EN) Autori vari, General Awareness for SSC Exams - CGL/ CHSL/ MTS/ GD Constable/ Stenographer, Disha, 2017, p. 128.
  12. ^ (EN) ‘Global Drum Project’ featuring Zakir Hussain wins Grammy, su archive.indianexpress.com. URL consultato il 17 gennaio 2019.
  13. ^ (EN) International Jazz Day, su jazzday.com. URL consultato il 17 gennaio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN107001515 · ISNI (EN0000 0001 1880 8081 · Europeana agent/base/62962 · LCCN (ENn83070037 · GND (DE134413350 · BNF (FRcb13921928n (data) · BNE (ESXX4823364 (data) · NLA (EN35568494 · WorldCat Identities (ENlccn-n83070037