Zairo - Il primo giorno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Zairo il primo giorno)
Jump to navigation Jump to search
Zairo - Il primo giorno
Paese di produzioneItalia
Anno2009
Duratavariabile
Genereazione
RegiaAntonio Centomani
Interpreti e personaggi

Zairo - Il primo giorno è un film d'azione interattivo del 2009 diretto da Antonio Centomani in cui gli spettatori possono decidere il finale e interagire con gli attori, guidandone le azioni e intervenendo direttamente sulla sceneggiatura.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Zairo è un poliziotto a cui sono affidati compiti speciali, tra cui quello di scoprire il modus operandi e le relazioni tra le criminalità organizzate internazionali e le mafie italiane. Ciò che rende il suo servizio unico è la sua storia: Zairo, oltre a un altro bambino, è stato adottato da un influente uomo d'affari cinese, la cui vera identità è quella di uno dei quattro boss della più importante organizzazione criminale cinese. Mr. Lian (questo è il nome del padre adottivo di Zairo) ha sempre cercato di tenere fuori dalle attività di malaffare i suoi figli adottivi. D'altronde, questi sono sempre stati malvisti dai tre rimanenti capi di Stella Nera. Morto il padre, i due ragazzi prendono strade diverse: Zairo entra nella polizia, mettendo a disposizione dello Stato la sua conoscenza degli organigrammi e degli equilibri mafiosi; il fratello, invece, scappa con l'aiuto di una gang albanese e diventa informatore di Zairo.

Meccanica di gioco[modifica | modifica wikitesto]

La storia di Zairo offre al giocatore varie possibilità di scelta sulle decisioni cruciali che il poliziotto deve prendere affinché la missione giunga a buon esito. Il film è realizzato in modo che ad ogni cambio di scelta si acquisiscano determinate informazioni ed elementi chiave, e al contempo, se ne perdano altri. Ciò spinge il giocatore a vedere la quasi totalità delle sliding per incanalare Zairo nella giusta direzione, che gli darà la vittoria finale. Inoltre, una costante che risalta in tutto il film è la ricerca di un codice in lettere cinesi. Questo codice è chiesto al giocatore per superare la fase finale della missione ed è acquisibile solo avendo osservato bene tutte le sliding. Il codice cinese, infatti, è una frase le cui lettere sono nascoste nelle scene, visibili solo ad un occhio attento. Le lettere che compongono la frase dovranno essere messe nel giusto ordine di apparizione, per liberare l'ultima sliding. Per quanto riguarda le sliding doors, queste sono caratterizzate, per la maggior parte, dall'apparizione in un luogo neutro (limbo) di alcuni personaggi del film, i quali parleranno direttamente al giocatore, indicandogli le possibilità di scelta e, a volte, attirandolo in un tranello. Una delle sliding è caratterizzata, inoltre, dall'apparizione di un'informazione acquisibile solo telefonando ad un numero verde, che mette in comunicazione con la voce dell'attrice Alessia Fabiani.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Il meccanismo chiamato "Game" ha una struttura basata su un sistema flow chart, ovvero su un diagramma che presenta 2 flussi per ogni blocco. Ogni sequenza costituisce un blocco, al termine del quale uno dei protagonisti dovrà effettuare una scelta tra 2 - 3 opzioni possibili (flussi). In quel momento sarà l'utente stesso che, attraverso il proprio telecomando, avrà la possibilità di effettuare la scelta. L'aspetto fondamentale è la mancanza di decisioni corrette o errate, in quanto ogni opzione consentirà un proseguimento diverso della trama, che comincerà ad infittirsi, apportando all'utente un progressivo rimorso sulla scelta effettuata.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]