Zadar (traghetto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zadar
JadrolinijaZadarAncona gobeirne.jpg
Il traghetto ormeggiato nel porto di Ancona
Descrizione generale
Civil Ensign of Morocco.svg
Flag of Spain (Civil).svg
Civil ensign of Croatia.svg
Tipotraghetto ro-ro passeggeri
ArmatoreJadrolinija
Registro navaleCroatian Register of Shipping
Porto di registrazioneTangeri (aprile 1993 - luglio 1998)
Las Palmas (luglio 1998 - giugno 2004)
Fiume (Rijeka) (giugno 2004 - )
IdentificazioneNumero IMO: 9021485
9A9766 NineAlfaNineSevenSixSix[1]
RottaAncona - Zara
CostruttoriAstilleros Espanoles S.A. H. J. Barreras
CantiereVigo, Spagna Spagna
Completamentoaprile 1993
Entrata in servizio1993
Nomi precedentiIbn Batouta 2[2] (1993 - luglio 1998)
Ciudad de Tanger (luglio 1998 - marzo 2002)
Isla de la Gomera (marzo 2002 - giugno 2004)
Statoin servizio
Caratteristiche generali
Stazza lorda9487[3] tsl
Portata lorda2152[1] tpl
Lunghezza116 m
Larghezza18,9 m
Pescaggiom
Propulsionedue Bazan MAN B&W 8BL40/54A Diesel, 7000 kW
Velocità18,5 nodi (34 km/h)
Capacità di carico283 automobili, 450 metri lineari di carico
Passeggeri1300

(DA) Zadar (2004-), IMO 9021485, faergelejet.dk. URL consultato il 24 ottobre 2014.

voci di navi passeggeri presenti su Wikipedia

La Zadar è una nave traghetto appartenente alla compagnia di navigazione croata Jadrolinija.

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

La nave fu costruita nel 1993 presso i cantieri Astilleros Espanoles S.A. H. J. Barreras di Vigo per conto della compagnia di navigazione marocchina LIMADET (Lignes Maritimes du Detroit). Battezzata Ibn Batouta 2, fu messa in servizio nei collegamenti tra Marocco e Spagna, con scali nei porti di Algeciras e Tangeri.

Rimase in servizio per la compagnia marocchina fino al 1998, quando fu acquistata dalla spagnola Transmediterranea. Rinominata Ciudad de Tanger, rimase in servizio sulla stessa rotta.

La mattina del 16 luglio 2000 la nave, in viaggio da Tangeri ad Algeciras, entrò in collisione con la compagna di flotta Ciudad de Ceuta, che stava effettuando la rotta inversa, nelle vicinanze del porto di Algeciras[4]. Nell'incidente, causato dalla nebbia, persero la vita cinque[5] persone, tutte a bordo della Ciudad de Ceuta.

La Ciudad de Tanger fu rimorchiata a Cadice e riparata, tornando in servizio a novembre[3].

A marzo 2002 la nave fu ribattezzata Isla de la Gomera, venendo impiegata nei collegamenti interni alle Isole Canarie ed in particolare in quelli tra Tenerife, La Gomera e El Hierro. Ad aprile 2004 la nave fu venduta alla compagnia croata Jadrolinija, alla quale venne consegnata due mesi più tardi.

Ribattezzata Zadar, la nave fu impiegata nei collegamenti tra Croazia e Italia, principalmente sulla linea Zara - Ancona.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) ZADAR, marinetraffic.com. URL consultato il 24 ottobre 2014.
  2. ^ (EN) M/F Zadar, ferry-site.dk. URL consultato il 24 ottobre 2014.
  3. ^ a b (SV) IBN BATTOUTA 2 (1993), faktaomfartyg.se. URL consultato il 24 ottobre 2014.
  4. ^ (EN) Spanish ferry collision kills six, in news.bbc.co.uk, 16 luglio 2000. URL consultato il 24 ottobre 2014.
  5. ^ (EN) CASUALTY STATISTICS AND INVESTIGATIONS - Report of the Working Group (PDF), sjofartsverket.se. URL consultato il 24 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2014).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]