You're Next

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
You're Next
You're Next.png
Titolo originale You're Next
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2011
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35 : 1
Genere orrore, thriller
Regia Adam Wingard
Sceneggiatura Simon Barrett
Produttore Simon Barrett, Keith Calder, Kim Sherman
Casa di produzione HanWay Films, Snoot Entertainment
Distribuzione (Italia) Eagle Pictures
Fotografia Andrew Droz Palermo
Effetti speciali Mike Strain Jr.
Musiche Mads Heldtberg, Jasper Justice Lee, Kyle McKinnon
Scenografia Thomas S. Hammock
Costumi Emma Potter
Trucco Ailen Diaz
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

You're Next è un film del 2011 diretto da Adam Wingard.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una ragazza viene uccisa da un uomo con una maschera, mentre il suo partner è sotto la doccia. Appena quest'ultimo esce si guarda allo specchio della camera e legge la scritta "YOU'RE NEXT" impressa con il sangue. Non appena si avvicina al balcone, appare l'uomo con la maschera che lo assassina con un machete. Aubrey e Paul Davison, una ricca coppia sposata da 35 anni, decidono di invitare i figli e i rispettivi partner alla cena per festeggiare il proprio anniversario nella loro lussuosa villa fuori città. La coppia ha quattro figli: Drake e la fidanzata Kelly, Crispian e la ragazza Erin, Aimee e il fidanzato Tariq e Felix, fidanzato con Zee. Durante la cena i litigi familiari prendono il sopravvento, fino a quando, dalla finestra, qualcuno all'esterno dell'abitazione non scocca diverse frecce con una balestra. Il primo a morire è Tariq, che viene colpito da una freccia che gli trapassa il cranio. Un'altra freccia ferisce Drake a una spalla. Aimee decide di correre fuori, in quanto più veloce del gruppo, con la speranza di raggiungere la sua auto e di riuscire a chiamare i soccorsi, ma un filo di ferro teso dietro l'ingresso principale le recide la gola non appena esce dalla porta, facendola morire dissanguata. La madre Aubrey, dopo aver assistito alla morte di sua figlia, in stato di shock, viene portata in camera da letto dal marito, che cerca di rassicurarla; rimasta sola, viene colpita con un machete da un assassino con la maschera mentre piange sdraiata sul letto. Alla vista della madre assassinata, Crispian non ce la fa più e fugge dalla casa con la promessa di tornare con dei rinforzi. Kelly rimane nella stanza con il cadavere della suocera e viene aggredita da uno degli assassini mascherati, nascosto sotto il letto. La donna, terrorizzata, fugge dalla villa raggiungendo quella del vicino, per chiedergli aiuto, ma scopre che anche quest'ultimo è stato barbaramente ucciso. Poco dopo la raggiunge uno degli assassini e, dopo averla uccisa con un'ascia, riporta il corpo nella villa. Erin rimane in casa con Zee, Felix, Drake ed il padre Paul, che decide di raggiungere la camera da letto, al piano di sopra, dove la moglie è stata brutalmente uccisa per capire come fossero riusciti ad entrare gli assassini. Intanto, al piano di sotto, Erin riesce a pugnalare ad una mano un assalitore che tenta di entrare in casa da una finestra e successivamente a ucciderne un altro quando questo fa irruzione in casa. Felix e Zee, sotto suggerimento di Erin, vanno a cercare il padre Paul ma, non appena lo trovano, il padre viene ucciso da uno dei killer. Inaspettatamente, la coppia non fugge davanti all'aggressore, svelando di essere in combutta con gli assassini. Uno degli assassini scopre Erin e Drake, ma la ragazza riesce a ferirlo e a metterlo in fuga. Drake e Felix decidono di andare a cercare qualche arma in cantina, mentre Erin e Zee restano nell'ingresso a costruire trappole. Erin svela di essere così esperta perché è cresciuta in un campo di sopravvivenza. Zee, preoccupata che la ragazza possa rivelarsi un pericolo per la riuscita del piano, cerca di colpirla alle spalle, ma non ci riesce perché Erin si gira in tempo e decide di andare al piano di sopra a preparare altre trappole. Intanto in cantina, quando Drake scopre che la fidanzata è stata uccisa, comincia a dare segni di paranoia e il fratello lo pugnala più volte fino a ucciderlo. Felix si ricongiunge con Zee e ai due assassini rimasti, svelando di aver pagato i tre assassini mascherati al fine di eliminare genitori e fratelli e divenire così l'unico erede del consistente patrimonio familiare. Erin, che nel frattempo è riuscita a contattare i soccorsi, ascolta la conversazione nascosta dietro una tenda, ma viene braccata da un assassino, che ucciderà. Riesce infine ad uccidere abilmente anche l'ultimo killer e rimasta sola in cucina con Felix e Zee, uccide il ragazzo con un frullatore e la ragazza affondandole un coltello nel cranio. A questo punto squilla il cellulare di Felix ed Erin risponde, senza parlare: è Crispian, che, credendo di parlare col fratello Felix, svela di essere anch'egli complice della strage, e si scusa con lui di averlo lasciato solo in casa, rimanendo fuori in attesa che il massacro si consumasse. Non ricevendo risposte dal fratello, attraverso una finestra rotta, entra nella casa e vi trova solo Erin, che lo guarda inespressiva, col telefono in una mano ed un coltello nell'altra. Crispian capisce che la fidanzata ha ascoltato tutto, ed ha capito che è coinvolto anche lui. Inizia quindi a chiederle di Felix e Zee, ed Erin, mantenendo sul volto un'espressione fredda, risponde di averli uccisi entrambi. Crispian cerca di convincerla a non denunciarlo, spiegandole che il piano prevedeva che sopravvivessero solo lui e Felix, come unici eredi, e lei e Zee come testimoni; nel tentativo di persuaderla, le promette anche una parte dell'eredità. Erin tuttavia rifiuta di allearsi con lui e, quando le si avvicina per abbracciarla, lo uccide senza pietà, infilandogli il coltello nel collo. Inaspettatamente viene colpita subito dopo da un proiettile esploso da un poliziotto che aveva ricevuto la telefonata di emergenza ed aveva sbirciato la scena da una finestra. Il poliziotto va a chiamare i rinforzi presso la sua automobile, dopodiché fa irruzione nella casa; Erin, che è solamente ferita, cerca di fermarlo, ma non ci riesce, così il poliziotto viene colpito mortalmente da un'ascia che precedentemente la ragazza aveva posizionato come trappola davanti alla porta d'ingresso.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato ripreso in una villa del Missouri nel 2011 e le riprese sono durate per più di un mese. Le riprese sono state effettuate di notte tra le 7 di sera e le 7 di mattina per oltre quattro settimane.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La canzone riprodotta dal lettore CD in diverse scene è Looking for the Magic della Dwight Twilley Band (1977). La cover nei titoli di coda è la versione di Mind the Gap.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Sharni Vinson durante la promozione del film al Miami Film Festival

Il film è stato proiettato in anteprima al Toronto International Film Festival del 2011. Ma a causa di diversi ritardi e non essendo ancora completato, l'uscita è stata posticipata al 23 agosto 2013. In Italia il film è stato distribuito dalla Eagle Pictures il 19 settembre dello stesso anno.

Divieti[modifica | modifica wikitesto]

Negli USA il film è stato vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da un adulto (Rating R). In Italia invece il film era stato inizialmente vietato ai minori di 18 anni, divieto poi abbassato ai minori di 14 anni prima di venire distribuito in sala.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato apprezzato dalla critica e dagli spettatori, tanto da guadagnarsi il 75% su Rotten Tomatoes, famoso sito di recensioni sui film e diverse critiche positive mondialmente, per aver avuto un tocco di originalità nello "slasher" e nel sottogenere horror "home invasion". In America ha superato i 25 milioni di $, superando estremamente il suo budget.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema