You've Come a Long Way, Baby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
You've Come a Long Way, Baby
album in studio
ArtistaFatboy Slim
Pubblicazione19 ottobre 1998
Durata61:57
Dischi1
Tracce11
GenereBig beat
EtichettaSkint Records/Astralwerks
ProduttoreFatboy Slim
Certificazioni
Dischi d'oroGiappone Giappone[1]
(vendite: 100 000+)
Svizzera Svizzera[2]
(vendite: 25 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia (3)[3]
(vendite: 210 000+)
Canada Canada[4]
(vendite: 100 000+)
Francia Francia[5]
(vendite: 300 000+)
Regno Unito Regno Unito (4)[6]
(vendite: 1 200 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[7]
(vendite: 1 000 000+)
Fatboy Slim - cronologia
Singoli
  1. The Rockafeller Skank
    Pubblicato: 8 giugno 1998
  2. Gangster Tripping
    Pubblicato: 5 ottobre 1998
  3. Praise You
    Pubblicato: 4 gennaio 1999
  4. Right Here, Right Now
    Pubblicato: 19 aprile 1999
  5. Build It Up - Tear It Down
    Pubblicato: 15 settembre 1999
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Ondarock[8] Pietra miliare

You've Come a Long Way, Baby è il secondo album in studio del DJ britannico Fatboy Slim, pubblicato il 19 ottobre 1998.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La copertina europea, raffigurante una persona obesa, è diversa da quella americana, che ha come soggetto uno scaffale pieno di LP.

Il singolo Build It Up - Tear It Down è la sigla iniziale del film Human Traffic.

Il singolo Right Here, Right Now è stata usata nel trailer del film Il giardino delle vergini suicide.

Il singolo The Rockafeller Skank è stata inserita nella colonna sonora del videogioco FIFA 99[9] e nel film omonimo dei Digimon[10].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Right Here, Right Now
  2. The Rockafeller Skank
  3. Fucking in Heaven
  4. Gangster Tripping
  5. Build It Up - Tear It Down
  6. Kalifornia
  7. Soul Surfing
  8. You're Not from Brighton
  9. Praise You
  10. Love Island
  11. Acid 8000

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Japanese album certifications - Fatboy Slim - You've Come a Long Way, Baby, su riaj.or.jp, RIAJ. URL consultato il 3 agosto 2018.
  2. ^ The Official Swiss Charts and Music Community: Awards (Fatboy Slim;'You've Come a Long Way, Baby, su swisscharts.com, IFPI Switzerland. URL consultato il 3 agosto 2018.
  3. ^ ARIA Charts - Accreditations - 1999 Albums, su aria.com.au, ARIA. URL consultato il 3 agosto 2018.
  4. ^ Canadian album certifications - Fatboy Slim - You've Come a Long Way, Baby, su musiccanada.com, Music Canada. URL consultato il 3 agosto 2018.
  5. ^ French album certifications - Fatboy Slim - You've Come a Long Way, Baby, su snepmusique.com, SNEP. URL consultato il 3 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 3 agosto 2018).
  6. ^ British album certifications - Fatboy Slim - You've Come a Long Way, Baby, su bpi.co.uk, BPI. URL consultato il 3 agosto 2018.
  7. ^ American album certifications - Fatboy Slim - You've Come a Long Way, Baby, su riaa.com, RIAA. URL consultato il 3 agosto 2018.
  8. ^ Michele Corrado, Giuliano Delli Paoli, Fatboy Slim - You've Come A Long Way, Baby, su ondarock.it. URL consultato il 4 aprile 2022.
  9. ^ Recensione Fifa '99 Archiviato il 12 ottobre 2009 in Internet Archive. gamesurf.tiscali.it
  10. ^ Digimon: The Movie, su DigimonWiki. URL consultato il 10 maggio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica