Yishuv

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ebrei del vecchio Yishuv nel 1895

L'Yishuv (in ebraico: ישוב, letteralmente "insediamento") o Ha-Yishuv (lo Yishuv, in ebraico: הישוב, oppure הישוב היהודי בארץ ישראל, Hayishuv Hayehudi b'Eretz Yisrael ("L'insediamento ebraico in terra d'Israele"), era un gruppo etnico vicino-orientale ebraico costituito da gruppi di coloni ebrei che, al principio del XX secolo, ben prima della costituzione dello Stato di Israele e comunque prima della prima Aliyah, vivevano di agricoltura intorno a Eretz Israel ("Terra d'Israele"). I diversi termini nacquero per distinguere gli ebrei già presenti sul territorio da quelli arrivati con l'immigrazione del 1882, ed oggi sono usati ad indicare la popolazione ebraica presente sul territorio prima della creazione dello Stato di Israele.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si parla, precisamente, di vecchio Yishuv per indicare la popolazione ebraica presente prima del 1882 e di nuovo Yishuv per indicare gli ebrei giunti con la prima Aliyah.

Gli appartenenti al vecchio Yishuv erano conservatori in materia di religione (anzi seguivano gli insegnamenti dell'ortodossia) e, mentre una buona quota di loro parlava arabo o ladino (i sefarditi), mentre la componente aschenazita parlava lo yiddish. Gran parte della comunità, fino alla seconda metà del XIX secolo, aveva origini maghrebine, eredità espressa nelle peculiarità dei suoi dialetti arabi, che presentavano profonde influenze maghrebine.[1] Non nutrivano grande affinità col movimento sionista. Ricevevano sostegno dagli ebrei della diaspora, quelli cioè viventi in altre parti del mondo. Erano circa 25.000 nel 1882, distribuiti principalmente fra Gerusalemme, Safad, Tiberiade, Hebron, Jaffa, Haifa, Peki'in, San Giovanni d'Acri, Nablus, Shfaram.

Entrarono in conflitto con la popolazione araba, specialmente i fellah (contadini), quando parteciparono alla costituzione della HaShomer e per questo licenziarono i soldati circassi di cui si servivano sino a quel momento. L'atto fu considerato ostile dagli arabi in quanto i soldati non musulmani (i Circassi furono avvicendati da truppe di ebrei) non avrebbero potuto portare armi in terra d'Islam. Lo Jishuv fu quindi coinvolto negli scontri di Jaffa del 1908 e nel boicottaggio antiebraico di Hebron che si protrasse sino all'anno successivo e che comprese aggressioni e violenze delle quali, malgrado la compresenza in zona di componenti sioniste meno pacifiche, lo Jishuv fu obiettivo privilegiato.

Con l'ingresso degli immigrati nella componente ebraica della Palestina, la storia dell'Jishuv si fonde in quella del popolo d'Israele, talvolta chiamato con questo termine anche a fini amministrativi. Gli ebrei ebbero infatti una limitata rappresentatività politica e con questo nome furono interlocutori delle autorità reggenti durante il mandato britannico della Palestina (1920-1948).

Diverse opere sulla definizione del termine Yishuv e sul suo inquadramento storico e sociologico, sono state scritte fra gli altri da Yehoshua Kni'el, Hana Herzog e Firer.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Aharon Geva-Kleinberger, Judeo-Arabic in the Holy Land and Lebanon, in Languages in jewish Communities, Past and Present, pp. 569-582, ISBN 9781501512988.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4478755-8
Ebraismo Portale Ebraismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ebraismo