Yannick Nzosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Yannick Nzosa
Nazionalità RD del Congo RD del Congo
Altezza 208 cm
Peso 97 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Centro
Squadra Málaga
Carriera
Giovanili
2017-2019Stella Azzurra
2019-2020Málaga
Squadre di club
2020-Málaga52 (165)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 20 maggio 2022

Yannick Nzosa Manzila (Kinshasa, 15 novembre 2003) è un cestista della Repubblica Democratica del Congo, professionista nella ACB con Malaga.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Yannick Nzosa nasce a Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo. Il padre di Nzosa lavora in Cina, mentre la madre vive ancora in un villaggio congolese senza elettricità.[1] Ha quattro sorelle e un fratello. Il suo tutore è Joe Lolonga, direttore tecnico della federazione cestistica del Congo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizi e carriera giovanile[modifica | modifica wikitesto]

Yannick cresce giocando come portiere a calcio, prima di essere notato, all'età di 12 anni, dall'amico di un allenatore della New Generation Basketball, dove inizia dunque la sua carriera da cestista. Un anno dopo, con l'aiuto dell'ex cestista Anicet Lavodrama, cerca di iscriversi alla Canterbury Academy di Las Palmas, Spagna, non riuscendo però ad ottenere il necessario visto.[2]

Nel 2017 inizia a giocare per la Stella Azzurra Roma, dove i compagni Paul Eboua e Jordan Bayehe cercano di insegnarli l'italiano.[3] Nel febbraio dello stesso anno gioca con la squadra under-18 al torneo di Kaunas, valido per la qualifcazione all'Euroleague Basketball Next Generation Tournament, venendo incluso nel miglior quintetto della manifestazione.[4] Nella successiva stagione viene girato in prestito ai Roseto Sharks della Serie A2.[5]

Il 6 settembre 2019, prima di una seduta di allenamento dei Roseto Sharks, Nzosa viene prelevato dal suo hotel dal mentore Joe Lolonga, al fine di raggiungere Malaga e formare con la squadra spagnola. La Stella Azzurra, ignara dell'accaduto, decide di denunciare Lolonga per sottrazione di minore. Nzosa annuncia poco dopo il suo trasferimento su Instagram. Inizia ad allenarsi inizialmente con l'Unicaja Andalucía, la squadra minore del Malaga iscritta al campionato EBA, non potendo però partecipare in competizioni ufficiali a causa della disputa con la Stella Azzurra sui suoi diritti.[6][7] Nel dicembre 2019, dopo la sentenza favorevole della FIBA, Nzosa partecipa con la squadra under-18 al torneo di Valencia, anch'esso valido per la qualificazione all'Euroleague Basketball Next Generation Tournament, venendo incluso nel miglior quintetto della manifestazione.[8][9]

Liga ACB[modifica | modifica wikitesto]

Club Baloncesto Malaga (2020-)[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 marzo 2020 firma un contratto di cinque anni con Malaga.[10] Il contratto include una clausola di 1 milione di euro in caso di trasferimento nella NBA o nell'Eurolega.[11] La Stella Azzura riceve 25.000 euro di compensazione per il trasferimento.[12] Il 27 settembre, all'età di 16 anni e 10 mesi, Nzosa debutta nella ACB, facendo registrare, in soli 18 minuti di gioco, 10 punti (con 5 su 5 al tiro), 3 rimbalzi e 2 stoppate. Nzosa diventa così il terzo sedicenne di sempre, dopo Ricky Rubio e Luka Dončić, a far registrare almeno 10 punti in una partita, diventando anche il secondo più giovane debuttante nella storia del Malaga dopo Pablo Sanchez.[13] Due giorni dopo debutta nell EuroCup, senza però segnare alcun punto in 9 minuti di gioco.[14] Il 3 ottobre diventa invece il primo minorenne nella storia della ACB a realizzare almeno 10 punti nelle prime due partite in carriera.[15] L'11 ottobre diventa invece il più giovane di sempre a realizzare almeno 4 stoppate in una partita della ACB, superando il precedente record di Kristaps Porziņģis.[16]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

  • Kaunas All-Euroleague Basketball Next Generation Tournament Team (2017)
  • Valencia All-Euroleague Basketball Next Generation Tournament Team (2019)

Record[modifica | modifica wikitesto]

Liga ACB[modifica | modifica wikitesto]

  • Uno dei tre sedicenni di sempre (insieme a Ricky Rubio e Luka Doncic) a realizzare almeno 10 punti nel debutto nella ACB.[13]
  • Unico minorenne nella storia della ACB con almeno 10 punti segnati nelle prime due partite in carriera.[15]
  • Più giovane giocatore di sempre con almeno 4 stoppate in una partita della ACB.[16]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ “Yannick è stato rapito”. La fuga a Malaga (col mentore) del talento Nzosa, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 3 luglio 2021.
  2. ^ https://kiaenzona.com/liga-endesa/yannick-nzosa-frenesi-y-vertigo-de-un-portero-de-kinshasa-por-jose-manuel-puertas-116801/, su kiaenzona.com.
  3. ^ Serie A2 Est – Roseto Sharks IL RATTO DI YANNICK NZOSA, su roseto.com. URL consultato il 3 luglio 2021.
  4. ^ (EN) Kriisa named MVP of ANGT Kaunas, su ADIDAS Next Generation Tournament. URL consultato il 3 luglio 2021.
  5. ^ Il «caso» Yannick Nzosa, il prospetto scippato alla Stella Azzurra Roma, in Sportando. URL consultato il 3 luglio 2021.
  6. ^ (ES) Málaga Hoy, El Unicaja echa las redes sobre Yannick Nzosa, su Málaga Hoy, 8 settembre 2019. URL consultato il 3 luglio 2021.
  7. ^ (ES) Emilio Fernández, FIBA Europa resuelve a favor del Unicaja el caso de Yannick Nzosa, su La Opinión de Málaga, 31 marzo 2020. URL consultato il 3 luglio 2021.
  8. ^ (EN) MVP Montero heads ANGT Valencia all-tourney team, su ADIDAS Next Generation Tournament. URL consultato il 3 luglio 2021.
  9. ^ (ES) Málaga Hoy, Nzosa, elegido en el quinteto ideal del Adidas Next Generation, su Málaga Hoy, 29 dicembre 2019. URL consultato il 3 luglio 2021.
  10. ^ (EN) Malaga to officially incorporate youngster Yannick Nzosa, su Eurohoops, 31 marzo 2020. URL consultato il 3 luglio 2021.
  11. ^ (ES) El Unicaja blinda a Yannick Nzosa como a una estrella, su Diario Sur, 1º aprile 2020. URL consultato il 3 luglio 2021.
  12. ^ (ES) En Estados Unidos ya preparan el salto de Yannick Nzosa a la NBA, su Diario Sur, 10 settembre 2020. URL consultato il 3 luglio 2021.
  13. ^ a b (ES) Yannick Nzosa, ha nacido una estrella, su Diario Sur, 27 settembre 2020. URL consultato il 3 luglio 2021.
  14. ^ (ES) El Unicaja se estrena con victoria en la Eurocup, su AS.com, 29 settembre 2020. URL consultato il 3 luglio 2021.
  15. ^ a b (ES) Alberto Fuentes, Nzosa, el niño de los récords, su La Opinión de Málaga, 4 ottobre 2020. URL consultato il 3 luglio 2021.
  16. ^ a b (ES) Nzosa supera a Porzingis, el más joven en poner cuatro tapones en un partido ACB, su MARCA, 12 ottobre 2020. URL consultato il 3 luglio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]