Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Yanggakdo International Hotel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yanggakdo International Hotel
Dprk-hotel-yanggakdo.jpg
Ubicazione
Stato Corea del Nord Corea del Nord
Località Pyongyang
Coordinate 38°59′56.16″N 125°45′04.15″E / 38.998933°N 125.751153°E38.998933; 125.751153Coordinate: 38°59′56.16″N 125°45′04.15″E / 38.998933°N 125.751153°E38.998933; 125.751153
Informazioni
Condizioni in uso
Costruzione 1986-1992
Inaugurazione 1995
Uso albergo
Altezza 170 m
Piani 47
Area calpestabile 87.870 m²
Ascensori 8
Realizzazione
Costruttore Campenon Bernard

Lo Yanggakdo International Hotel (in hangul 양각도국제호텔, in hanja 羊角島國際호텔, traslitterato Yanggakdo Gukje Hotel o Yanggakto Kukche Hot'el) è un albergo sito a Pyongyang, in Corea del Nord.

Il grattacielo è il più alto albergo operativo della Corea del Nord e il secondo in assoluto dopo il costruendo Ryugyong Hotel. È situato sull'isola di Yanggak, in mezzo al fiume Taedong, 2 km a sud-est del centro di Pyongyang. L'edificio è alto 170 m per 47 piani; sulla sommità è situata una piattaforma. Costruito tra il 1986 e il 1992 da un'impresa francese, fu aperto nel 1995.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

L'albergo contiene 1.000 stanze, per un totale di 87.870 metri quadrati.

Al piano terra è situata la reception ed alcuni negozi, ove è possibile acquistare kit numismatici di valuta locale, cartoline ed altri articoli a prezzi ridotti. Vi è poi un bar e una libreria che vende solo prodotti editoriali nazionali, tra cui il giornale locale in lingua inglese The Pyongyang Times, opere di e su Kim Il-sung, Kim Jong-il e Kim Jong-un, libri per bambini e opere varie sulla Corea del Nord.

Oltre al ristorante panoramico sulla sommità, l'albergo ne ospita al secondo piano altri quattro: le sale da pranzo 1 e 2, la sala principale per le cerimonie e il ristorante giapponese-cinese-coreano.

Il quinto piano non è accessibile agli ospiti dell'albergo, tanto che negli ascensori non esiste il relativo pulsante. Il "quinto piano" è in realtà suddiviso in due piani separati, con camere per lo più chiuse e decorato con manifesti propagandistici.

Nel seminterrato si trovano una sala bowling, una piscina, un salone di barbiere, un casinò e un centro massaggi da 9.000 m2, gestito da personale cinese esclusivamente femminile, realizzato nel 2011 al posto di un presistente campo da golf indoor da nove buche.[1][2].

Vicino all'albergo, sempre sull'isola di Yanggak, è situata la sala da cinema internazionale di Pyongyang , dove si tengono le cerimonie di apertura e chiusura del festival internazionale del cinema di Pyongyang.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 gennaio 2016 il giovane turista statunitense Otto Warmbier è stato arrestato, dopo la denuncia del personale dell'albergo, per aver rubato un poster propagandistico appeso ad una parete dell'albergo e condannato a 15 anni di lavori forzati. Dopo 17 mesi di detenzione, lo studente americano è stato liberato per gravissimi motivi di salute e, dopo essere stato rimpatriato negli Stati Uniti, è morto dopo pochi giorni.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sthankiya, Nayan, North Koreans Eager to Play Golf as Well, su Seoul Times. URL consultato il 23 maggio 2007.
  2. ^ Yanggakdo Golf Course is no more…, su North Korean Economy Watch. URL consultato il 16 febbraio 2013.
  3. ^ Angelo Aquaro, Corea del Nord, la morte di Otto Warmbier e la prudenza Usa, in Repubblica, 20 giugno 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]