Yamamay

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
YamamaY
Logo
StatoItalia Italia
Fondazione2001 a Gallarate
Sede principaleGallarate
GruppoGruppo Pianoforte Holding
SettoreAbbigliamento
Prodotti
  • Biancheria intima Uomo/Donna
  • Costumi da bagno Uomo/Donna
  • Maglieria Uomo/Donna
  • Calzature
  • Make up
Slogan«Yamamay per chi si ama»
Sito web

Yamamay è un marchio di biancheria intima appartenente al Gruppo Pianoforte Holding SpA di proprietà delle famiglie Cimmino e Carlino e con sede a Gallarate (Provincia di Varese)[1]. I prodotti a marchio Yamamay vengono distribuiti per lo più con la formula del franchising in oltre 600 negozi nel mondo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 2001, il marchio di biancheria intima maschile e femminile Yamamay già nei primi anni di attività è stata considerata una tra le prime dieci aziende emergenti nel mondo della moda. Con una capillare rete distributiva di boutique monomarca in franchising ed in gestione diretta, Yamamay conta circa 600 negozi in Italia e nel mondo.

Attuale presidente è Francesco Pinto; amministratori delegati Gianluigi Cimmino (ideatore del progetto ed anche responsabile del marketing) e Maurizio Carlino.

L'azienda è stata anche la prima italiana del settore ad espandere la propria attività tramite un negozio online.

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Biancheria[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente Yamamay produce biancheria intima, calze, pigiameria, maglieria e costumi da bagno per uomo, per donna e bambino/a.

Cosmetica e make-up[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2009 è stata lanciata sul mercato anche una linea di prodotti di cosmetica e make-up con il marchio Yamamay Beauty.

Calzature[modifica | modifica wikitesto]

Più recentemente è stata ideata, grazie alla collaborazione con Miriade spa, una linea di calzature denominata Yamamay Shoes, che vede come prodotto di punta le ballerine Yamamour.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Fra i personaggi più celebri ad aver prestato la propria immagine a Yamamay si possono ricordare l'attrice Martina Stella[2] nel 2007, l'atleta Andrew Howe[3] nel 2008 e la tuffatrice Tania Cagnotto con il nuotatore Massimiliano Rosolino nel 2009, cui sono stati affiancati nel 2010 i colleghi Luca Marin, Alessandro Calvi, Rudy Goldin, Nicola Ferrua e Christian Galenda e la campionessa di ciclismo Noemi Cantele[4].

Il 2010 è anche l'anno che segna la collaborazione con una delle maggiori popstar del panorama musicale, Jennifer Lopez, mentre testimonial per la linea maschile diventa il celebre deejay francese Bob Sinclar.

Tra le modelle ad aver invece posato per i cataloghi del marchio: Karen Carreno, Aline Nakashima, Jessica White, Gracie Carvalho ed Elettra Rossellini Wiedemann (figlia della celebre attrice Isabella Rossellini). Nel 2011 Testimonial per la linea femminile è stata la pluripremiata nuotatrice Federica Pellegrini[5], inoltre l'azienda si espande nel mondo dei social network attraverso una collaborazione con la blogger Chiara Ferragni[6]. Nel 2013 volto dell'azienda è stata Marica Pellegrinelli[7]. Nel 2013 inoltre l'azienda inizia la sua collaborazione con il concorso internazionale Miss Universo, facendo di Gabriela Isler (Miss Universo 2013) una delle testimonial della linea estiva 2014; nello stesso anno ha iniziato a collaborare anche la modella Emily Ratajkowski.

È sponsor ufficiale della squadra di calcio Ischia Isolaverde.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Yamamay distribuisce i suoi prodotti in oltre 600 negozi nel mondo, di cui 560 con la formula del franchising.[8]

In Italia i negozi del marchio sono 78.[9] nel dicembre 2018 apre un negozio Yamamay (con caffè) in piazza Cordusio a Milano.

Gruppo Pianoforte Holding[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 2010 dalla fusione di Inticom-Yamamay e Jaked con Kuvera-Carpisa, fa capo alle famiglie napoletane Cimmino e Carlino. Opera attraverso tre brand: Yamamay (biancheria intima), Carpisa (borse e valige), Jaked (costumi).[10] Presidente è Luciano Cimmino, amministratori delegati Gianluigi Cimmino e Maurizio Carlino,[11] fatturato nel 2017 di 300 milioni di euro, Ebidta di 18 milioni, export del 16%, 2.300 dipendenti, 1.298 negozi in 52 paesi di cui 900 in Italia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) yamamay.com, https://www.yamamay.com/it_en/about-us. URL consultato il 24 giugno 2017.
  2. ^ Moda e Tendenze: Martina Stella testimonial per Yamamay
  3. ^ YAMAMAY SALTA CON ANDREW HOWE
  4. ^ Yamamay Linea Uomo Autunno Inverno 2009 2010 (da Newemotion.it)
  5. ^ Federica Pellegrini sexy testimonial in lingerie per Yamamay
  6. ^ Yamamay - Official Eshop - Underwear, clothing, beachwear[collegamento interrotto]
  7. ^ Marica Pellegrinelli volto Yamamay 2013
  8. ^ Franchising, su Yamamay Eshop. URL consultato il 27 dicembre 2015.
  9. ^ Mappa dei negozi sul sito ufficiale, su Yamamay.com/it. URL consultato il 18 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2017).
  10. ^ Le piccole Zara italiane: il low cost paga, su linkiesta.it, 3 maggio 2013. URL consultato l'11 maggio 2018.
  11. ^ Due soci per la pelle, su napoli.repubblica.it, giugno 2009. URL consultato l'11 maggio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]