Xiphosura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Xiphosura
Limules.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Protostomia
(clade) Ecdysozoa
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Merostomata
Ordine Xiphosura
Latreille, 1802 [1]

Gli xifosuri (Xiphosura) sono un ordine di artropodi, nella classe dei merostomi. Gli animali che vi appartengono hanno un cefalotorace ricoperto da un ampio carapace convesso a forma di ferro di cavallo, l'addome non segmentato e dodici appendici fogliacee. Il sistema circolatorio è molto ben sviluppato, con un cuore allungato e una ricca rete vasale. I primi animali di questa sottoclasse sono comparsi nel periodo Ordoviciano e sono tuttora esistenti. Attualmente sono presenti solo cinque specie; Limulus polyphemus può raggiungere i 60 centimetri.

Nel corso dell'era Paleozoica e dell'era Mesozoica gli xifosuri raggiunsero una notevole espansione; sono note numerose forme fossili, che vivevano in una grande varietà di ambienti. Tra i più noti xifosuri estinti, da ricordare Lunataspis, Euproops e Mesolimulus.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Taxon profile: Xiphosura, in BioLib.cz, Biological Library. URL consultato il 3 marzo 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi