Xiahou Dun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Illustrazione su Xiahou Dun

Xiahou Dun (cinese tradizionale 夏侯惇; pinyin Xiàhóu Dūn; Bozhou, ... – 220) è stato un generale cinese.

Era un ufficiale Wei e parente di Cao Cao. Si dice che abbia perso un occhio ferito da una freccia in uno scontro con Lu Bu e, poiché l'occhio gli apparteneva, pare l'abbia strappato dalla freccia e l'abbia mangiato. Comandava grandi truppe e combatteva come braccio destro di Cao Cao.

Le Cronache dei Tre Regni descrivono Xiahou Dun come un uomo modesto e generoso. Costrinse il suo educatore a seguirlo in battaglia in modo da continuare la sua formazione anche nel bel mezzo della battaglia.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato nella contea di Qiao (譙, l'attuale Bozhou) all'età di quattordici anni uccise un uomo che aveva insultato il suo maestro. Da allora la sua fiera personalità divenne celebre in tutta la regione. Nel 190 Xiahou si unì a Cao Cao nella sua campagna contro il tirannico signore della guerra Dong Zhuo. Xiaohou fu uno stretto alleato di Cao Cao fin dalle prime battaglie contro Dong Zhuo e in particolare nella battaglia di Yanzhou, la cui vittoria gli valse la nomina a vice-comandante.

Tuttavia, egli subì una grave umiliazione nel 194, durante la campagna di Cao Cao contro Tao Qian; allora, Xiahou era a capo della guarnigione della città di Puyang, non molto lontano dal fronte. Improvvisamente, Zhang Miao e Chen Gong si ribellarono e presero il controllo di gran parte del moderno Shandong. Immediatamente, Xiahou Dun assunse il comando di una forza di cavalleria e si diresse a Juancheng, dove risiedeva la famiglia di Cao Cao. A questo punto, Lu Bu, alleatosi ai ribelli, attaccò e conquistò Puyang, lasciata senza comandante. Subito dopo, egli inviò dei messaggeri a Xiahou Dun per chiedergli la resa; i messaggeri si rivelarono guerrieri armati che presero il condottiero in ostaggio all'interno della sua stessa tenda. La fermezza del suo subordinato Han Hao gli salvò la vita: egli si rifiutò di arrendersi e, preso il comando delle truppe, assaltò la tenda, liberando Xiahou e uccidendo i "messaggeri".

Appena appreso della rivolta, Cao Cao si riunì a Xiahou ed i due riconquistarono Puyang, costringendo Lu Bu a ritirarsi sotto la protezione di Liu Bei nello Xiapi.

Poco dopo, però, Lu Bu prese il controllo dello Xiapi e tornò all'attacco. Nel 198, Gao Shun, generale al servizio di Lu Bu, attaccò Xiaopei. Cao Cao inviò Xiahou Dun ad intercettare Gao Shun, sperando in un'alleanza con Liu Bei, che si trovava a Xiaopei. La battaglia fu tuttavia persa e in quest'occasione una freccia lo colpì nell'occhio. Secondo la tradizione, Xiahou estrasse la freccia e si mangiò il suo stesso bulbo oculare. Dopo la fine della campagna contro Lu Bu, Cao Cao lo promosse al titolo onorifico di Generale Jianwu (建武將軍).

In questo breve periodo di relativa pace, Xiahou Dun si impegnò ad implementare i programmi agrari già fissati da Cao Cao, occupandosi prevalentemente dell'area del presente Hunan. Egli fece costruire una diga sul fiume Taishou e vi fece creare intorno larghe piantagioni di riso. Questo contribuì all'incremento della produzione di cibo in tutto l'impero.

Nel 202, Xiahou Dun fu inviato a contrastare Liu Bei nella battaglia di Bowang; ad un certo punto, Liu Bei diede fuoco al suo accampamento e fuggì. Nonostante fosse sconsigliato dai suoi consiglieri militari, Xiahou Dun si lanciò all'inseguimento, ma venne sconfitto quando le truppe di Liu Bei gli tesero un'imboscata.

Dopo la morte di Cao Cao, suo figlio Cao Pi costrinse l'imperatore Xian di Han ad abdicare, divenendo così il primo imperatore del Cao Wei; appena salito al trono, nominò Xiahou Dun generale supremo. Tuttavia, pochi mesi dopo il generale si ammalò e morì; i più religiosi videro in ciò il fatto che Xiahou volesse seguire il suo signore anche nell'aldilà.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie