XVI legislatura del Regno d'Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flag of Italy (1861-1946).svg Regno d'Italia
XVI legislatura
Informazioni XVI legislatura
Monarca Umberto I di Savoia
Inizio 10 giugno 1886
Fine 22 ottobre 1890
Sessioni
I sessione 10 giu. 1886–4 set. 1887
II sessione 16 nov. 1887–4 gen. 1889
III sessione 28 gen. 1889–20 lug. 1889
IV sessione 25 nov. 1889–3 ago. 1890
Camera
Elezioni 23 maggio 1886 (Dettagli)
Presidente Giuseppe Biancheri
Deputati Elenco
Senato
Presidente Giacomo Durando
Domenico Farini
Senatori Elenco
Capi di governo
Governi Depretis VII (1885-1887)
Depretis VIII (1887)
Crispi I (1887-1889)
Crispi II (1889-1891)
Left arrow.svg XV legislatura XVII legislatura Right arrow.svg

La XVI legislatura del Regno d'Italia ebbe inizio il 10 giugno 1886 e si concluse il 22 ottobre 1890.

Governi[modifica | modifica wikitesto]

Governi formati dai Presidenti del Consiglio dei ministri su incarico reale.

  1. Governo Depretis VII (29 giugno 1885 - 4 aprile 1887), presidente Agostino Depretis
    • Composizione del governo: Sinistra storica
  2. Governo Depretis VIII (4 aprile 1887 - 29 luglio 1887), presidente Agostino Depretis
    • Composizione del governo: Sinistra storica
  3. Governo Crispi I (29 luglio 1887 - 9 marzo 1889), presidente Francesco Crispi
    • Composizione del governo: Sinistra storica
  4. Governo Crispi II (9 marzo 1889 - 6 febbraio 1891), presidente Francesco Crispi
    • Composizione del governo: Sinistra storica

Parlamento[modifica | modifica wikitesto]

Camera dei Deputati[modifica | modifica wikitesto]

I sessione
II sessione
III sessione
IV sessione

Nella legislatura la Camera tenne 631 sedute.[1]

Senato del Regno[modifica | modifica wikitesto]

I sessione
II sessione
III sessione
IV sessione

Nella legislatura il Senato tenne 312 sedute.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b F. Bartolotta, vol. I, pag. 133.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Bartolotta (a cura di), Parlamenti e governi d'Italia dal 1848 al 1970, Roma, Vito Bianco Ed., 1971.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]