XIII Giochi paralimpici invernali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
XIII Giochi paralimpici invernali
Beijing 2022 Paralympics.svg
Città ospitantePechino, Cina
Paesi partecipanti46[1] (vedi sotto)
Atleti partecipanti564[1]
(426 Uomini - 138 Donne)
Competizioni78 in 5 sport
Cerimonia apertura4 marzo 2022
Cerimonia chiusura13 marzo 2022
Aperti daXi Jinping
Ultimo tedoforoLi Duan
StadioStadio nazionale di Pechino
Medagliere
Nazione Medaglie d'oro vinte Medaglie d'argento vinte Medaglie di bronzo vinte Medaglie complessive vinte
Cina Cina18202361
Ucraina Ucraina1110829
Canada Canada8611 25
Cronologia dei Giochi paralimpici
Giochi precedentiGiochi successivi
Pyeongchang 2018 Milano 2026

I XIII Giochi paralimpici invernali (in cinese 第十三届冬季残疾人奥林匹克运动会S) si sono svolti a Pechino, la capitale della Cina, dal 4 al 13 marzo 2022, nelle stesse località che avevano ospitato i XXIV Giochi olimpici invernali.

È stata la seconda manifestazione paralimpica che si è tenuta in Cina, dopo l'edizione estiva del 2008, inoltre Pechino è diventata la prima città ad ospitare sia i giochi paralimpici estivi sia quelli invernali.

Assegnazione[modifica | modifica wikitesto]

Come da accordi tra il Comitato Paralimpico Internazionale e il Comitato Olimpico Internazionale, il paese selezionato per ospitare i giochi olimpici deve ospitare anche i corrispondenti giochi paralimpici.[2] Il 31 luglio 2015 durante la 128ª sessione del CIO svoltasi a Kuala Lumpur, la città Pechino ha ottenuto l'organizzazione dei XXIV Giochi olimpici invernali e di conseguenza anche dei XIII Giochi paralimpici invernali. La capitale cinese ha vinto la concorrenza della città kazaka di Almaty.[3]

Risultati assegnazione
Città Nazione 1º turno
Pechino Cina Cina 44
Almaty Kazakistan Kazakistan 40

Impianti[modifica | modifica wikitesto]

Posizione delle varie località.

Le competizioni dei XIII Giochi paralimpici invernali si sono svolte in cinque impianti, due a Pechino, uno nella contea di Yanqing e due a Zhangjiakou. Lo stadio nazionale di Pechino è stato la sede delle cerimonie di apertura e chiusura.[4]

Impianto Zona Disciplina Apertura Capienza
Stadio nazionale di Pechino Pechino Cerimonie di apertura e chiusura 2008 80 000
Centro acquatico nazionale di Pechino Pechino Curling in carrozzina 2008 17 000
Stadio coperto nazionale di Pechino Pechino Hockey su slittino 2007 18 000
National Alpine Ski Centre Yanqing Sci alpino 2019 8 500
National Biathlon Centre Zhangjiakou Biathlon e sci di fondo 2020 6 000
Genting Snow Park Zhangjiakou Snowboard 2012 10 900

I Giochi[modifica | modifica wikitesto]

Paesi partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Mappa delle nazioni partecipanti:

     Paesi che hanno partecipato anche in passate edizioni

     Paesi che hanno partecipato per la prima volta

     Paesi che non hanno partecipato

     Paesi a cui è stato vietato partecipare

Numero di atleti partecipanti per nazione.

I comitati paralimpici che hanno preso parte ai XIII Giochi paralimpici invernali sono stati 46. Azerbaigian, Israele e Porto Rico hanno fatto il loro debutto ai Giochi paralimpici invernali.[1]

Il 2 marzo 2022, come conseguenza dell'invasione russa dell'Ucraina, il Comitato Paralimpico Internazionale (CPI) stabilì che gli atleti bielorussi e russi avrebbero dovuto gareggiare come atleti neutrali sotto la bandiera del CPI e che le medaglie eventualmente conquistate da questi atleti non sarebbero state incluse nel medagliere.[5] A seguito delle proteste di diversi comitati nazionali, che minacciarono di boicottare i giochi, il 3 marzo il CPI revocò la precedente decisione, vietando agli atleti bielorussi e russi di competere anche sotto bandiera neutrale.[6]

Prima di queste decisioni, era comunque previsto che gli atleti russi partecipassero sotto la bandiera del Comitato Paralimpico Russo e l'acronimo RPC in seguito alla squalifica di due anni imposta dall'Agenzia mondiale antidoping alla Russia a causa del suo programma di doping di stato.[7]

Di seguito sono riportate le nazioni che hanno partecipato, con indicato tra parentesi il numero di atleti:[1]

Discipline[modifica | modifica wikitesto]

Il programma dei XIII Giochi paralimpici invernali era composto da 5 sport, per un totale di 6 discipline divise in 78 eventi.[4]

Disciplina Maschile Femminile Misti Totali
Wheelchair curling - Paralympic pictogram.svg Curling in carrozzina 1 1
Ice sledge hockey - Paralympic pictogram.svg Hockey su slittino 1 1
Alpine skiing - Paralympic pictogram.svg Sci alpino 15 15 30
Sci nordico
18
9
9
18
9
9
2

2
38
18
20
Snowboarding - Paralympic pictogram.svg Snowboard 6 2 8
Totale (6 discipline) 39 35 4 78

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Cerimonia di apertura Competizioni Finali Cerimonia di chiusura
Marzo Ven Sab Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom Totale
4 5 6 7 8 9 10 11 12 13
IPC logo (2019).svg Cerimonie N.D.
Biathlon - Paralympic pictogram.svg Biathlon 6 6 6 18
Wheelchair curling - Paralympic pictogram.svg Curling in carrozzina 1 1
Ice sledge hockey - Paralympic pictogram.svg Hockey su slittino 1 1
Alpine skiing - Paralympic pictogram.svg Sci alpino 6 6 6 3 3 3 3 30
Cross-country skiing - Paralympic pictogram.svg Sci di fondo 2 4 6 6 2 20
Snowboarding - Paralympic pictogram.svg Snowboard 4 4 8
Totale 0 12 8 14 6 6 3 13 10 6 78

Medagliere[modifica | modifica wikitesto]

In totale, 19 comitati paralimpici hanno conquistato almeno una medaglia. Di seguito il medagliere completo:[8]

  Paese ospitante

Pos. Paese Oro Argento Bronzo Totale
1 Cina Cina 18 20 23 61
2 Ucraina Ucraina 11 10 8 29
3 Canada Canada 8 6 11 25
4 Francia Francia 7 3 2 12
5 Stati Uniti Stati Uniti 6 11 3 20
6 Austria Austria 5 5 3 13
7 Germania Germania 4 8 7 19
8 Norvegia Norvegia 4 2 1 7
9 Giappone Giappone 4 1 2 7
10 Slovacchia Slovacchia 3 0 3 6
11 Italia Italia 2 3 2 7
12 Svezia Svezia 2 2 3 7
13 Finlandia Finlandia 2 2 0 4
14 Gran Bretagna Gran Bretagna 1 1 4 6
15 Nuova Zelanda Nuova Zelanda 1 1 2 4
16 Paesi Bassi Paesi Bassi 0 3 1 4
17 Australia Australia 0 0 1 1
Kazakistan Kazakistan 0 0 1 1
Svizzera Svizzera 0 0 1 1
Totale 78 78 78 234

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Record number of female Para athletes set for Beijing 2022 Paralympic Winter Games, su paralympic.org, 4 marzo 2022. URL consultato il 4 marzo 2022 (archiviato il 4 marzo 2022).
  2. ^ (EN) Paralympics 2012: London to host 'first truly global Games', su bbc.com, 21 maggio 2012. URL consultato il 23 agosto 2016.
  3. ^ (EN) Pyeongchang will host the 2018 Winter Olympics, su bbc.co.uk, 6 luglio 2011. URL consultato il 23 agosto 2016.
  4. ^ a b (EN) Beijing 2022 Paralympic Winter Games Schedule (PDF), su paralympic.org. URL consultato il 1º marzo 2022 (archiviato il 21 febbraio 2022).
  5. ^ (EN) IPC makes decisions regarding RPC and NPC Belarus, su paralympic.org, 2 marzo 2022. URL consultato il 2 marzo 2022 (archiviato il 2 marzo 2022).
  6. ^ (EN) IPC to decline athlete entries from RPC and NPC Belarus for Beijing 2022, su paralympic.org, 3 marzo 2022. URL consultato il 3 marzo 2022 (archiviato il 3 marzo 2022).
  7. ^ (EN) IPC confirm details regarding RPC's Paralympic Games participation, su paralympic.org, 26 aprile 2021. URL consultato il 2 marzo 2022 (archiviato il 2 marzo 2022).
  8. ^ (EN) Beijing 2022 - Medals, su paralympic.org. URL consultato il 13 marzo 2022 (archiviato il 13 marzo 2022).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]