X-Plane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima serie di aeroplani sperimentali statunitensi, vedi Aerei X.
X-Plane
Sviluppo Laminar Research
Pubblicazione Laminar Research
Data di pubblicazione 1993
Genere Simulatore di volo
Tema Contemporaneo
Piattaforma Linux, Mac OS X, Microsoft Windows, iOS, Android

X-Plane è un simulatore di volo creato da Austin Meyer e prodotto dalla Laminar Research per Android, iOS, Linux, Mac OS X o Windows. X-Plane è distribuito insieme ad altri software per realizzare e modificare nuovi velivoli e scenari.

Il modello di volo di X-Plane si basa sulla cosiddetta "Blade Element Theory": le superfici aerodinamiche del velivolo (semiali, superfici di coda, etc.) vengono suddivise in più parti, quindi viene calcolata la forza agente su ciascuna di esse, applicando un fluido. Grazie a questo X-Plane può essere utilizzato per prevedere le caratteristiche di volo di velivoli di fantasia o non ancora realizzati.

La versione 9.30 introduce ulteriori importanti miglioramenti nel modello di volo, compresa la simulazione completa del propwash e downwash, nonché una modellazione ulteriormente migliorata sugli stalli asimmetrici e l'ingresso in vite.

La versione corrente del simulatore è la 10.25.

Attorno al simulatore si va incrementando la community di sviluppatori indipendenti, che pubblica quotidianamente add-on per lo più freeware.

Con la versione 8.60, X-Plane può fare parte come software di base per la realizzazione di simulatori certificati FAA per l'utilizzo come trainer in congiunzione a hardware parimenti certificato.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Aerei presenti[modifica | modifica sorgente]

-Lancair Evolution -McDonnell Douglas KC-10 Extender -Boeing B-52 Stratofortress -Boeing 747-400 -North American X-15 -McDonnell Douglas F-4 Phantom II -Lockheed Martin-Boeing F-22 Raptor -Northrop Grumman B-2 Spirit -Lockheed SR-71 Blackbird -Beechcraft Baron 58 -Beechcraft King Air C90B -Space Shuttle Orbiter

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]