Wynter Gordon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wynter Gordon
Wynter Gordon SXSW.png
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenerePop rock
Musica elettronica
Dance pop
Periodo di attività musicale2004 – in attività
EtichettaBig Beat Records, Atlantic Records
Album pubblicati1
Studio1
Sito ufficiale

Diana Eve Paris Gordon, meglio conosciuta con lo pseudonimo Wynter Gordon (25 agosto 1988), è una cantautrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originaria del Queens di New York, ha lavorato dal 2004 con il produttore D'Mile presso la Atlantic Records. Uno dei suoi primi crediti di scrittura è per il brano Gonna Breakthrough di Mary J. Blige, inserito nell'album The Breakthrough (2005).

Nel 2008 coscrive due tracce dell'album Welcome to the Dollhouse delle Danity Kane. Nel 2009 ottiene successo partecipando al singolo Sugar di Flo Rida. Sempre nel 2009 appare nell'album One Love di David Guetta e in particolare nel brano Toyfriend.

Lavora alla scrittura di quattro tracce inserite nell'album Love? di Jennifer Lopez (2011). Nel giugno 2011 pubblica il suo primo album in studio With the Music I Die, che è stato anticipato da due singoli, ossia Dirty Talk e Til Death. Pubblica tre EP tra il 2012 ed il 2015.

Coscrive e/o coproduce alcuni brani dell'album Lemonade di Beyoncé (2016). Nel luglio 2016 pubblica il brano The Legend Of a nome Diana Gordon.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010 - The First Dance
  • 2011 - With the Music I Die
  • 2012 - Human Condition: Doleo
  • 2013 - Human Condition: Sanguine
  • 2015 - Five Needle

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010 - Dirty Talk
  • 2011 - Til Death
  • 2011 - Buy My Love
  • 2012 - Still Getting Younger
  • 2015 - Bleeding Out
  • 2016 - The Legend Of (come Diana Gordon)
  • 2016 - Woman (come Diana Gordon)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN139633954 · ISNI (EN0000 0000 9479 7874 · Europeana agent/base/105208 · LCCN (ENno2008088006 · WorldCat Identities (ENlccn-no2008088006