World Series of Boxing 2011-2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
World Series of Boxing 2011-2012
Competizione World Series of Boxing
Sport Boxing pictogram.svg Pugilato
Edizione II
Organizzatore AIBA
Date 11 novembre 2011 -
9 giugno 2012
Partecipanti 12
Discipline 5
Sito Web Sito ufficiale
Risultati
Vincitore ItaliaD&G Milano Thunder
Secondo RussiaDynamo Moscow
Semi-finalisti KazakistanAstana Arlans
AzerbaigianBaku Fires
Cronologia della competizione
Left arrow.svg World Series of Boxing 2010-2011 World Series of Boxing 2012-2013 Right arrow.svg

La World Series of Boxing 2011-2012 è stata la seconda edizione della competizione di pugilato delle World Series of Boxing.

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione geografica delle squadre delle World Series of Boxing AIBA 2011-2012

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Le 12 squadre partecipanti, divise in due gironi, disputano la regular season con la formula del girone unico all'italiana, con incontri d'andata e ritorno. Al termine della stagione regolare, le prime quattro classificate di ogni girone sono ammesse ai play-off.

Categorie di peso[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono cinque categorie di peso:

Composizione dei roster[modifica | modifica wikitesto]

Il numero minimo di pugili per ogni squadra è di 15, senza limite massimo. Il numero minimo di atleti internazionali per ogni squadra è definito come segue:

  • Per squadre con 15 pugili: 4
  • Per squadre da 16 a 18 pugili: 5
  • Per squadre da 19 a 20 pugili: 6
  • Per squadre con più di 20 pugili: almeno 7

Il numero massimo di pugili internazionali provenienti dallo stesso Paese è limitato a 2 per ogni squadra.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

12 squadre provenienti da tutto il mondo hanno preso parte alla competizione.

Squadra Sede Confederazione Ultima partecipazione
Astana Arlans Astana (Kazakistan Kazakistan) ASBC 2010-2011
Baku Fires Baku (Azerbaigian Azerbaigian) ASBC 2010-2011
Bangkok Elephants Bangkok (Thailandia Thailandia) ASBC Debuttante[1]
Beijing Dragons Pechino (Cina Cina) ASBC 2010-2011
Dolce & Gabbana Milano Thunder Milano (Italia Italia) EUBC 2010-2011
Dynamo Moscow Mosca (Russia Russia) EUBC Debuttante[2]
Istanbul Bosphorus Istanbul (Turchia Turchia) EUBC 2010-2011[3]
Leipzig Leopards Lipsia (Germania Germania) EUBC Debuttante[4]
Los Angeles Matadors Los Angeles (Stati Uniti Stati Uniti) AMBC 2010-2011
Mexico City Guerreros Città del Messico (Messico Messico) AMBC 2010-2011
Paris United Parigi (Francia Francia) EUBC 2010-2011
Venky's Mumbai Fighters Mumbai (India India) ASBC Debuttante[5]

Gironi[modifica | modifica wikitesto]

La composizione dei due gironi è stata determinata da un sorteggio effettuato ad Astana (Kazakistan) il 31 luglio 2011[6].

Gruppo A Gruppo B

Italia Dolce & Gabbana Milano Thunder
Kazakistan Astana Arlans
Russia Dynamo Moscow
India Venky's Mumbai Fighters
Stati Uniti Los Angeles Matadors
Thailandia Bangkok Elephants

Azerbaigian Baku Fires
Germania Leipzig Leopards
Francia Paris United
Messico Mexico City Guerreros
Turchia Istanbul Bosphorus
Cina Beijing Dragons

Stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V S MV MP
Russia Dynamo Moscow 25 10 8 2 37 13
Italia Dolce & Gabbana Milano Thunder 23 10 7 3 36 14
Kazakistan Astana Arlans 22 10 7 3 29 21
India Venky's Mumbai Fighters 14 10 4 6 24 26
Stati Uniti Los Angeles Matadors 11 10 3 7 18 32
Thailandia Bangkok Elephants 4 10 1 9 6 44

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Prima giornata
11-13 nov.
2011
12-14 gen.
2012
0-5 Bangkok Elephants-Dynamo Moscow 0-5
2-3 Venky's Mumbai Fighters-D&G Milano Thunder 0-5
3-2 L.A. Matadors-Astana Arlans 1-4
Quarta giornata
8-10 dic.
2011
10-13 feb.
2012
0-5 Bangkok Elephants-D&G Milano Thunder 0-5
5-0 Venky's Mumbai Fighters-L.A. Matadors 5-0
3-2 Astana Arlans-Dynamo Moscow 0-5
Seconda giornata
18-19 nov.
2011
20-22 gen.
2012
5-0 Dynamo Moscow-Venky's Mumbai Fighters 3-2
5-0 Astana Arlans-Bangkok Elephants 3-2
4-1 D&G Milano Thunder-L.A. Matadors 1-4
Quinta giornata
16-18 dic.
2011
17-22 feb.
2012
0-5 Venky's Mumbai Fighters-Astana Arlans 1-4
4-1 D&G Milano Thunder-Dynamo Moscow 2-3
5-0 L.A. Matadors-Bangkok Elephants 2-3
Terza giornata
2-4 dic.
2011
3-4 feb.
2012
0-5 Bangkok Elephants-Venky's Mumbai Fighters 1-4
5-0[7] D&G Milano Thunder-Astana Arlans 2-3
2-3[8] L.A. Matadors-Dynamo Moscow 0-5

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V S MV MP
Azerbaigian Baku Fires 30 10 10 0 40 10
Messico Mexico City Guerreros 20 10 6 4 31 18
Francia Paris United 18 10 5 5 24 25
Germania Leipzig Leopards 13 10 4 6 23 27
Turchia Istanbul Bosphorus 11 10 3 7 19 31
Cina Beijing Dragons 7 10 2 8 12 38

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Prima giornata
11-13 nov.
2011
12-14 gen.
2012
3-2 Paris United-Istanbul Bosphorus 1-4
5-0 Baku Fires-Beijing Dragons 4-1
4-1 Leipzig Leopards-Mexico City Guerreros 0-5
Quarta giornata
8-10 dic.
2011
10-13 feb.
2012
4-1 Mexico City Guerreros-Istanbul Bosphorus 5-0
5-0 Baku Fires-Leipzig Leopards 4-1
4-1[9] Paris United-Beijing Dragons 3-2[10]
Seconda giornata
18-19 nov.
2011
20-22 gen.
2012
2-3 Istanbul Bosphorus-Baku Fires 0-5
0-5 Beijing Dragons-Leipzig Leopards 0-5
4-0 Mexico City Guerreros-Paris United 3-2
Quinta giornata
16-18 dic.
2011
17-22 feb.
2012
2-3 Leipzig Leopards-Paris United 1-4
4-1 Istanbul Bosphorus-Beijing Dragons 1-4
5-0 Baku Fires-Mexico City Guerreros 3-2
Terza giornata
2-4 dic.
2011
3-4 feb.
2012
2-3 Paris United-Baku Fires 2-3
3-2 Beijing Dragons-Mexico City Guerreros 0-5
4-1 Leipzig Leopards-Istanbul Bosphorus 1-4

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Quarti di finale Semifinali Finale
                                 
 Russia Dynamo Moscow 5 5 10  
 Germania Leipzig Leopards 0 0 0  
   Russia Dynamo Moscow 2 5 7  
   Kazakistan Astana Arlans 3 0 3  
 Messico Mexico City Guerreros 2 2 4
   Kazakistan Astana Arlans 3 3 6  
     Russia Dynamo Moscow      1     
   Italia D&G Milano Thunder      4     
   Azerbaigian Baku Fires 2 5 7  
 India Mumbai Fighters 3 0 3  
 Azerbaigian Baku Fires 0 3 3
   Italia D&G Milano Thunder 5 2 7  
 Italia D&G Milano Thunder 2 5 7
   Francia Paris United 3 0 3  


Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Dynamo Moscow Russia 10 - 0 Germania Leipzig Leopards 5 - 0(wo)[11] 5 - 0
Mexico City Guerreros Messico 4 - 6 Kazakistan Astana Arlans 2 - 3 2 - 3
Baku Fires Azerbaigian 7 - 3 India Venky's Mumbai Fighters 2 - 3 5 - 0
Dolce & Gabbana Milano Thunder Italia 7 - 3 Francia Paris United 2 - 3 5 - 0

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Dynamo Moscow Russia 7 - 3 Kazakistan Astana Arlans 2 - 3 5 - 0
Baku Fires Azerbaigian 3 - 7 Italia Dolce & Gabbana Milano Thunder 0 - 5 3 - 2

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Quattro giudici sono stati selezionati per valutare gli incontri (tre per ogni evento)[12]:

Londra (Inghilterra Inghilterra)
2 maggio 2012
Russia Dynamo Moscow WSB - Dynamo Moscow.png 1-4 D&G Milano Thunders.png D&G Milano Thunder Italia ExCeL Exhibition Centre
Supervisor: Germania Helmut Ranze
Incontri
Pesi Gallo (54 kg) Vladimir Nikitin Russia WP 1-2 Italia Vincenzo Picardi
Pesi Leggeri (61 kg) Adlan Abdurashidov Russia WP 0-3 Serbia Branimir Stankovic
Pesi Medi (73 kg) Maxim Gazizov Russia WP 0-3 Ucraina Sergìj Derev'jančenko
Pesi Mediomassimi (85 kg) Oleksandr Hvozdyk Ucraina WP 3-0 Ungheria Imre Szellő
Pesi Massimi (+91 kg) Vitaly Kudukhov Russia WP 1-2 Italia Clemente Russo

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Campione delle World Series of Boxing 2012

D&G Milano Thunders.png

Dolce & Gabbana Milano Thunder
(primo titolo)

Finali individuali[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della stagione regolare è stato stabilito un ranking individuale per ogni categoria di peso, basato sul maggior numero di vittorie. I migliori due pugili per ogni categoria si sfidano nelle finali individuali, che si sono combattute il 9 giugno[13].

Londra (Inghilterra Inghilterra)
9 giugno 2012
ExCeL Exhibition Centre
Supervisor:
Incontri
Pesi Gallo (54 kg) WSB Baku Fires.png Gairbek Germakhanov Azerbaigian WP 3-0 Messico Elias Emigdio Mexico City Guerreros.png
Pesi Leggeri (61 kg) WSB - Dynamo Moscow.png Adlan Abdurashidov Russia WP 1-2 Messico Juan Romero Mexico City Guerreros.png
Pesi Medi (73 kg) D&G Milano Thunders.png Sergìj Derev'jančenko Ucraina WP 3-0 Azerbaigian Heybulla Mursalov WSB Baku Fires.png
Pesi Mediomassimi (85 kg) WSB Baku Fires.png Azamat Murtuzaliyev Azerbaigian TKO Azerbaigian Ramazan Magomedau WSB Baku Fires.png
Pesi Massimi (+91 kg) WSB Paris United logo.png Filip Hrgovic[14] Croazia WP 3-0 Kazakistan Ruslan Myrsatayev[15][16] WSB Astana Arlans.png

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ha sostituito la squadra sud-coreana dei Pohang Poseidons (ex Incheon Red Wings).
    (EN) WSB Franchise Pohang Poseidons to relocate to Bangkok, Thailand, WSB. URL consultato il 5 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 18 febbraio 2012).
  2. ^ La Dynamo Moscow ha sostituito la squadra che ha militato nella stagione 2010-2011 (Moscow Kremlin Bears), che è stata estromessa dalla competizione per via di irregolarità negli obblighi finanziari del club nei confronti della WSB.
    I Kremlin Bears diventano i Dynamo Moscow, wsbmilano.com, 24 gennaio 2011. URL consultato il 5 febbraio 2012.
  3. ^ Nella passata edizione il nome della squadra era Istanbulls.
  4. ^ Ha sostituito la squadra statunitense dei Miami Gallos.
    Regolamento, wsbmilano.com. URL consultato il 5 febbraio 2012.
  5. ^ Ha sostituito la squadra statunitense dei Memphis Force.
    Regolamento, wsbmilano.com. URL consultato il 5 febbraio 2012.
  6. ^ WSB - Sorteggiati i Gironi per la Stagione 2011-2012 , FPI, 1 agosto 2011. URL consultato il 3 febbraio 2012.
  7. ^ Vista la folta presenza di pugili casertani nella squadra di Milano, l'incontro è stato disputato al PalaMaggiò di Caserta.
    WSB: la sfida contro gli Astana Arlans al Palamaggio’ di Caserta il 2 dicembre, 2out.it, 24 novembre 2011. URL consultato il 4 febbraio 2012.
  8. ^ Gli incontri erano terminati sul punteggio di 4-1 a favore dei L.A. Matadors, ma ribaltato con un 2-3 a favore della squadra moscovita dopo il ricorso presentato al termine della gara per una presunta scorrettezza dei verdetti dei giuduci di gara.
    (EN) Decision with regards to the Los Angeles Matadors vs. Dynamo Moscow match[collegamento interrotto], WSB, 25 gennaio 2012. URL consultato il 4 febbraio 2012.
  9. ^ Rinviata al 1º febbraio 2012 al fine di far disputare gli incontri nella prestigiosa Sala Wagram di Parigi.
    (EN) Historic venue to host Paris United vs. Beijing Dragons[collegamento interrotto], WSB, 26 gennaio 2012. URL consultato il 4 febbraio 2012.
  10. ^ Rinviata al 21 febbraio 2012.
  11. ^ WSB: Astana supera di misura Città del Messico, Mosca vince per walk over, sportitalia.com, 2 marzo 2012. URL consultato il 7 marzo 2012.
  12. ^ (EN) Risultati dal sito WSB (PDF)[collegamento interrotto], WSB. URL consultato il 9 maggio 2012.
  13. ^ WSB Milano Thunder: il 9 maggio a Londra Clemente Russo per riconfermarsi Campione nei SuperMassimi, FPI, 1 aprile 2012. URL consultato il 2 aprile 2012.
  14. ^ Hrgovic ha sostituito il bielorusso Viktar Zuyev, ritiratosi dalla finale individuale per un problema al braccio.
    Finali individuali World Series of Boxing: Russo e Derevyanchenko cercano il bis a Londra il 9 giugno, sport24h.it, 10 maggio 2012. URL consultato l'11 giugno 2012.
  15. ^ Myrsatayev ha sostituito Clemente Russo, ritiratosi dalla finale individuale per precarie condizioni fisiche e per non compromettere la prestazione alle Olimpiadi di Londra 2012.
    Addio finale individuale WSB...si va verso Londra 2012[collegamento interrotto], Sito ufficiale di Clemente Russo, 18 maggio 2012. URL consultato l'11 giugno 2012.
  16. ^ Niente Finali Individuali per Russo, Sito ufficiale WSB Milano Thunder, 17 maggio 2012. URL consultato l'11 giugno 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pugilato Portale Pugilato: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pugilato