Wipro Technologies

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wipro Technologies
Logo
StatoIndia India
ISININE075A01022
Fondazione1945 a Almaner
Fondata daMohamed Premji
Sede principaleBangalore
Persone chiaveAzim Premji
Settoreservizi ICT
Fatturato8,47 miliardi di $[1] (31 marzo 2019)
Utile netto1,3 miliardi di $[1] (31 marzo 2019)
Dipendenti171.425 (2019)
Slogan«Applying Thought»
Sito webwww.wipro.com

La Wipro Technologies, nota anche come Wipro Ltd, è una multinazionale indiana che opera nel settore dell'ICT, con sede a Bangalore. L'azienda fornisce servizi di commercio elettronico, Sistema legacy e altri servizi di organizzazione e integrazione informatico-telematica e conta più di 300 importanti clienti nel mondo (tra questi Boeing, Cisco, Ericsson, Microsoft, Prudential, Seagate, Sony e Toshiba). I suoi principali concorrenti sono Capgemini, IBM, Accenture, Computer Associates e soprattutto la connazionale Infosys.

Azim Premji (il 36º uomo più ricco del mondo con un patrimonio di 17,1 miliardi di USD) è il principale azionista.

È quotata alla Borsa di New York.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata il 29 dicembre 1945 ad Amalner, Maharashtra, nell'India britannica, da Mohamed Premji come "Western India Vegetable Products Limited", in seguito abbreviato in "Wipro". Inizialmente produce oli vegetali e raffinati con il nome commerciale di Kisan, Sunflower e Camel.[2]

Nel 1966, dopo la morte di Mohamed Premji, suo figlio Azim Premji torna in India dalla Stanford University e prende la guida della società all'età di 21 anni. Durante gli anni Settanta e Ottanta sposta l'attenzione su nuove opportunità di business nel settore dell'informatica e dell'informatica, all'epoca ancora in una fase nascente dell'India. Il 7 giugno 1977 il nome della società è cambiato da Western India Vegetable Products Limited a Wipro Products Limited. Cinque anni più tardi, nel 1982, altro cambiamento del nome: da Wipro Products Limited a Wipro Limited.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Wipro Financial Statements 2019, in Wipro Ltd. URL consultato il 5 giugno 2019 (archiviato dall'url originale l'8 aprile 2016).
  2. ^ (EN) "About Wipro", su wipro.com. URL consultato il 22 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 22 settembre 2017).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN144596805 · ISNI (EN0000 0004 0405 7856 · LCCN (ENno2004008655 · GND (DE10164416-4 · WorldCat Identities (ENlccn-no2004008655