Windows Home Server 2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Windows Home Server 2011
Logo
WinHomeServerv2.png
Screenshot della dashboard di Windows Home Server 2011
SviluppatoreMicrosoft Corporation
Famiglia SOWindows NT
Release corrente6.1.7657.0.colorado_rc0.100715-1900 RC0 (16 agosto 2010)
Tipo di kernelKernel ibrido
Piattaforme supportatex86-64
Metodo di aggiornamentoWindows Update
Tipologia licenzaSoftware proprietario
LicenzaProprietario (MS-EULA)
Stadio di sviluppoSupporto terminato il 12 Aprile 2016[1]
PredecessoreWindows Home Server
Sito webWindows Home Server V2

Windows Home Server 2011, nome in codice Vail[2], è un sistema operativo server sviluppato da Microsoft dopo il successo del suo predecessore Windows Home Server. Designato per utenze casalinghe o piccoli uffici, Windows Home Server 2011 è progettato per agevolare le famiglie nelle attività di backup, organizzazione e accesso a file e dati. È stato rilasciato il 6 aprile 2011 seguito dal rilascio del Power Pack 3 per il suo predecessore, Windows Home Server. Windows Home Server 2011 è l'ultima release di Windows Home Server[3] e verrà succeduto da Windows Server 2012 Essential.[4]

Windows Home Server 2011 è basato sul codice di Windows Server 2008 R2 e Windows 7 e richiede una CPU x68-64 (64 Bit), mentre il predecessore funziona sulla vecchia architettura IA-32 (32 Bit). Il sistema operativo è fornito della medesima interfaccia grafica introdotta con il nuovo Windows 7, ma l'utilizzo è maggiormente orientato per la gestione dei server.

Funzionalità[modifica | modifica wikitesto]

Windows Home Server 2011 include funzionalità di intrattenimento aggiuntive, e ha la possibilità di aggiungere caratteristiche e funzionalità tramite un app store[2], tra cui funzionalità multimediali basate sul web.[5][6]

Requisiti di sistema[modifica | modifica wikitesto]

Componenti Requisiti
CPU 1,3 GHz Dual-Core o 1,4 GHz Single-Core; architettura x86-64
RAM 2 GB (8GB Massimo)
Disco fisso 160 GB

Rimozione di Driver Extender[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 Novembre 2010, Microsoft annuncia che Drive Extender sarebbe stato rimosso in Windows Home Server 2011. Questo annuncio ha portato a "stupore e indignazione" da parte di utenti e tester[7]. Le critiche della rimozione di Drive Extender sono principalmente collegate al fatto che è vista come una funzionalità chiave di Windows Home Server e una ragione chiave per l'adozione di quest'ultimo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]


Microsoft Portale Microsoft: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Microsoft
  1. ^ http://support.microsoft.com/lifecycle/?p1=15820
  2. ^ a b (EN) Mary Jo Foley, Windows Home Server 'Vail' to get more entertainment hooks | ZDNet, in ZDNet. URL consultato il 1º aprile 2017.
  3. ^ (EN) Mary Jo Foley, Microsoft confirms enthusiasts' fears: No more versions of Windows Home Server | ZDNet, in ZDNet. URL consultato il 1º aprile 2017.
  4. ^ - (PDF), su download.microsoft.com. (archiviato dall'url originale il 2 novembre 2012).
  5. ^ (EN) Zack Whittaker, Windows Home Server 'Vail': A web based media center? | ZDNet, in ZDNet. URL consultato il 1º aprile 2017.
  6. ^ (EN) Windows Home Server 2011, su winsupersite.com. URL consultato il 1º aprile 2017.
  7. ^ (EN) Has Microsoft just ruined Windows Home Server?, in Ars Technica. URL consultato il 1º aprile 2017.