Windows Home Server 2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Windows Home Server 2011
Logo
WinHomeServerv2.png
Screenshot della dashboard di Windows Home Server 2011
Sviluppatore Microsoft Corporation
Famiglia SO Windows NT
Release corrente 6.1.7657.0.colorado_rc0.100715-1900 RC0 (16 agosto 2010)
Tipo di kernel Kernel ibrido
Piattaforme supportate x86-64
Metodo di aggiornamento Windows Update
Tipologia licenza Software proprietario
Licenza Proprietario (MS-EULA)
Stadio di sviluppo Supporto terminato il 12 Aprile 2016[1]
Sito web Windows Home Server V2

Windows Home Server 2011, nome in codice Vail[2], è un sistema operativo server sviluppato da Microsoft dopo il successo del suo predecessore Windows Home Server. Il sistema operativo è designato per utenze casalinghe o piccoli uffici. Windows Home Server 2011 è progettato per agevolare le famiglie nelle attività di backup, organizzazione e accesso a file e dati. È stato rilasciato il 6 aprile 2011 seguito dal rilascio del Power Pack 3 per il suo predecessore, Windows Home Server. Windows Home Server 2011 è l'ultima release di Windows Home Server[3] e verrà succeduto da Windows Server 2012 Essential.[4]

Windows Home Server 2011 è basato sul codice di Windows Server 2008 R2 e Windows 7 e richiede una CPU x68-64 (64 Bit), mentre il predecessore funziona sulla vecchia architettura IA-32 (32 Bit). Il sistema operativo è fornito della medesima interfaccia grafica introdotta con il nuovo Windows 7, ma l'utilizzo è maggiormente orientato per la gestione dei server.

Funzionalità[modifica | modifica wikitesto]

Windows Home Server 2011 include funzionalità di intrattenimento aggiuntive, e ha la possibilità di aggiungere caratteristiche e funzionalità tramite un app store[2], tra cui funzionalità multimediali basate sul web.[5][6]

Requisiti di sistema[modifica | modifica wikitesto]

Componenti Requisiti
CPU 1,3 GHz Dual-Core o 1,4 GHz Single-Core; architettura x86-64
RAM 2 GB (8GB Massimo)
Disco fisso 160 GB

Rimozione di Driver Extender[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 Novembre 2010, Microsoft annuncia che Drive Extender sarebbe stato rimosso in Windows Home Server 2011. Questo annuncio ha portato a "stupore e indignazione" da parte di utenti e tester[7]. Le critiche della rimozione di Drive Extender sono principalmente collegate al fatto che è vista come una funzionalità chiave di Windows Home Server e una ragione chiave per l'adozione di quest'ultimo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]


Microsoft Portale Microsoft: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Microsoft
  1. ^ http://support.microsoft.com/lifecycle/?p1=15820
  2. ^ a b (EN) Mary Jo Foley, Windows Home Server 'Vail' to get more entertainment hooks | ZDNet, in ZDNet. URL consultato il 1º aprile 2017.
  3. ^ (EN) Mary Jo Foley, Microsoft confirms enthusiasts' fears: No more versions of Windows Home Server | ZDNet, in ZDNet. URL consultato il 1º aprile 2017.
  4. ^ - (PDF), download.microsoft.com.
  5. ^ (EN) Zack Whittaker, Windows Home Server 'Vail': A web based media center? | ZDNet, in ZDNet. URL consultato il 1º aprile 2017.
  6. ^ (EN) Windows Home Server 2011, su winsupersite.com. URL consultato il 1º aprile 2017.
  7. ^ (EN) Has Microsoft just ruined Windows Home Server?, in Ars Technica. URL consultato il 1º aprile 2017.