Willy Stöwer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Willy Stöwer

Willy Stöwer (Wolgast, 22 maggio 1864Berlino, 31 maggio 1931) è stato un artista e illustratore tedesco. È noto principalmente per i dipinti e le litografie nautiche. Molte delle sue opere descrivono eventi marittimi storici, come l'affondamento del Titanic nel 1912.[1]

Firma di Willy Stöwer

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Willy Stöwer, figlio di un capitano di mare, è nato a Wolgast, in Germania, sulla costa baltica. Inizialmente ha lavorato come metalmeccanico e come tecnico negli uffici di ingegneria di vari cantieri navali tedeschi. Presto ricevette commissioni come disegnatore, illustratore e pittore, il suo talento fu riconosciuto presto. È stato un autodidatta. Nel 1892 sposò Henrietta Dettmann, proveniente da una famiglia benestante, e questo gli permise di dedicarsi esclusivamente al suo lavoro di artista.[2]

Villa Stöwer a Tegel nel 2013

Kaiser Wilhelm II divenne un entusiasta sostenitore e mecenate dell'artista. Stöwer ha anche accompagnato l'imperatore in diversi viaggi tra il 1905 e il 1912. È stato membro del consiglio della Deutscher Flottenverein (tradotto, Navy League tedesco).[3] Come per altri contemporanei, per esempio Hans Bohrdt, il suo più grande periodo creativo si concluse con l'abdicazione di Kaiser e il passaggio all'età imperiale.[4] La sua carriera successiva, senza il sostegno economico dell'imperatore, fece affidamento su alcune commissioni dalle linee di navi a vapore. Morì in relativa oscurità nella sua villa a Berlino, nel quartiere Tegel il 31 maggio 1931, nove giorni dopo il suo 67 ° compleanno. Stöwer è sepolto nelle Nuove Chiese di Berlino.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Fu un artista molto attivo tra il 1892 e il 1929, creando circa 900 illustrazioni in bianco e nero e 335 a colori per 57 libri, nonché poster, cartoline, carte collezionabili, etichette, opuscoli e calendari. Un primo esempio della sua arte commerciale è una serie di cartoline collezionabili disegnate tra il 1899 al 1900, che ha realizzato per il produttore tedesco di cioccolato Stollwerck intitolato The New German Warships in Scrapbook No. 3, Series 132.[6][7]

Der Untergang der „Titanic‟ Illustrazione per il giornale Die Gartenlaube, 1912

Divenne particolarmente popolare dopo la rappresentazione dell'affondamento dell'RMS Titanic nella rivista Die Gartenlaube. Creò l'illustrazione poco dopo il naufragio, senza informazioni dettagliate. Nell'immagine sono presenti alcuni errori: in particolare il quarto fumaiolo non epelleva fumo nero poiché era solo per la ventilazione.[8] Tuttavia, l'immagine è diventata iconica ed è stata ristampata numerose volte fino ai giorni nostri. Stöwer, non noto per la ritrattistica, dipinse anche un ritratto dei Kaiser in uniforme navale che, insieme ad alcuni dei suoi dipinti navali, sono esposti nella Sala del Kaiser ad Achilleion, luogo del palazzo estivo del Kaiser dal 1907 al 1914 (attualmente un museo).[9] Nel 1917 furono prodotte cartoline da alcuni dei suoi dipinti, per promuovere aiuti di beneficenza a beneficio dei membri dell'equipaggio feriti di U-boat e delle famiglie dei defunti della prima guerra mondiale.

Stöwer nel suo studio, 1903

Alcune delle opere di Stöwer attualmente esposte in alcuni musei includono l'olio su tela Sinking of the Italian destroyer "Turbine" by Austrian destroyers on 24 May 1915 (custodito nel Museo di storia militare di Vienna)[10][11]; Speedboat ahead! custodito nel Museo marittimo internazionale di Amburgo.[12]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

In aggiunta ai suoi lavori artistici, ha scritto e pubblicato alcuni libri tedeschi, ed è stato anche co-autore in molti altri. Alcuni libri che ha scritto sono:

  • To Sea with Brush and Palette. Include reminiscenze dell'autore dei viaggio con Kaiser Wilhelm II (1929).[13]
  • German U-boat Actions, in Words and Pictures (1916).[14]
  • Kaiser Wilhelm II and the Navy (1912).[15]
  • The German Sailing Sport (1905).[16]
  • Marine ABC (1901).[17]
  • German Fleet Maneuvers: After Watercolors and Studies (1900).[18]
  • Germany's Navy: With use of Official Materials for Original Watercolors (1898).[19]

Gli è stata scritta una biografia da Jörg M. Hormann: Marine Painter of the Empire, Willy Stöwer.[20]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Willy Stower, AskART. URL consultato il 1º maggio 2012.
  2. ^ (DE) Jörg-Michael Hormann, Willy Stöwer. Marinemaler der Kaiserzeit. Leben und Werk., Koehlers Verlagsgesellschaft, 2001, ISBN 3-7822-0822-6.
  3. ^ Jan Rüger, The Great Naval Game: Britain and Germany in the Age of Empire, Cambridge University Press, 2007, p. 207, ISBN 978-0-521-87576-9.
  4. ^ (DE) Liste, Karte, Datenbank / Landesdenkmalamt Berlin, su www.stadtentwicklung.berlin.de, No. 09011991.
  5. ^ (DE) (EN) Index to Grave Locations, su androom.home.xs4all.nl.
  6. ^ Alan Petrulis, Willy Stower 1864-1931, in S - ARTISTS, Metropolitan Postcard Club. URL consultato il 4 maggio 2012.
  7. ^ Image from German Wikimedia Commons: (1900) Sammelalbum Nr. 3, Gruppe Nr. 132; Gebr. Stollwerck Stammhaus: Köln am Rhein.
  8. ^ Μary Μena, KAISER'S ROOM, su hellas.teipir.gr. URL consultato il 30 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2014).
  9. ^ Achilleion (description), su corfuvisit.net. URL consultato il 27 settembre 2012.
  10. ^ Seegefecht. Versenkung des italienischen Zerstörers "Turbine" durch österreichische Zerstörer am 24. Mai 1915. Öl auf Leinwand, 50×75 cm.
  11. ^ Heeresgeschichtliches Museum, Wien., su hgm.or.at. URL consultato il 29 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2012).
  12. ^ Schnellboot vor! (1913); Internationales Maritimes Museum Hamburg
  13. ^ Willy Stöwer, Zur see mit Pinsel und Palette, Braunschweig [etc.], G. Westermann, 1929, OCLC 4360549, OL 6741731M.
  14. ^ Prof. Willy Stöwer, Deutsche U-Boot-Taten, in Bild und Wort., München / Berlin, F. Bruckmann / Reichsmarinestiftung, 1916.
  15. ^ 6 IMPERIAL GERMAN NAVY KRIEGSMARINE BOOKS w/ STÃ-WER, WorthPoint. URL consultato il 9 maggio 2012.
  16. ^ Digital Library: Der deutsche Segelsport, Hathi Trust.
  17. ^ Stöwer, Willy (1901). Marine ABC. Leipzig: Spamer. OCLC 248341146
  18. ^ Stöwer, Willy (1900). Deutsche Flottenmanöver: Nach Aquarellen u. Studien. Braunschweig: Westermann.
  19. ^ Stöwer, Willy (1898). Deutschlands Kriegsflotte: Mit Benutzung amtlichen Materials nach original Aquarellen. Berlin: Kutzner & Berger.
  20. ^ Jörg M. Hormann, Marinemaler der Kaiserzeit, Willy Stöwer, Hamburg, Koehlers Verlagsgesellschaft, 2001, ISBN 3-7822-0822-6, OL 3630423M.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN785596 · ISNI (EN0000 0001 0947 3574 · Europeana agent/base/55234 · LCCN (ENnr00038562 · GND (DE117266779 · ULAN (EN500176055 · WorldCat Identities (ENlccn-nr00038562