William Weaver

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

William Fense Weaver (24 luglio 1923Rhinebeck, 12 novembre 2013) è stato un traduttore e insegnante statunitense, tra i più noti e premiati traduttori dalla lingua italiana alla lingua inglese.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Virginia, si è laureato nel 1946 alla Princeton University, si è poi specializzato nel 1949 alla Sapienza di Roma, dove ha vissuto a lungo. Era giunto in Italia già nel 1943, durante lo sbarco a Salerno nella seconda guerra mondiale a cui prese parte come autista di ambulanza per la A.F.S.; in quell'occasione giunse a Napoli dove ebbe rapporti fra l'altro con Raffaele La Capria[1]. Subito dopo ha conosciuto Elsa Morante e Alberto Moravia, le cui opere ha contribuito a far conoscere negli Stati Uniti d'America.

Noto soprattutto come traduttore di Umberto Eco e Italo Calvino, ha anche tradotto poesia e libretti d'opera, lavorando come commentatore radiofonico per gli spettacoli della Metropolitan Opera House. Sulla sua vita romana ha poi scritto in Open City (1999). È stato anche insegnante al Bard College di New York. Ha ricevuto la laurea honoris causa dall'Università di Leicester e dal Trinity College di Hartford. È membro dell'American Academy of Arts and Letters.

Nel 1988 ha vinto il Premio Monselice.

Principali traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Giorgio Bassani
Maria Bellonci
Giuseppe Berto
Roberto Calasso
  • The Ruin of Kasch, 1994 (La rovina di Kasch, 1983) (con Stephen Sartarelli)
Italo Calvino
Paola Capriolo
Carlo Cassola
Andrea De Carlo
Alba de Céspedes
  • Remorse, 1967 (Il rimorso, 1963)
Umberto Eco
Alain Elkann
  • Piazza Carignano, 1986 (Piazza Carignano, 1985)
  • Misguided Lives: A Novel, 1989 (Montagne russe, 1988)
Oriana Fallaci
Pasquale Festa Campanile
  • For Love, Only for Love, 1989 (Per amore, solo per amore, 1983)
Carlo Fruttero e Franco Lucentini
Carlo Emilio Gadda
Raffaele La Capria
Alessandra Lavagnino
  • The Lizards, 1972 (I lucertoloni, 1969)
Primo Levi
Rosetta Loy
Albino Luciani
  • Illustrissimi: Letters from Pope John Paul I, 1978
Luigi Malerba
Eugenio Montale
  • Butterfly of Dinard, 1966 (La farfalla di Dinard, 1956-60)
  • "Italo Svevo, on the centenary of his birth", inn Art and Literature, 12, primavera 1967, pp. 9–31.
Elsa Morante
Alberto Moravia
  • 1934: A Novel, 1983 (1934, 1982)
  • Life of Moravia, 2000 (Vita di Moravia, 1990, con Alain Elkann)
  • "Two Germans", 2002 (Due tedeschi, 1945), in Conjunctions: 38, Rejoicing Revoicing, Bard College
  • Boredom, 2004 (La noia, 1960) (solo introduzione, traduzione di Angus Davidson)
Ugo Moretti
  • Artists in Rome, 1958 (Gente al Babuino, 1955)
Goffredo Parise
Pier Paolo Pasolini
Luigi Pirandello
Renzo Rosso
  • The Hard Thorn, 1966 (La dura spina, 1963)
Edoardo Sanguineti
  • Estratti da Capriccio italiano, in Art and Literature, 2, estate 1964, pp. 88–97.
Ignazio Silone
Mario Soldati
  • The Emerald: A Novel, 1977 (Lo smeraldo, 1974)
  • The American Bride, 1979 (La sposa americana, 1977)
Italo Svevo
Giuseppe Verdi e Arrigo Boito
  • The Verdi-Boito Correspondence, 1994 (Carteggio Verdi-Boito, 1978)
Cesare Zavattini

Opere originali[modifica | modifica wikitesto]

  • A Tent In This World (novella, 1950-99); trad. di Giorgio Armitrano, Una tenda in questo mondo, Milano: Baldini e Castoldi, 1994 ISBN 88-85987-53-2
  • Duse: a biography (biografia di Eleonora Duse, 1984); trad. di Francesco Saba Sardi, Eleonora Duse, Milano: Bompiani, 1985
  • The Golden Century of Italian opera from Rossini to Puccini (1980)
  • Puccini: The Man and His Music (1977)
  • The Puccini Companion: Essays on Puccini's Life and Music (1994, a cura di, con Simonetta Puccini)
  • Seven Puccini Librettos in the Original Italian (1981)
  • Seven Verdi Librettos: With the Original Italian (1977)
  • The Verdi Companion (1979)
  • Verdi, a Documentary Study (1977)

Articoli[modifica | modifica wikitesto]

  • "Pendulum Diary", Southwest Review, 75 (2), 1990, pp. 150-78.
  • "The Process of Translation", in John Biguenet e Rainer Schulte, The Craft of Translation, Chicago: The University of Chicago Press, 1989
  • Introduzione a Eleanor Clark, Rome and a Villa (2000)
  • Italo Calvino, Uno scrittore pomeridiano: intervista sull'arte della narrativa (a cura di, con Damien Pettigrew), trad. di Giorgio Testa, con un ricordo di Pietro Citati, Roma: minimum fax, 2003 ISBN 88-87765-86-3

Interviste[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ R. La Capria, «William Fense Weaver, l'amico americano», in Napolitan graffiti: come eravamo, Milano, Rizzoli, 1998, pp. 182-84, ISBN 88-17-66096-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN59205948 · ISNI (EN0000 0001 2135 0307 · LCCN (ENn81005052 · GND (DE120259206 · BNF (FRcb126460013 (data) · BAV ADV10550292
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie