William Peter Blatty

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statuetta dell'Oscar Oscar alla migliore sceneggiatura non originale 1974

William Peter Blatty (New York, 7 gennaio 1928) è uno scrittore, sceneggiatore e regista statunitense.

Scrisse il romanzo horror L'esorcista (1971) e ne sceneggiò poi il film omonimo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo un'infanzia travagliata (cambiò residenza 28 volte) completò gli studi presso la Georgetown University per studiare inglese.

Dopo aver vinto $10.000 ad un quiz dell'epoca, You Bet Your Life, si dedicò alla sua carriera di scrittore.

Opere[modifica | modifica sorgente]

La prima sceneggiatura di successo fu Uno sparo nel buio, film diretto da Blake Edwards ed interpretato da Peter Sellers nel ruolo dell'ispettore Clouseau, pur senza Pantera Rosa. Con Edwards lavorerà ancora co-scrivendo la sceneggiatura del musical Operazione crépes suzette, con Julie Andrews nei panni di una spia tedesca durante la prima guerra mondiale.

L'opera che sicuramente lo ha reso celebre in tutto il mondo e gli ha dato la popolarità fu L'esorcista, tratto da un presunto caso di possessione accaduto ad un quattordicenne del Maryland all'inizio degli anni quaranta. Blatty rimase tanto impressionato da questo fatto da interessarsi agli studi scientifici sul paranormale, dedicando anni di intenso studio alla materia. Nel ventennio che andava dall'inizio degli anni quaranta alla fine degli anni cinquanta non si conosceva molto, scientificamente parlando, sulla possessione satanica e sul rito dell'esorcismo che, soprattutto a seguito della crescente secolarizzazione dentro gli ambienti cattolici, venivano sempre più rinnegati e messi da parte con crescente imbarazzo, per timore che la Chiesa venisse giudicata "superstiziosa" o "medievale". Il suo romanzo, pubblicato nel 1970, scandalizzò l'opinione pubblica e fece rinascere l'interesse per un argomento ritenuto prima troppo sciocco e inverosimile. L'esorcista fu il più grande best-seller di tutti gli anni settanta.

Blatty fu anche il produttore dell'omonimo film del 1973 diretto da William Friedkin, nel quale parteciparono Ellen Burstyn, Linda Blair, Jason Miller, Max von Sydow e Lee J. Cobb tra gli altri, vincendo due oscar (migliori effetti sonori e miglior sceneggiatura non originale) tra i dieci per cui fu nominato.

Nel 1981 vince il golden globe per la sceneggiatura del cult movie La nona configurazione, occupandosi anche della regia. Nel 1983 Blatty scrisse un romanzo, Legion, di cui diresse la versione cinematografica, nel 1990, chiamata L'esorcista III. Tra il libro e il film da esso tratto c'è una discrepanza: mentre Legion è l'unico seguito ufficiale de L'esorcista come romanzo, il film prende come nome L'esorcista III in quanto segue L'esorcista II - L'eretico, film di scarso successo e valore che Blatty non riconobbe né apprezzò mai: ma i produttori gli imposero di chiamare il film L'esorcista III per collegarlo ai primi due e avere maggior richiamo.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 4926864 LCCN: n50009887