William Kidd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando lo sciatore alpino statunitense, vedi Billy Kidd.
William Kidd

William Kidd (Greenock, 22 gennaio 1645Londra, 23 maggio 1701) è stato un pirata scozzese. Uno dei più celebri corsari di sempre, incaricato inizialmente di combattere contro i pirati, si unì in seguito alla pirateria, ma finì per essere catturato e giustiziato.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizio della carriera[modifica | modifica wikitesto]

William Kidd sulla nave Adventure Galley

Dapprima trovò occupazione come corsaro a New York e nelle Indie Occidentali. In seguito venne richiamato per servire l'Inghilterra; gli venne data una nave: l'Adventure Galley che venne potenziata con 34 cannoni ed ebbe un equipaggio complessivo di 80 uomini. Kidd fu incaricato di catturare tutte le navi francesi e pirate che navigavano a largo delle coste del Madagascar.

Carriera da pirata[modifica | modifica wikitesto]

Capitan Kidd seppellisce la sua bibbia

Kidd pensò di aumentare il numero di uomini a bordo e quindi assunse una banda di marinai specializzati a New York e solo allora salpò. Arrivati in Madagascar, parte dell'equipaggio si ammutinò e passò dalla parte dei pirati. Il resto degli uomini gli impose di attaccare qualunque nave ma Kidd rifiutò e allora l'equipaggio si ammutinò.

Kidd preso alle strette assaltò la nave Quedagh Merchant, depredando un'enorme quantità d'oro, pari a 400 tonnellate. Accumulò così il più grande tesoro pirata di tutti i tempi. Kidd cercò di ingannare gli inglesi facendogli credere che tutto l'oro derivasse dalle navi francesi e pirata, ma questi vennero a sapere che la maggior parte dell'oro apparteneva alla Compagnia delle Indie.

Nel 1699 Kidd seppellì il suo tesoro sotto Gardiners Island, in un punto noto come Cherry Tree Field; esso fu però recuperato da Richard Coote, I conte di Bellomont e spedito in Inghilterra per essere usato come prova contro il pirata.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

William Kidd appeso su una sponda del Tamigi.

Nel 1695, il governatore Benjamin Fletcher, sospettato di corruzione, era stato deposto dal re Guglielmo III d'Inghilterra e sostituito con il governatore Bellomont.

Questo ingaggiò Kidd come Corsaro e lo condussie a Londra, dove venne condannato a morte tramite impiccagione.

Dopo l'esecuzione il suo corpo venne immerso nel catrame e appeso per due anni con catene a una sponda del Tamigi, come avvertimento per gli altri pirati.

Influenze sulla cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Captain Kidd's Lyrics
  2. ^ Manga di One Piece, SBS del volume 52, capitolo 509

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Robert C. Ritchie Captain Kidd and the war against the Pirates, Cambridge (Mass.), Londra, 1986 (trad. it. Torino, Einaudi)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN20477322 · LCCN: (ENn50046853 · ISNI: (EN0000 0000 8099 9627 · GND: (DE118831739 · BNF: (FRcb15047484b (data) · CERL: cnp00539693