William Frullani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
William Frullani
Williamfrullani.jpg
Frullani al Multistars di Desenzano nel 2012.
Nazionalità Italia Italia
Altezza 191 cm
Peso 95 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Prove multiple
Record
Decathlon 7 984 p. (2002)
Eptathlon 5 972 p. Record nazionale (2009)
Società Carabinieri
Carriera
Nazionale
2000- Italia Italia 11
Statistiche aggiornate al marzo 2012

William Frullani (Prato, 21 settembre 1979) è un atleta e bobbista italiano, specializzato nelle prove multiple, primatista italiano di eptathlon indoor.

Vanta 4 titoli di campione nazionale conquistati nell'arco di 12 anni.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Da ragazzo inizia col salto in alto, ma presto si converte alle prove multiple.[1]

Il suo primato è di 7.984 punti ottenuto al Meeting di Götzis nel 2002. È stato il primo italiano a vincere una medaglia nel decathlon in una manifestazione internazionale (bronzo ai Campionati Europei under 23 nel 2001 ad Amsterdam con 7.871 punti, primato italiano di categoria). Quattro volte campione italiano assoluto, l'ultima volta a Bressanone nel 2012, con 7.378 punti. Ha anche conseguito 7.963 (1°) a Firenze (4 giugno 2006) ed è arrivato primo con 7.927 punti a Tallinn (4 luglio 2004), in Coppa Europa di prove multiple. Vanta, inoltre, due partecipazioni ai Campionati europei di atletica leggera (2002 e 2006) ed una partecipazione alle Universiadi nel 2001. Nel 2009, ai Campionati Europei indoor a Torino, ha stabilito il primato italiano di eptathlon con 5972 punti.

Dal 2012 si dedica alla disciplina del bob e partecipa ai XXII Giochi Olimpici invernali in programma dal 7 al 23 febbraio 2014 a Soči in Russia, col ruolo di frenatore del bob pilotato da Simone Bertazzo[2]: durante un controllo, il 18 febbraio è stato trovato positivo al dymetylpentylamine. Ha chiesto le controanalisi, concluse con esito positivo, ed il 20 febbraio 2014 il CONI lo ritira dalla competizione[3]. Ha ingerito la sostanza involontariamente tramite un integratore alimentare regolarmente presente nel registro del Ministero della Salute. L'integratore conteneva dymetylpentylamine, senza tuttavia indicare tale sostanza in etichetta. L'azienda produttrice è stata citata in giudizio per aver immesso sul mercato integratori alimentari con sostanze pericolose non dichiarate.[4]

Record nazionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Eptathlon: 5.972 pt. (Italia Torino, 8 marzo 2009) - attuale detentore

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2001 Europei under 23 Paesi Bassi Amsterdam Decathlon Bronzo Bronzo 7871 pt.
2004 Coppa Europa di prove multiple Estonia Tallinn Decathlon Oro Oro 7927 pt. [5]
2009 Campionati europei indoor Italia Torino Eptathlon 5972 pt. Record nazionale

Campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fiamme Azzurre in tivù a Glasgow. Quattro successi dei judoka a Vezzano, polizia-penitenziaria.it. URL consultato il 25 marzo 2012.
  2. ^ I CONVOCATI F.I.S.I. PER LE OLIMPIADI DI SOCHI 2014, www.fisi.org/. URL consultato il 29 gennaio 2014.
  3. ^ Sochi 2014, William Frullani positivo, www.ansa.it/.
  4. ^ Sequestrati integratori alimentari inquinati, www.gonews.it/.
  5. ^ EUROPEAN COMBINED EVENTS CUP, gbrathletics.com. URL consultato il 25 marzo 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]