William Cavendish-Bentinck, VI duca di Portland

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
William Cavendish-Bentinck, VI duca di Portland
William Cavendish-Bentinck, 6th Duke of Portland, by Elliott & Fry.jpg
Fotografia di William Cavendish-Bentinck, VI duca di Portland, di Elliott & Fry, 1900.
Duca di Portland
In carica 1879 –
1943
Predecessore William Scott Cavendish Bentinck, V duca di Portland
Successore William Cavendish-Bentinck, VII duca di Portland
Nome completo William John Arthur Charles James Cavendish-Bentinck
Nascita 28 dicembre 1857
Morte 26 aprile 1943
Dinastia Bentinck
Padre Arthur Cavendish-Bentinck
Madre Elizabeth Sophia Hawkins-Whitshed
Consorte Anna Winifred Dallas-Yorke

William John Arthur Charles James Cavendish-Bentinck, VI duca di Portland (28 dicembre 185726 aprile 1943), è stato un politico e proprietario terriero inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio del tenente generale Arthur Cavendish-Bentinck e della sua prima moglie Elizabeth Sophia Hawkins-Whitshed, figlia di Sir Vincent Hawkins-Whitshed, II Baronetto e nipote dell'ammiraglio Sir James Hawkins-Whitshed, I Baronetto. Sua madre morì pochi giorni dopo la sua nascita. Studiò a Eton[1]. Ereditò i possedimenti dei Cavendish-Bentinck, attorno a Welbeck Abbey nel Nottinghamshire, da suo cugino William Cavendish-Scott-Bentinck, V duca di Portland, nel 1879. Egli succedette inoltre alla sua matrigna come secondo barone Bolsover nel 1893. La sua sorellastra, lady Ottoline Morrell, fu patrona delle arti legata al Bloomsbury Group.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente intraprese la carriera militare, e servì come tenente nel Coldstream Guards[2]. Era un deputato conservatore nella Camera dei lord, fu Magister equitum sotto Lord Salisbury (1886[3]-1892[1] e 1895[4]-1902) e sotto Arthur Balfour (1902-1905)[1].

Nel 1886 è stato giurato del Privy Council[5].

Ha lavorato anche come Lord luogotenente di Caithness (1889-1919) e come Lord Luogotenente del Nottinghamshire (1898-1939) ed era un vice tenente di Ayrshire e un fiduciario del British Museum.

Alla incoronazione di re Giorgio VI, egli portò la corona della regina Elisabetta, la cui madre (la contessa di Strathmore e Kinghorne) era sua cugina.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, l'11 giugno 1889, Winifred Dallas-Yorke (7 settembre 1863-30 luglio 1954), figlia di Thomas Dallas-Yorke. Ebbero tre figli:

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì nel mese di aprile 1943, a 85 anni. La duchessa di Portland morì nel luglio del 1954, all'età di 90 anni.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze britanniche[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine reale vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine reale vittoriano
— 1896
Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera
— 1900
Cavaliere del Venerabile ordine di San Giovanni - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere del Venerabile ordine di San Giovanni
— 1901

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Carlo III - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Carlo III
Cavaliere dell'Ordine di San Sava - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Sava
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona (Belgio)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c thepeerage.com William John Arthur Charles James Cavendish-Bentinck, 6th Duke of Portland
  2. ^ Biography of the 6th Duke, with links to online catalogues, from Manuscripts and Special Collections, The University of Nottingham
  3. ^ The London Gazette (PDF), nº 25615, 10 August 1886, p. 3854.
  4. ^ The London Gazette (PDF), nº 26645, 19 July 1895, p. 4101.
  5. ^ The London Gazette (PDF), nº 25617, 17 August 1886, p. 4005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie