Willam Christensen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Willam Farr Christensen, alla nascita Christian William Christensen, (Brigham City, 27 agosto 1902[1]Salt Lake City, 14 ottobre 2001), è stato un ballerino, coreografo e impresario teatrale statunitense e fondatore del San Francisco Ballet e del Ballet West a Salt Lake City, Utah.

È famoso per aver portato negli Stati Uniti la versione completa del balletto russo Lo schiaccianoci, oltre a mettere in scena le prime rappresentazioni americane de Il lago dei cigni e Coppélia. Lo schiaccianoci di Christensen fu messo in scena per la prima volta nel 1944 a San Francisco, dove il balletto rimane una tradizione annuale, anche se la produzione ora messa in scena non è necessariamente la versione di Christensen. A Christensen viene spesso attribuito il merito di aver contribuito a ringiovanire la danza americana.

Christensen lasciò il San Francisco Ballet alle cure di suo fratello Harold per aiutare a coreografare una produzione teatrale all'Università dello Utah nell'estate del 1948. Mentre era lì, gli fu chiesto di rimanere e aiutare l'Università a creare un dipartimento di balletto. Acconsentì e trascorse il resto della sua vita lavorando nello Utah e nell'Intermountain West. L'Università dello Utah è stata la prima università accreditata ad avere un dipartimento di danza negli Stati Uniti. Mentre si trovava nello Utah, Christensen fondò anche il Ballet West. L'autrice Debra H. Sowell ha scritto che Willam, Harold e Lew Christensen sono la cosa più vicina che gli Stati Uniti abbiano con una "dinastia di balletto" in stile europeo. Christensen è cresciuto a Brigham City, nello Utah, ed è stato membro della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nacque Christian William Christensen, fino a quando sua madre cambiò il suo nome in William Farr Christensen, per includere il suo nome da nubile. Come ballerino professionista a San Francisco, Christensen lasciò cadere la seconda "i" nel suo nome per diventare Willam, che riteneva fosse più adatto alla forma d'arte europea del balletto. Questo e la sua data di nascita si trovano in Sowell, 1998, p.25

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN18081646 · ISNI (EN0000 0003 8605 196X · GND (DE121545776 · BNF (FRcb13537015s (data) · WorldCat Identities (EN18081646