Will (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Will
Titolo originale Will
Lingua originale inglese
Paese di produzione Regno Unito
Anno 2011
Durata 98 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, sportivo
Regia Ellen Perry
Soggetto Lesley Walker
Sceneggiatura Derek Burgess
Fotografia Oliver Stapleton
Interpreti e personaggi

Will è un film del 2011 diretto da Ellen Perry, con Damian Lewis e Bob Hoskins.

Il film racconta il viaggio di un bambino grande tifoso del Liverpool verso Istanbul dove si giocherà la finale della UEFA Champions League del 2005 tra Milan e, appunto, Liverpool.

Trama[modifica | modifica sorgente]

All'inizio del film, Will Brennand, ragazzino di undici anni, tifoso del Liverpool, è in una scuola tenuta da suore nel sud dell'Inghilterra, a causa dell'incapacità del padre Gareth a prendersi cura di lui dopo la morte di sua madre. Gareth arriva un giorno di punto in bianco, con due biglietti per vedere Liverpool giocare contro il Milan in finale di Champions League 2005 a Istanbul.

Purtroppo, prima di poter andare, Gareth muore improvvisamente. Will è determinato ad andare e onorare la memoria di suo padre. Lui scappa e lo fa fino in Francia. A Parigi gli rubano il portafogli e incontra Alek Zukic, un ex calciatore bosniaco che ha smesso di giocare durante la guerra civile nella ex jugoslavia. Nonostante la riluttanza iniziale di Alek di mettersi in gioco, egli si ispira alla determinazione e alla volontà del piccolo Will e cerca di aiutarlo a realizzare il suo sogno. Partiti in auto per la Turchia senza i biglietti, dopo molte prove e tribolazioni, Will ottiene il suo desiderio ed ha la migliore esperienza di quanto avrebbe mai potuto immaginare in occasione della finale.

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema