Wilhelm Egon von Fürstenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wilhelm Egon von Fürstenberg
cardinale di Santa Romana Chiesa
Wilhelm Egon von Fuerstenberg, Strassburg.jpg
Ritratto del cardinale von Fürstenberg
Blason fam de Maison von und zu Fürstenberg 2.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato2 dicembre 1629 ad Heiligenberg
Nominato abate ordinario1° aprile 1682 da papa Innocenzo XI
Nominato vescovo11 gennaio 1683 da papa Innocenzo XI
Consacrato vescovo1º maggio 1683 dall'arcivescovo Ercole Visconti
Creato cardinale2 settembre 1686 da papa Innocenzo XI
Deceduto10 aprile 1704 (74 anni) a Parigi
 

Wilhelm Egon von Fürstenberg (Heiligenberg, 2 dicembre 1629Parigi, 10 aprile 1704) fu un principe tedesco che divenne abate, vescovo e cardinale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato ad Heiligenberg il 2 dicembre 1629, iniziò la propria carriera come soldato nell'esercito francese.

Egli si recò quindi alla corte dell'arcivescovo di Colonia come il fratello, Franz Egon, che si era dimostrato particolarmente zelante per la causa di Luigi XIV di Francia che tentò di promuovere con ogni mezzo. Nel 1672 gli intrighi dei due Fürstenberg diedero come risultato un'aperta ostilità tra la Francia e l'arcivescovato di Colonia e, dal momento che i due fratelli vennero ritenuti responsabili degli imperialisti di questa inimicizia tra i due stati, Wilhelm venne stretto d'assedio dai soldati dell'imperatore nel monastero di San Pantaleone di Colonia dove, temendo per la propria vita, inoltrò una richiesta di grazia a Vienna. Egli venne salvato per intervento del nunzio papale, ma venne imprigionato e mantenuto in carcere sino alla firma del Trattato di Nimega (1679).

Come ricompensa per il proprio servizio, anche se fallimentare, Luigi XIV lo nominò vescovo di Strasburgo in successione del fratello nel 1682. Sempre il Re di Francia gli garantì, per il concistoro del 2 settembre 1686, la nomina a cardinale da parte di papa Innocenzo XI (ma il titolo cardinalizio di Sant'Onofrio lo ricevette solo tre anni dopo) e nel 1688 l'elezione a coadiutore dell'arcivescovo di Colonia e successore di Massimiliano Enrico di Baviera. Su insistenza dell'imperatore, il papa pose il proprio veto su quest'ultima nomina. Il partito del papa ebbe la meglio e si costituì ben presto una lega contro Luigi XIV che sfociò nella cosiddetta Guerra dei Nove anni, che privò Wilhelm Egon di tutte le speranze di successo, costringendolo a ritirarsi in Francia, nell'abbazia di Saint-Germain-des-Prés a Parigi, dove morì il 10 aprile 1704.

Conclavi[modifica | modifica wikitesto]

Wilhelm Egon partecipò al conclave del 1689, che elesse papa Alessandro VIII, ma non quelli del 1691, che elesse papa Innocenzo XII, e del 1700, che elesse papa Clemente XII.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Image Stemma
Orn ext Prince-évêque 2.svg
Blason fam de Maison von und zu Fürstenberg 2.svg
Wilhelm Egon von Fürstenberg
Principe del Sacro Romano Impero, Cardinale, Grand'Elemosiniere di Francia, Commendatore dell'Ordine dello Spirito Santo

D'oro, alla bordura nembata d'argento su azzurro, in campo un'aquila di rosso, beccata e membrata d'azzurro (Fürstenberg) riportante in petto uno scudo inquartato: al 1° ed al 4° di rosso al gonfalone d'argento (Werdenberg); al 2° ed al 3° d'argento alla banda segmentata di nero (Heiligenberg). Lo scudo, accollato a una croce astile patriarcale d'oro, posta in palo, è timbrato da un cappello con cordoni e nappe di rosso. Le nappe, in numero di trenta, sono disposte quindici per parte, in cinque ordini di 1, 2, 3, 4, 5. Dietro allo scudo sono presenti le insegne da principe del Sacro Romano Impero.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN76391951 · ISNI (EN0000 0000 6139 1149 · LCCN (ENn85355504 · GND (DE118771868 · BNF (FRcb12350792d (data) · BAV ADV10309453 · CERL cnp01012983