Wikipedia:Raduni/Webinar - "La sorte degli omosessuali ariani del Terzo Reich"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un webinar della TF - Il logo rappresenta due mani nude che spezzano i fili spinati di una ipotetica recinsione elettrificata di un campo nazista. Le mani sono "mani decise", non tremolanti, non sanguinanti, ma "coraggiose"

Pagina wikipedia della TaskForce


P Movie.svg






Webinar:"La sorte degli omosessuali ariani del Terzo Reich"

Premessa[modifica wikitesto]

Nell'ambito delle attività svolte dalla taskforce riguardanti lo studio dell' "Olocausto e della sua negazione" e più precisamente del Progetto di ricerca "Per bocca degli esecutori: I nazisti ammettono lo sterminio e le camere a gas" che si prefigge come primo scopo il miglioramento di tutte le voci di Wikipedia sulla Shoah e sull'Olocausto e più in generale una ricerca dettagliata dedicata alle ammissioni dei nazisti fatte ai processi che li riguardarono, agli affidavit che rilasciarono, a quanto scrissero nei loro diari e nella corrispondenza ai congiunti e ad altri nazisti, alle loro interviste nel dopoguerra e alle dichiarazioni di tutti i non ebrei che osservarono e testimoniarono le atrocità dello sterminio, particolari che saranno integrati nelle voci, vi presentiamo un ulteriore importante webinar che contribuirà ad ampliare non solo le conoscenze dei partecipanti della taskforce, ma di tutti coloro che sono interessati a conoscere particolari inediti del più grande genocidio della storia perpetuato dai nazisti. Questo webinar, il settimo che teniamo online, spiegherà dettagliatamente l'importante tema:"La sorte degli omosessuali ariani del Terzo Reich", una persecuzione criminale, fanatica e violenta verso una categoria di inermi giudicati esclusivamente per la loro scelta sessuale.

Giorno e ora[modifica wikitesto]

Sabato 28 maggio 2022 0re 18.00 - 20.00

Tema del Webinar[modifica wikitesto]

"La sorte degli omosessuali ariani del Terzo Reich"

Programma[modifica wikitesto]

  • -- Min 10 Introduzione e presentazione del webinar: Camelia Boban TF
  • -- Min.15 Una panoramica e statistiche sulle voci di Wikipedia dedicate alla persecuzione degli omosessuali del Terzo Reich: Fabio Brambilla TF
  • -- Min.20 La persecuzione nazifascista degli omosessuali : Giovanni Dall'Orto (storico, direttore del mensile gay italiano "Pride")
Magazine berlinese per lesbiche 1928 - Lotte Hahm una delle più famose lesbiche internate a Moringen
  • -- Min.20 Le lesbiche tra resistenza e resa nel terzo Reich : Sabina Miriam Zenobi (Arcilesbica)
  • -- Min.15 Testimone di un'epoca: Klaus Mann : Salvatore Talia TF
  • -- Min.10 Domande dagli ascoltatori rivolte agli oratori, modera : Marco Mascellino TF
  • -- Min.10 Conclusione e annuncio prossimo webinar : Mattia Luigi Nappi TF

Referenti[modifica wikitesto]

  • Referente Pubbliche Relazioni: Marco Mascellino (marco.mascellino@gmail.com)
  • Referente agli accessi: Gregorio Bisso (gregorio.bisso@gmail.com
  • Referenti al programma: Camelia Boban, Fabio Brambilla e Francesco Carbonara

Piattaforma e istruzioni per il collegamento[modifica wikitesto]

Targa commemorativa degli omosessuali del Campo di concentramento di Sachsenhausen.

Informazioni per partecipare:

  1. ON LINE con Google Meet (max 250)
  2. Puoi accedere con Computer PC, Notebook, Tablet, Smartphone
  3. Se usi un Tablet o uno Smartphone: installa l'APP Google Meet . Se invece usi il computer PC o Notebook, dovrai solo cliccare sul link
  4. Fa click sul seguente pulsante:
  5. Se non avessi cliccato il pulsante, puoi comunque partecipare cliccando sul seguente link: https://meet.google.com/pwx-wauc-ppy
  6. Permetti a Meet di usare Microfono e Videocamera
  7. Clicca sul pulsante Chiedi di partecipare
  8. Sarai messo in attesa. Dovrai aspettare per poter essere ammesso ed entrare per assistere
  9. Prima di entrare, chiudi il microfono. Per farlo clicca sull'icona del microfono "Disattiva Microfono" o premi i tasti Control D.

Partecipanti[modifica wikitesto]

Il triangolo rosa era il contrassegno di stoffa che veniva cucito sulla divisa degli internati per omosessualità maschile, in base al paragrafo 175, nei campi di concentramento nazisti. E' stato ipotizzato che il contrassegno delle donne fosse invece un triangolo nero, ma l'evidenza storica di tale colore applicato anche alle donne omosessuali è quasi inesistente
  1. --Camelia (msg) 21:37, 4 apr 2022 (CEST)[rispondi]
  2. --Bella Trovata (msg) 08:22, 13 apr 2022 (CEST)[rispondi]
  3. --sNappyML 23:43, 14 apr 2022 (CEST)[rispondi]
  4. --Fcarbonara
  5. --Ettorre (msg) 16:50, 26 apr 2022 (CEST)[rispondi]
  6. ...Marco Fodde
  7. ...Carlo Cicchelli
  8. ...Sabatina Cicchelli
  9. ...Andrea Cicchelli
  10. ...Rita Zamborlini
  11. ...Bruno Sarti
  12. --Noce09 (msg) 11:13, 15 mag 2022 (CEST)[rispondi]
  13. ...Maddalena Hamel
  14. --Salvatore Talia (msg) 15:09, 15 mag 2022 (CEST)[rispondi]
  15. ...Ansaldi83
  16. --TrinacrianGolem (msg) 18:01, 19 mag 2022 (CEST)[rispondi]
  17. ...Stefania Mancuso

Richieste di chiarimenti sul webinar[modifica wikitesto]

  1. ...
  2. ...

Temi dei prossimi webinar[modifica wikitesto]

  • 30 luglio 2022.............. "Ghetti, campi e luoghi di reclusione e uccisione in Italia: Una dettagliata panoramica di 91 siti italiani"
  • 24 settembre 2022....... "Aktion T4: da Grafeneck a Hadamar - da Kaufbeuren a Irsee e l'assassinio di Ernst Lossa"

A webinar concluso: commenti e richieste[modifica wikitesto]

  1. --
  2. --
  3. --
  4. --
  5. --