Wikipedia:Comunicato 3 luglio 2018/FAQ

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alcuni chiarimenti (approfondisci). L'immagine può essere modificata e riutilizzata liberamente, perché è pubblicata con licenza CC0

Perché Wikipedia in italiano è inaccessibile?

Non si tratta di un malfunzionamento, ma di una scelta. Le ragioni dell'oscuramento sono espresse nel comunicato che ha sostituito le nostre pagine. Non ce ne sono altre. Non ce ne sono di diverse.

Riteniamo che l'approvazione della direttiva europea sul copyright nella sua forma attuale limiti le libertà della Rete così come le conosciamo e impedisca la diffusione della conoscenza, che è l'unica missione di Wikipedia. La protezione dei diritti d'autore è un intento lodevole, ma pensiamo che la direttiva abbia contenuti potenzialmente pericolosi e sia fondamentalmente incompleta.

Se è una direttiva europea, perché è solo la Wikipedia in italiano a protestare?

La comunità di Wikipedia in italiano è stata la più veloce a reagire, ma altre l'hanno seguita: dalla notte fra il 3 e il 4 luglio sono state oscurate anche le versioni spagnola, polacca, lettone, estone e catalana, oltre a Wikiquote in italiano. Molte altre versioni linguistiche, prima fra tutte quella inglese, hanno deciso di esporre in cima a ogni pagina un banner per comunicare la loro adesione, e altre potrebbero unirsi.

Anche la Wikimedia Foundation, la fondazione senza fini di lucro che sostiene Wikipedia, e il suo capitolo Wikimedia Italia, hanno preso chiara posizione contro la proposta di direttiva e confermato il loro sostegno all'oscuramento.

La situazione in alcuni altri progetti
Wiki oscurate
Wiki con banner

La Commissione Europea ha risposto rassicurando sul fatto che non ci sono rischi per Wikipedia. Allora perché oscurare?

Con un emendamento, la Commissione ha dichiarato di voler esentare da una parte degli obblighi della Direttiva (ovvero dall'art. 13) le enciclopedie che operano con licenza non commerciale. È vero che Wikipedia è gratuita, ma i suoi contenuti sono – per esplicita scelta – liberamente utilizzabili da tutti e quindi diffusi con una licenza che non ne preclude l'uso, anche con finalità commerciali, da parte di terzi: la clausola di esclusione non è quindi efficace a mettere Wikipedia al riparo da conseguenze.

In ogni caso, tale emendamento alla Direttiva non è efficace a tutelare altri progetti collaborativi che fanno parte dello stesso ecosistema di conoscenza di Wikipedia, ma che non possono essere considerati enciclopedie. Tra questi, Wikiquote (che riporta citazioni), Wikisource (che ospita testi in pubblico dominio), Wikidata (che contiene dati grezzi), Commons (che ospita i contenuti multimediali a cui attingono tutte le Wikipedie).

Gli articoli 11 e 13 e le loro implicazioni nel dettaglio


Gli articoli più discussi della direttiva – artt. 11 e 13 – riguardano anche Wikipedia. In particolare:

  • L'articolo 11 obbliga ad avere una licenza rilasciata dalle testate giornalistiche per poter pubblicare link o snippet alle loro pubblicazioni. Le voci di Wikipedia si basano però esclusivamente sulle fonti, molte delle quali giornalistiche, che vengono linkate e citate per permettere a tutti i lettori di individuare l'origine delle informazioni e di verificarne la validità e l'attendibilità. Obbligare Wikipedia a pagare una licenza per citare le fonti, impedirebbe quindi di fatto la redazioni delle voci stesse.
  • L'articolo 13 rende i fornitori dei servizi Internet direttamente responsabili delle violazioni di copyright, anche quando sono commesse dagli utenti. Questo li costringe a un controllo preventivo dei contenuti attraverso dispositivi automatizzati, il cui costo è alla portata dei soli grandi provider, ma è invece inaccessibile per Wikipedia. Tali controlli, inoltre, sono basati su algoritmi che, per definizione, non possono identificare un uso illecito con una precisione assoluta, oltre a essere potenzialmente impossibili da implementare, perché dovrebbero avere accesso a tutto il materiale esistente al mondo per poterne verificare le effettive violazioni.

Quando tornerà visibile Wikipedia?

Se ne sta parlando. Presumibilmente nel corso della giornata del 5 luglio: dipende dall'esito della consultazione, di cui daremo senz'altro notizia.

Aggiornamento: Wikipedia dovrebbe venire riportata in chiaro giovedì 5 luglio, subito dopo il voto del parlamento UE, che dovrebbe avvenire tra le 12:00 e le 14:00.

L'enciclopedia è oscurata completamente?

L'accesso al sito è consentito solo agli amministratori e solo per aggiornare le pagine relative alla protesta. Rimangono modificabili alcune pagine, come ad esempio quella del bar (Wikipedia:Bar/Discussioni/L'Unione Europea, il copyright e il sapere libero) e la voce sulla direttiva europea di cui si sta discutendo (Proposta di direttiva sul diritto d'autore nel mercato unico digitale).

Chi ha deciso l'oscuramento e in che modo?

In Wikipedia non conta chi dice qualcosa, ma cosa dice.


Comunque, la comunità di Wikipedia in italiano ha discusso per diversi giorni in un'apposita pagina le forme più efficaci per manifestare. In quella sede è emerso un ampio consenso a oscurare tutti i contenuti, una forma di protesta che richiamasse l'attenzione sulla gravità del momento. Meglio rendere Wikipedia inaccessibile per un breve periodo, piuttosto che rischiare che in futuro sia del tutto impossibile andare avanti.

Cosa posso fare per sostenere l'iniziativa?

Ma se Wikipedia dice di essere neutrale perché protesta?

Le voci di Wikipedia sono scritte con l'intento di adottare un punto di vista neutrale. La neutralità dei contenuti è una regola indiscutibile e non derogabile, uno dei cinque pilastri fondativi di questa enciclopedia.

Wikipedia in sé non ha tuttavia una visione neutrale della realtà: la sua missione è "garantire a ogni persona libero accesso all'intero patrimonio della conoscenza" e questo è un atto politico dirompente. Noi siamo dalla parte della libera diffusione del sapere.

Se siete dalla parte della libera diffusione del sapere, bloccare l'accesso al sapere per protestare non è una contraddizione?

No. Abbiamo deciso di autobloccarci temporaneamente proprio per mostrare quanto sia importante l'accesso al sapere. Vogliamo continuare a garantirlo a tutti e vogliamo riaprire il prima possibile.

State protestando contro il copyright?

Non protestiamo contro il diritto d'autore, e non protestiamo contro gli autori. Wikipedia stessa è scritta da centinaia di migliaia di autori, che rilasciano i lori contribuiti con una licenza Creative Commons che non potrebbe esistere senza il diritto d'autore. Rispettiamo rigorosamente il diritto d'autore altrui e chiediamo che sia rispettato il nostro.

Protestiamo invece contro questa proposta di direttiva sul diritto d'autore, che pone nuovi vincoli alla diffusione della conoscenza. Sosteniamo misure che aiutino gli autori a produrre le proprie opere, come l'estensione della libertà di panorama a tutta l'UE e la protezione del pubblico dominio.

Come garantite che il diritto d'autore venga rispettato?

La comunità di Wikipedia è composta da centinaia di volontari che vigilano costantemente sul rispetto del diritto d'autore. Chiunque può segnalare una sospetta violazione in una pagina di Wikipedia, che, se confermata, porta alla rimozione del contenuto. Fra i grandi siti web, siamo probabilmente quello col minor numero di violazioni del diritto d'autore.

Perché vi opponete al controllo preventivo dei contenuti caricati dagli utenti?

Per un motivo semplice: nella realizzazione di un progetto come il nostro, il controllo preventivo non funziona.

Non si tratta di un'ipotesi: lo dimostra l'esperienza di Nupedia, l'enciclopedia collaborativa dalla quale nacque poi Wikipedia. Nupedia fu lanciata nel 2000 e richiedeva proprio il controllo preventivo dei contenuti caricati dagli utenti. Fu un fallimento. Viceversa, da quel fallimento nacque Wikipedia che, basandosi su un controllo esercitato a posteriori, ebbe immediato successo.

Davvero siete "liberi"?

Innanzitutto, tu sei libero. Wikipedia, infatti, ammonta ad un patrimonio culturale di quasi un milione e mezzo di voci, tutte fruibili attraverso una "licenza libera". Ti permettiamo esplicitamente di usufruire, copiare, modificare e condividere questo patrimonio per qualsiasi scopo (quasi l'opposto della clausola "tutti i diritti riservati"). Non imponiamo nemmeno limitazioni per scopi commerciali. Ti chiediamo solo di diffondere il lavoro che crei partendo da Wikipedia sotto queste identiche condizioni, affinché questo patrimonio rimanga libero per molto tempo. Approfondisci la licenza (CC BY-SA).

Per quanto riguarda noi, nessun interesse esterno o di terzi condiziona l'attività di scrittura dell'enciclopedia. Tutti collaborano su base volontaria, sia da registrati che da anonimi. Le donazioni garantiscono solo il supporto infrastrutturale e non riceviamo sovvenzioni statali. Tutto ciò ci rende liberissimi, più di qualunque operatore dell'informazione.

Siete dei maledetti, io ho da preparare degli esami!

Wikipedia è ogni giorno di aiuto a molte persone: studenti, giornalisti, medici e ogni sorta di utente che cerca informazione. In questi giorni abbiamo deciso di oscurare Wikipedia perché vogliamo che continui a essere una risorsa anche in futuro: rimaniamo chiusi oggi per proteggere il domani.

E se questo blocco, come tutte le proteste, crea disagi, rimangono i libri di testo da poter consultare, senza contare le biblioteche della tua città. Non disperare: generazioni di studenti prima di te hanno potuto tranquillamente preparare e passare brillantemente gli esami quando ancora Wikipedia (e il web) non esistevano! E noi stiamo lottando anche affinché in futuro tu possa continuare ad avere a disposizione un'informazione aperta e di qualità per preparare i tuoi esami.