Wikipedia:Bar/Discussioni/Nuova policy di commons sui file a contenuto sessuale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pix.gif
Nuova policy di commons sui file a contenuto sessuale NAVIGAZIONE


Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Wikipedia:Bar/Discussioni/Delibera del consiglio WMF sul contenuto potenzialmente offensivo.

Segnalo Commons:Commons:Sexual content e relativa discussione Commons:Commons_talk:Sexual_content. Per quello che capisco, tutte le immagini non storiche e artistiche (ma ci sono gia' state diverse cancellazioni di illustrazioni erotiche di inizio XX secolo, vedi [1]) che rappresentano atti sessuali, siano foto o anche illustrazioni, verranno messe in cancellazione immediata, indipendentemente dall'uso che ne fanno le varie wiki locali (es questo disegno che e' stato cancellato e delinkato oggi, nonostante l'uso diffuso [2]), in quanto fuori dallo scopo di commons. Non so se sia il caso di fare copie locali delle immagini usate nei ns articoli, visto che poi ottenere file con licenza libera equivalenti non credo sia facilissimo (sopratutto per le illustrazioni). --Yoggysot (msg) 18:40, 7 mag 2010 (CEST) Segnalo anche a quanto pare tutto e' nato dalla decisione di Jimbo successiva alle accuse (false) mosse da Fox News relative al fatto che wikipedia avrebbe ospitato materiale podopornografico [3] --Yoggysot (msg) 18:48, 7 mag 2010 (CEST)

Dove poso trovare, per capire meglio, indicato quale sia "lo scopo di commons"? --La voce di Cassandra (msg) 19:20, 7 mag 2010 (CEST)
Per quanto riguarda il fare le copie locali, decisamente contrario. Se la WMF decide dall'alto che quelle immagini non devono stare su commons, mi sembra implicito che non debbano stare in nessun progetto della WMF. Dopodiché, credo che sia una policy condivisibile (anche se andrebbe prima approvata dal board della WMF e poi applicata), il problema è che la sua attuazione venga fatta con prima cancelliamo e dopo vediamo se era veramente il caso (con il risultato che si cancella più di quello che si doveva cancellare e si scassano i link). Per quanto riguarda lo scopo di commons, lo trovi qui. --Cruccone (msg) 19:23, 7 mag 2010 (CEST)
Hanno iniziato bene, ma poi sono finiti sotto la scure censoria della morale: capisco l'eliminazione delle tantissime foto a contenuto sessuale messe su per pure esibizionismo, ma non capisco la cancellazione delle immagini che possono avere invece un valore didattico o esplicativo. PersOnLine 19:32, 7 mag 2010 (CEST)
(fuori crono) INIZIATO BENE? Ma siamo o no un'enciclopedia libera? Cancellare è quasi sempre male, soprattutto dopo che ci si è sbattuti per tirar fuori licenze su licenze. Da quando in qua sesso = porno? Fini illustrativi, divulgativi, non certo educativi dovrebbe avere Wikipedia. Punto informatico--Puzza87Cerchi guai? 21:27, 11 mag 2010 (CEST)
(confl) Mah. Mi limito (per ora almeno) a segnalare questo. --Jaqen [...] 19:37, 7 mag 2010 (CEST)
(confl)A leggere la talk di Jimbo in questo momento commons:User_talk:Jimbo_Wales (dove gli facevano notare che ha cancellato in immediata illustrazioni di inizio secolo, in PD, di artisti considerati enciclopedici), effettivamente sembra che l'idea, anche in base sia quella che qualsiasi cosa possa rientrare nella definizione di porno debba andare in cancellazione immediata, per poi eventualmente ridiscuterne con calma finito il megaripulisti. E' interessante notare che le motivazioni date (vedi messaggio di Jimbo delle 15:17, 7 May 2010), ovvero che ci sono lettori sensibili come i bambini o quelli provenietnti dalle scuole di cui tenere conto, se proposte da qualche anonimo per chiedere la rimoazione di un'immagine si sarebbero scontrate con il Wikipedia:Disclaimer sui contenuti... --Yoggysot (msg) 19:44, 7 mag 2010 (CEST)
@Jaqen quello e' proprio il tipo di casi in cui reputavo utile una copia in locale (per chi non ha fatto in tempo a vederla, si tratta di un'illustrazione satirica anticlericale di un'autore morto a fine 800 Félicien Rops in cui si vede una suora che usa un fallo finto). Per quello che posso vedere in questo momento, Jimbo sta scatenando uan girandola di cancellazioni e recuperi degni della peggiore wheel war--Yoggysot (msg) 19:46, 7 mag 2010 (CEST)
Mi sento amareggiato --Limonadis (msg) 20:06, 7 mag 2010 (CEST)
Altro tipo di immagini di cui, finche' la WMF non si esprime, credo sia meglio fare una copia in locale commons:Category:Wiki-Sexuality Images sono una serie di illustrazioni fatte appositamente per gli articoli di wiki sulle pratiche sessuali, in modo da non dover usare foto. Molte di queste nelle ultime ore sono state cancellate, recuperate, ricancellate, ecc... ma una volta passato il delinker, se venisse deciso di mantenerle, occorerebbe ricaricarle a mano una per una su decine di articoli. --Yoggysot (msg) 20:14, 7 mag 2010 (CEST)

Che su commons ci fossero intere categorie di foto di tipo pornografico che esulavano dagli scopi del progetto me n'ero accorto da tempo, pertanto un repulisti era necessario, il problema è che Jimbo sta procedendo "ad minchiam" (siamo in tema d'altra parte...) e dato che è lui nessuno lo può fermare. --Cotton Segnali di fumo 20:15, 7 mag 2010 (CEST)

Come Cotton... --OPVS SAILCI 20:54, 7 mag 2010 (CEST)

Vedo anche che diversi sysop di commons sono a dir poco imbizzarriti e annunciano di lasciare il progetto.--Cotton Segnali di fumo 21:01, 7 mag 2010 (CEST)

In effetti due torti non fanno una ragione: prima tutti potevano caricare tutto, ora nessuno può caricare nulla... inoltre questo modo di fare dà peso alle critiche di Fox News e sottolinea il pressappochismo che si è usato. --F l a n k e r 21:04, 7 mag 2010 (CEST)
Discussione su Foundation-l. Per il resto,s e un po' di pulizia era necessaria (ma avveniva comunque abitualmente nelle normali cancellazioni), non capisco come usare una legge USA che si applica a foto e video porno (e che obbliga a certificare che gli autori sono maggiorenni) possa essere usata per una policy in base alla quali si cancellino anche illustrazioni realizzate appositamente per wiki per evitare problemi con questa legge oltre a immagini erotiche di uno o due secoli fa, per di piu' di autori europei... --Yoggysot (msg) 22:04, 7 mag 2010 (CEST)
Articolo di Fox News sulla questione. --Yoggysot (msg) 22:20, 7 mag 2010 (CEST)
Solita questione. La morale non c'entra niente. Fox ha fatto il solito gioco di sponda: "Lo sai che doni denaro a uno che pubblica foto zozze?". Quindi il messaggio è "O levi le foto o nessuno vuole essere associato a qualcuno che pubblica foto zozze". Del resto già il fatto che i donatori di Yahoo! dicano che non erano al corrente che WMF pubblicasse materiale "illegale" (foto porno di maggiorenni non sono illegali...) significa che l'articolo è, come si dice, biased... Sergio (aka The Blackcat) 23:33, 7 mag 2010 (CEST)
Linko anche per chi non volesse leggersi tutto il thead sulla foundation-l la dichiarazione di Michael Snow che riassume la questione. --Elitre 00:06, 8 mag 2010 (CEST)
(fuori crono) in pratica se ne lavano pilatamescamente le mani: da una parte negano che ci siano policy nuove all'orizzonte (al contrario di quanto annunciato da Jimbo), dall'altra però non prendono neppure posizione sul fatto che con le "policy vecchie" gran parte delle foto messe in immediata in queste ore non sarebbero state cancellate (alcune in passato erano anceh state oggetto di procedure di cancellazione finite con un chiaro consenso per il mantenimento). --Yoggysot (msg) 04:01, 8 mag 2010 (CEST)

Mi sa che Giancarlo aveva ragione... Va a finire che lo seguirò. --Demart81 (Comunicazioni, insulti, ecc.) 00:07, 8 mag 2010 (CEST)

_________________________________________________________________

A caldo mi sento di mettere in evidenza, soprattutto, ma non solo, i commenti di Flanker e di Blackcat.

Il primo, soprattutto, per quello che riguarda il pressappochismo che sembra ben descrivere, se non altro, le cancellazioni eseguite in modo a dir poco sommario e senza un'apparente razionalizzazione e processo di consenso alla base, come testimoniato anche dalle wheel war delle quali è stato protagonista lo stesso Jimbo.

Questo elemento, oltre ad essere IMHO abbastanza imbarazzante dal punto di vista metodologico, fornisce la base per una lettura del secondo.

Quest'ultimo mette in evidenza la sin troppa solerzia del Progetto a farsi - di fatto - eterodirigere.

Si tratta di pericolo già manifestatosi in passato e, credo, mai come in questo caso, reso evidente dall'immediata e direi istintiva coazione ad agire secondo quanto "ordinato" da un'entità esterna, in questo caso un'importante media; in casi precedenti e più circoscritti, tuttavia, erano stati sufficienti abbozzi di minacce da parte di privati o semplici prese di posizione di qualche blog, senza neanche peritarsi di tentare di verificare la loro fondatezza o il loro contenuto eventualmente diffamatorio.

In tutti i casi, la faccenda veramente inquietante è la reazione sostanzialmente passiva del progetto caratterizzata, almeno in apparenza, da un immediato automatismo all'adeguamento agli indirizzi ricevuti dall'esterno senza neanche tentare di abbozzare, a quanto sembra, una discussione preventiva interna sulla risposta da fornire e sulla eventuale calunniosità delle accuse ricevute.

A questo punto, concentrarsi sulla natura del problema in questione (immagini a sfondo sessuale sì, immagini a sfondo sessuale no) mi sembra persino fuorviante: è la stessa natura del Progetto, in particolare la sua autonomia e la sua capacità di riconoscerla, prima ancora che di difenderla, che è sistematicamente messa in questione, aprendo la strada a scenari a dir poco inquietanti e richiedendo, IMHO, un coraggioso impegno da parte di tutti i wikipediani a domandarsi, e a domandare, cosa stiamo facendo qui, gratis e, a quanto pare, di fatto senza tutele, seppur minime. --Piero Montesacro 10:47, 8 mag 2010 (CEST)

Denuncia di Larry Sanger[modifica wikitesto]

A quanto ho capito parte tutto da una denuncia di Larry Sanger, come ben sapete co-fondatore di Wikipedia e creatore di Citizendium, che accusa Wikipedia di ospitare file e contenuti pedo-pornografici.

Jacopo Werther (msg) 12:13, 8 mag 2010 (CEST)

Cioè, tutto questo è nato per una accusa falsa di pedopornografia, in quanto si tratterebbe di immagini simulate e non di foto, cosa che, al di là dei giudizi morali, non è illegale negli USA stando a questa pagina en:Simulated_pornography. PersOnLine 12:46, 8 mag 2010 (CEST)

Segnalo anche le categorie incriminate commons:Category:Pedophilia e commons:Category:Lolicon, dove a quanto pare le immagini ci sono ancora, non so se prime ce ne fossero delle altre, comunque se è vero che stanno cancellando tutte le foto di pornografia quanto la (ridico) accusa era inizialmente rivolta su queste, c'è qualcosa che non va. PersOnLine 13:09, 8 mag 2010 (CEST)

Dire che c'è stata una "reazione sostanzialmente passiva del progetto" non mi sembra molto corretto. C'è stata sicuramente una gestione vergognosa della faccenda da parte di Jimbo, ma il progetto (che è più che altro composto dagli utenti) non ha certo accettato senza fare storie: sono fioccate dimissioni, wheel war e altre cose simili, fino ad arrivare alla richiesta di desysoppare Jimbo Wales (con già un centinaio di voti a favore).
Infine, il mio parere. Come detto da un po' tutti il problema di un eccesso di immagini porno su Commons c'era, per cui se da questa storia esce un razionale repulisti di quelle immagini ben venga. Certo, se continuano a sparire anche disegni e immagini artistiche (o anche semplicemente immagini utili), questo diventa un problema, ma mi sembra che dopo la guerra di ieri la situazione si sia calmata e che molte di quelle immagini siano state già recuperate. Insomma, come per Facebook evitiamo di fasciarci la testa prima del dovuto. Wikipedia non è Jimbo Wales e non è che se lui fa cazzate bisogna chiudere baracca.
Ah, da qualche parte ho letto che in en.wiki hanno momentaneamente bloccato Commons delinker, si potrebbe valutare se farlo anche qua da noi.--Sandro (bt) 15:11, 8 mag 2010 (CEST) P.S. Non so se nel frattempo abbiano cancellato altre cose dalla categoria segnalata ad PersOnLine, ma quelle che ci sono al momento credo ci possano stare.
Come ha detto Piero Montesacro c'è il grosso problema dell'eterodirezione, c'è il grosso problema, come detto da Cotton, del fatto che un po' di pulizia ci voglia ma come dice lo steward Drini qui (ed in base a tale ragione ho votato per la rimozione del flag) c'è la questione che wiki non si è fermata al 2002, oggi il Progetto va avanti con o senza Jimbo, dobbiamo renderci conto che oggi, in un Progetto tanto variegato ed enorme le cariche "onorarie" debbano essere solo facezie, altrimenti diventano zavorre. --Vito (msg) 16:23, 8 mag 2010 (CEST)
Ero qua per richiedere la stessa cosa... non possiamo fermare il delinker? --balabiot 17:28, 8 mag 2010 (CEST)
Cfr. en.wiki. Per la pedofilia, cfr. Wikimedia e pedofilia by Frieda. --Nemo 18:02, 8 mag 2010 (CEST)
(fuori crono) Il mio voto per il deflaggamento è il numero 361. Stavolta Jimbo l'ha fatta grossa. Ho scritto (avete tutti capito benissimo, ma lo specifico per chi non parla inglese) che Wikipedia non può farsi dettare l'agenda dai media e lavorare sotto la minaccia di vedersi tagliati i fondi: Wikipedia deve rispettare la legge, non la morale. -- Sergio (aka The Blackcat) 19:28, 10 mag 2010 (CEST)
(conflittato) Premesso che non ho (ancora) letto come si e' evolta la faccenda dopo stanotte, personalmente mi ritrovo in molti (ma non tutti) dei commenti fatti dall'admin di commons commons:User:Gmaxwell sulla lista [4]. Se una pulizia era necessaria ed in casi piu' estremi poteva essere utile una certa celerità per scansare l'azione mediatica di Fox News (che pero' poteva voler dire mass deletion discusse, non cancella tutto e poi forse discuti), sono finite in cancellazione immediata (e di conseguenza delinkate, indipendentemente dal loro successivo ripristino) illustrazioni vecchie di secoli, disegni che erano creati proprio come compromesso tra chi riteneva che alcune voci necessarie le immagini e chi non voleva vedervi foto con persone vere (alcuni dei quali avevano gia' superato proposte dic ancellazione si commons), oltre ad una serie di foto di pornodive vestite (seppur poco es [5]) cedute con donazione a wiki per le voci che le riguardavano (messe in cancellazione a questo punto solo perche' il soggetto era una pornodiva).
@Jacopo Werther: Sanger aveva fatto la segnalazione, poi rivelatasi infondata e sembrava che fosse finito tutto li' (vedi anche [6]). Ieri Fox News e' tornata alla carica facendo notare ai grossi donatori che anche se non hosta immagini illegali ce ne sono altre di nudo e pornografiche, e Jimmo ha fatto partire la crociata dopo aver avuto esplicitamente l'ok a titolo personale di alcuni membri del board (il quale poi ufficialmente se ne e' però lavato le mani).
@Sandrobt: Sul delinker so che su en.wiki l'avevano bloccato durante il boom di cancellazioni, per poi riattivarlo successivamente quando molte immagini erano state recuperate e quindi non sarebbero state delinkate e mi sembra che anche su de.wiki stanotte stessero discutendo se bloccarlo. Bloccarlo oggi, quando ormai le voci sono state gia' modificate (e quindi il link all'immagine, se e' stata poi ripristinata, si dovrà comunque andare a rimettere a mano voce per voce), ha ben poco senso (al limite era da fare ieri come su en.wiki).
Che poi, al di la' della coda di paglia di Jimbo per la sua partecipazione a Bomis che probabilmente lo porta ad essere paranoico su quello che riguarda i contenuti sessuali, ci sia di fondo un certo bigottismo sessuofobo nordamericano per cui se sponsorizzassi la produzione di armi troveresti chi ti fa donazioni senza battere ciglio, mentre se qualcuno dice "ehi, su wiki c'e' la foto di mezza tetta!" ti fanno terra bruciata intorno, dai commenti che leggo in giro credo che sia evidente a quasi tutti i contributori europei (tant'e' che qualcuno, non ricordo se sulla de.wiki o su commons, ha proposto pure di fare un gemello di commons situato in Europa per meglio addattarsi alle ns valutazioni e legislazioni). Del resto nel momento che si cancellano anche disegni e illustrazioni, e' evidente che la legge USA tirata in ballo (che parla di foto e filmati) c'entra solo in parte e quandoq ualcuno ha fatto notare la cosa a Jimbo la sua reazione e' stata questa [7] (il che la dice lunga sulla ricerca di consenso).
Per ora su commons si parla di circa 400 file cancellati da Jimbo e altri admin che si rifanno alla sua decisione (qui una lista parziale).--Yoggysot (msg) 18:15, 8 mag 2010 (CEST)
A quanto pare i contributori puritani americani hanno avuto il potere e la capacità di imporre il loro POV sui contenuti e file di Wikipedia. Veramente niente male per l' "Enciclopedia libera"! Jacopo Werther (msg) 21:15, 8 mag 2010 (CEST)
La denuncia di Sanger finalmente risveglia Wikipedia da un lungo sonno, un sonno in cui si è sempre pensato che le regole fatte nella comunità fossero le regole di tutto il mondo e che il mondo stesse a guardare Wikipedia per capire come fare le leggi. Credo che alla fine qualcuno in WMF si sia reso conto che esistono delle leggi in USA e nel resto del mondo che tutelano i minori e anche la pubblicazione di immagini pornografiche accessibili facilmente da minori potrebbe avere una certa gravità. Io non credo che Jimbo abbia agito così solo perché ha capito che la notizia di Sanger si stesse diffondendo, ma credo che qualcuno ha voluto vederci chiaro sulla modalità di pubblicazione di certi contenuti ed ha scoperto che c'era un rischio più grave di quello che era percepito dal caso Sanger in quanto non solo sono illegali le immagini pedopornografiche (in alcuni stati anche immagini di adolescenti), ma anche disegni che ritraggano un soggetto reale come anche le immagini pornografiche non protette da accesso di minori (artt.528, 529 e 725 del codice penale). In pratica Jimbo ha notato che poteva scoppiare una forte speculazione su Wikipedia dietro il caso Sanger ed ha preso provvedimenti che, secondo me, avrebbe dovuto prendere la comunità molto prima di lui. Personalmente posso affermare che il problema della pornografia su Wikipedia è stato trattato sempre con molta leggerezza e non è stato mai percepito come un problema serio. Viene considerato più seria una violazione di copyright che la questione delle immagini pornografiche nascondendosi spesso dietro la scusa che deve essere la comunità a decidere. Io mi chiedo... a decidere cosa? Di applicare delle leggi? Forse questo caso potrà dare più serietà di trattamento a questioni del genere. -- Ilario^_^ - msg 22:00, 8 mag 2010 (CEST)
Bah, Ilario, hai qualche prova di ciò che stai dicendo? Le regole c'erano anche prima, basta guardare i registri per vedere quante immagini pornografiche (per davvero) siano sempre state cancellate; con tutto questo macello passando sopra a tutte le regole alla fine sembra che si siano trovate solo 400 immagini da cancellare, al momento; inoltre, parecchie di queste sono state ripristinate e le altre solo gli amministratori di Commons possono vedere come fossero. Dipingere Commons come il Far West è assurdo. --Nemo 00:00, 9 mag 2010 (CEST)
A me la cosa che aveva colpito, anche quando era stata data la lista di immagini coinvolte, è che non si trovava neanche un disclaimer serio che avvertisse che l'immagine era stata selezionata e approvata secondo le leggi etc. etc. allo stesso modo di quanto avviene per le licenze. Guarda la lista che hai dato e noterai che c'è un disclaimer che parla dei file svg, uno per le licenze, ma niente, proprio niente che tuteli il minore, addirittura la foto di Angelina Ash che si spalma di panna con tanto di ticket OTRS. In passato le immagini venivano cancellate per volontà del singolo ma c'era una chiara linea guida. Guarda bene la lista che hai dato (basta solo prendere quelle sulle tecniche di masturbazione) e già solo dal titolo potrai notare che non si tratta di immagini liberamente pubblicabili su siti accessibili anche ai minori. -- Ilario^_^ - msg 01:08, 9 mag 2010 (CEST)
Se il problema e' quello, qualcuno modifichi prima Wikipedia:MINORI, dicendo che cio' che puo' infastidire un minore da noi non deve trovare posto. Allo stato attuale noi abbiamo scritto chiaro e tondo che minori e persone sensibili potrebbero trovare i contenuti inadatti... ed in passato, quando utenti o anonimi chiedevano di rimuovere dalle voci alcune delle immagini che in questi giorni Jimbo ha cancellato senza dicussione (e altri hanno recuperato piu' volte), gli si sbatteva in faccia quel link e se insistevano venivano bloccati.
Se inevce l'idea e' che appena qualcuno dice "bau" bisogna correre, la prossima volta che qualcuno ci accusera' di ospitare le immagini di Maometto, o le vicende giudiziarie del tal politico, o semplicemente un argomento particolarmente caldo come quelli religiosi o la guerra di turno o il dibattito olocausto-revisionismo, non stupiamoci se ci verranno imposte modifiche POV dall'alto per far contento il gruppo editoriale di turno... Ah, per la cronaca, Foxnews oggi dice questo [8]:

«Immediately after, Wikimedia administrators started rapidly marking files for deletion, and the purging is going strong. Images tagged for deletion — though some were still viewable Friday afternoon — include pictures of men, women and young girls involved in a range of sex acts with each other and, in some cases, with animals.»

In pratica la cancellazione di massa viene passata come una prova certa del fatto che su commons c'erano imamgini di orge tra uomini, donne, bambine e animali, noi sappiamo che non e' vero, chi legge i media no, e pensa che se le abbiamo cancellate in fretta e furia e' per questo motivo... non c'e' che dire, proprio una bella operazione di PR. --Yoggysot (msg) 03:57, 9 mag 2010 (CEST)

La censura del padrone di Wikimedia[modifica wikitesto]

cb La discussione proviene dalla pagina Wikipedia:Bar/Discussioni/La censura del padrone di Wikimedia.
– Il cambusiere Nemo 00:18, 9 mag 2010 (CEST) Ieri notte mi sono imbattuto in questa discussione, da lì sono finito sulla pagina di discussione su commons di Jimmy Wales, e fra un link e l'altro ho tirato le sei di mattina. Ero furibondo ma mi sono imposto di non commentare a caldo e sono andato a letto. Oggi, mentre dovrei lavorare in real life, mentre potrei editare il ns0, sono ancora qui a leggere di cose assurde, che non ritenevo possibili. Ora a freddo, vorrei fare qualche piccolo ragionamento, sperando che ne salti fuori qualcosa di utile e non un mio sfogo personale.

Sto parlando ovviamente di quello che sta accadendo su Commons, ovvero che Jimmy Wales, investito da un sacro furore censorio, si è messo a cancellare in immediata un sacco di file, non solo immagini, senza discutere o chiedere pareri. Il motivo è che secondo lui sono immagini pornografiche, quindi su Commons non ci possono stare perché non hanno valore educativo. Questo è quello che ho capito io.

Ora, cercando di entrare nel merito solo quel che basta, io ho qualche domanda.

  1. Chi gli dà l'autorità di fare una cosa del genere? Jimmy ha poteri da sysop in tutti i progetti Wikimedia in tutte le lingue?
  2. Se così fosse, c'è stata una votazione? C'è consenso per il suo status di SuperUtente? Ed è uno status che gli è dovuto a vita? Lui non è soggetto alle normali procedure di riconferma?
  3. I sysop non possono andare contro le policy dei progetti senza una valida ragione, non sono esentati dal rispetto delle regole e della comunità. Jimmy Wales lo è?
  4. In pratica, se lui può fare quello che vuole, e quello che dice diventa legge, dobbiamo aspettarci che Wikipedia e gli altri progetti verranno congelati alla sua morte (ammesso che sia mortale)? E dopo? Si eleggerà un nuovo faraone di Wikipedia? O i suoi superpoteri verranno ceduti ad un utente designato da lui?

E ora entriamo un pochino nel merito della questione al mondo ci sono pure quelli che fanno sesso, che schifosi.
È chiaro che i server Wikimedia non possono e non devono ospitare materiale illegale. Le fotografie di minori che fanno sesso con degli adulti sono materiale illegale direi ovunque nel mondo. La pornografia non è illegale ovunque, e comunque non lo è negli U.S.A. dove sono ospitati i server di Commons e Wikipedia, e non lo è in Italia,luogo dal quale quasi tutti noi di it.wiki ci connettiamo ai server.
Posto questo, io leggo nelle varie policy, si Commons e di Wikipedia: « Commons non è censurato », « Wikipedia non è censurata ». Giusto penso. Bello penso io. Sappiamo che molta gente può rimanere offesa da alcuni tipi di immagine, e alcuni (i bambini) potrebbero anche rimanere danneggiati dalla visione di immagini pornografiche. QUalche bambino potrebbe crescere con la bizzarra idea che fare l'amore sia una cosa bella. Dove andremo a finire se ciò accadesse? (Chiedo sinceramente scusa ma fatico a mantenere la calma).
Allora cosa si fa? Smettiamo di fare sesso perché i bambini potrebbero scoprirlo? Oppure educhiamo i nostri figli? Parliamo loro e spieghiamo loro come stanno le cose? Li accompagnamo nella navigazione su Internet e non li abbandoniamo soli davanti al computer o alla televisione? Possiamo anche smettere di fare sesso, basta dirlo! È anche una soluzione meno impegnativa... certo fra qualche decennio ci saremo estinti ma dov'è il problema? Almeno non ci saranno più minori che rischiano di rimanere sconvolti dal mondo!
E fra parentesi un minore io non lo considero un essere umano di serie B, ha tutto il diritto di imparare e di prendere coscienza di se.
Altra parentesi, ci sono certamente un sacco di file da cancellare su commons, nonostante vada ricordato che è una banca dati che non serve solo i pregetti Wikimedia, ma le cose si discutono, non è accettabile che vengano decise da un dio-re, (che prende ordini dalla Fox? Dal governo? Dalla sua chiesa?).

Tornando alle implicazioni generali, io credo che la divinità di Jimmy vada smentita, perché se domani decide di cancellare le voci che non gli piacciono, o decide di scrivere che Topolino è stato il più grande presidente del consiglio di tutti i tempi, non deve poterlo fare.
Oltre al danno immediato che hanno comportato le sue azioni, nel rimuovere file in uso in numerosi progetti, c'è il fatto che numerosi utenti (e amministratori) stanno abbandonando i progetti, già provati dalla faccenda Facebook, e senza i loro contributi il settembre è sempre più eterno.

Ecco due link utili su meta, a voi i commenti, e scusate la logorrea di povero utente registrato, che non ci stà a lavorare gratis per Jimmy o per la Fox. --Phyrexian (msg) 17:10, 8 mag 2010 (CEST)

Capisco Phyrexian e il suo frustrato sarcasmo. Tralasciando il fatto che Topolino casomai è stato il miglior presidente del consiglio degli ultimi 150 anni, e non di tutti i tempi, entro nel merito della questione. La mia impressione è che Wales possa aver avuto paura che Wikipedia potesse venire danneggiata da un'immagine sbagliata che avrebbe potuto venir fuori da questo "caso" (basti pensare al fatto che in un articolo del Venerdì di Repubblica avevano menzionato l'implicazione di Jimbo in un "sito con immagini softcore", che presumo essere en:Bomis) e, per evitare ogni rischio, abbia optato per un intervento drastico e abbia ricorso all'immediata per ogni file che avrebbe potuto anche lontanamente rassomigliare a qualcosa di "controverso". Personalmente sono d'accordo con la petizione, dato che Wales ha probabilmente avuto meno fiducia nella comunità e piú paura del giudizio esterno, mentre avrebbe dovuto senz'altro essere il contrario. Ciò che è altresí certo è che per sua natura, Wikipedia non ha padroni e pertanto per quanto possa esserne il fondatore, Jimbo dev'essere anche il primo a rispettare i suoi regolamenti. --Triple 8 (sic) 17:28, 8 mag 2010 (CEST)
(fuori crono) Io sostengo Bomis :-) o cancelliamo pure Sylvia Saint? :-(
Ma vi sentite? Cosa credete, che Jimbo non possa fare quello che vuole? Certo che lo può fare visto che ha creato lui tutto questo. Sarebbe come dire che Berlusconi non può decidere in casa Mediaset. Dal mio punto di vista credo che lui goda di una specie di autorità informale che gli è data dalla sua posizione di fondatore e non credo si possa fare molto a riguardo. --Vajotwo (posta) 18:30, 8 mag 2010 (CEST)
Quindi stai facendo lo scoop di Jimbosconi che prende dividendazzi da wiki? :O --Vito (msg) 18:53, 8 mag 2010 (CEST)
E che Mediaset sia un'azienda libera e collaborativa? --Triple 8 (sic) 18:56, 8 mag 2010 (CEST)
(bi-conflittato) @Vajotwo: no Wales non ha diritto di fare quello che vuole sentendo solo gli umori dei media, prima si discute e poi eventualmente si cancella, solo perché ha dato vita insieme ad altri a en.wiki non ha diritto di arrogarsi diritti superiori rispetto a tutti gli altri in tutti i progetti di wikimedia (lo spirito collaborativo di Wikipedia vale per tutti meno che per lui? Non mi sembra assai legittimo). Poi l'esempio che hai portato è assolutamente fuorviante e mal si inquadra con il problema attuale: Jimbo non è padrone di nessun progetto di Wikimedia, ha fondato la Foundation che nessun potere ha sui progetti Wikimedia, quindi non può decidere lui sua sponte cosa scrivere, proteggere, cancellare, aggiungere, togliere, deve rispettare come tutti i principi su cui si basano questi progetti, cioè la collaborazione tra gli utenti, cosa che non ha fatto in quest'occasione. Restu20 18:57, 8 mag 2010 (CEST)

Rispondo innanzitutto alle domande di Phyrexian: Jimbo ha il flag di "fondatore", che gli dà automaticamente i privilegi di amministratore su tutti i progetti WMF, semplicemente perché lui Wikipedia l'ha creata. Diciamo che un ragionamento del genere ha una sua valenza logica nei primi anni, che col tempo si è affievolita. Jimbo ha creato Wikia e, pur mantenendo un posto onorario nel board di WMF (che ufficialmente gestisce i nostri progetti, fra cui it.wiki), si sta occupando più di Wikia che dei nostri progetti. Una prova è la recente presentazione a Bergamo, nella quale ha fatto un po' di confusione fra Wikia e Wikipedia, a sentire chi era presente dei nostri.

Ad ogni modo, tornando a bomba, il flag di fondatore non è revocabile da una singola comunità. Il che non significa che questo potere sia temporalmente illimitato: la richiesta di rimuovergli il flag sta lì a testimoniarlo. Il fatto che sia il co-fondatore di Wikipedia e progetti correlati non significa che sia anche legibus solutus: molti, fra cui il sottoscritto, si lamentano del modo molto grossolano con cui è intervenuto - anche, non solo - in questa occasione.

I miei due cent, necessariamente un po' complessi: Jimbo ha fatto bene in linea teorica ad intervenire, costringendo la comunità di Commons a prendere atto del fatto che avevano lasciato colpevolmente a sé stessa un'area "sensibile" del progetto. La critica, ovviamente, nasce sul metodo adottato, che (da filoamericano puro e duro) non fatico a definire l'archetipo del modo di fare yankee più deleterio che esista: intervenire coi mezzi pesanti, radere al suolo tutto, colpire indiscriminatamente colpevoli ed innocenti, poi gli errori se li correggono i superstiti - pardon, gli ingrati superstiti.

La mia critica è resa ancora più dura da una constatazione: Jimbo si muove nel modo testé descritto solo ed unicamente quando i media scovano (o credono di aver scovato) una magagna nel "sistema". Siccome poi lui viene considerato il padrone di Wikipedia e non il papà (e lui non fa niente per far capire la sottile differenza che c'è fra i due termini...), beh... è semplicemente tenuto ad intervenire, come ogni ipocrita padre di famiglia fa.

Una cosa del genere è probabilmente il peggior messaggio che si possa dare, nei confronti di chiunque: all'esterno, si continua a trasmettere l'idea che Wales sia il padrone di Wikipedia (cosa non vera), che il suo potere di deus ex machina sia pacificamente accettato dalle comunità (cosa non vera) e che lui alla fine continui ad essere anche l'unico responsabile di tutto quello che succede qui (cosa non vera); all'interno, si continua a trasmettere il messaggio per cui non importa se ti fai il mazzo ore ed ore a gestire un progetto, tanto poi arriva Jimbo che mette a posto con una bella pezza a colori il casino che altri dicono che hai combinato (cosa non vera...?).

Ancora: il messaggio che mandiamo è di una enorme vulnerabilità nei confronti di attori esterni che vogliono influenzarci. Qui non si tratta di uno che arriva e dice "Attenzione, guardate che qui c'è un errore!". Qui si tratta di una major televisiva (e che major, governata da quale tycoon) che ha deciso di fare una propria campagna scandalistica (sulla quale non mi pronuncio, per non allungare troppo il brodo) contro di noi su un argomento che facilmente si presta a solleticare la pruderie. E Jimbo che fa? Per restare in tema, si mette prono ed ubbidisce, con il metodo di cui sopra.

Siamo semplicemente di fronte ad un bivio: la creatura è cresciuta, è cresciuta tanto ed è arrivato il momento di recidere il cordone ombelicale col "papà", che continua a trattarci come bambini, nonostante ormai siamo diventati adolescenti (non dico maggiorenni, ma adolescenti sì). Inoltre, non è che siamo privi di strumenti: anzi, su en.wiki ne hanno pure molti di più rispetto ai nostri (non so quanto gli servano, ma li hanno).

Non si tratta di una resa dei conti, di una protesta plateale, di Crono che evira suo padre Urano o di chissà quale atto di rottura: semplicemente è una evoluzione naturale dei progetti. -- Sannita - L'admin (a piede) libero 19:04, 8 mag 2010 (CEST)

Perfettamente d'accordo con te Sannita, solo che adesso resta da chiarire chi farà la prima mossa per far capire a Jimbo che non può più fare certe cose. --Vajotwo (posta) 19:22, 8 mag 2010 (CEST)
Lo può fare se ritiene che sia un pericolo una parte del progetto. Jimbo non si è svegliato una mattina ed ha deciso di cancellare alcune immagini, ma probabilmente dietro potrebbe esserci una motivazione più seria. Sulla pornografia ne abbiamo discusso diverse volte al bar e forse c'è stato anche un sondaggio, ma la comunità non ha mai saputo decidere. Se la comunità non sa decidere non è che il mondo effettua una "sospensione di giudizio". -- Ilario^_^ - msg 20:05, 8 mag 2010 (CEST)
Il problema secondo me è che giustamente ha percepito il pericolo della possibile immagine negativa e della ipotizzabile perdita di donatori, ma non si è reso conto che molti contributori donano volentieri il loro tempo e lavoro ad un progetto libero ma non a uno dove a dettare la linea sono le campagne stampa della Fox Corporation. Un errore grave a mio parere. --Cotton Segnali di fumo 20:33, 8 mag 2010 (CEST)
condivido l'analisi di Sannita, anche se non vedo margini di manovra per recidere alcunché.Nanae (msg) 21:03, 8 mag 2010 (CEST)
In Speciale:Utenti/Jimbo Wales non vedo flag... possibile? Ah, e mi piace questo nick =)--DoppioM 21:53, 8 mag 2010 (CEST)
Ah no, è un global founder. Domanda tecnica: i flag globali non appaioni in listusers? Segnalo anche questa pagina, questa su meta e faccio una domanda: il fatto che molti file di questa lista siano ancora "blu", cosa significa? Wheel-war?--DoppioM 22:01, 8 mag 2010 (CEST)
<conflittato> Più passa il tempo più mi convinco che wikipedia (utopia bellissima, che va sostenuta fino ai propri limiti) cadrà (ha impiegato quasi 500 anni, ma è caduto anche l'Impero romano), ma non cadrà per i barbari che l'assaltano dall'esterno, ma cadrà (come è caduto l'Impero romano) per i continui accomodamenti con i barbari per cercare di procrastinare una caduta inevitabile. (non stupitevi se domani cambierò la mia firma) - --Klaudio (parla) 22:04, 8 mag 2010 (CEST)
(fc) Credo di concordare con te, vedi sopra, molto sopra, dove cercavo di dire, credo, cose simili, ma in momdo ahimé meno sintetico. Ah, facci sapere che nick assumerai... :-) Vale, --Piero Montesacro 01:00, 9 mag 2010 (CEST)
Se l'accomodamento si chiama "Codice penale italiano" ben venga. La pubblicazione di immagini e foto pornografiche in luoghi accessibili al pubblico (quindi anche siti web ad accesso libero) può essere punito secondo il codice penale. Lo so che esiste tanta "pornografia" in tv o sui giornali, ma esistono anche le fasce protette. Condivido la visione di Michael Snow che afferma essere Wikipedia un progetto con scopi "educativi" e per questo avere presente che i minori sono una fascia ampia di utenti. -- Ilario^_^ - msg 22:19, 8 mag 2010 (CEST)
E il codice penale italiano (_ma perché proprio quello italiano?) nel punirlo, indica anche quali tipologie di foto o immagini siano pornografiche e quali non lo siano? (Un disegno scientifico è pronografico?) --Archiegoodwinit (msg) 22:43, 8 mag 2010 (CEST)
Va anche detto che, ora che mi sono fatto un giretto, che, metodi a parte, la situazione era (è) "leggermente" sfuggita di mano, vi erano (e ne vengono caricate ancora) foto di dubbia opportunità. --F l a n k e r 01:49, 9 mag 2010 (CEST)

@Ilario: evidentemente il punto non è chiaro, quindi lo chiarirò a te e a chi ne ha bisogno. Qui non si tratta di codici penali, civili o stradali: gli utenti italiani devono rispettare le norme italiane se compiono azioni da territorio italiano. Qui si parla di scavalcare tutta una comunità perché qualcuno dall'esterno ci accusa di essere filo-pedofili. Commons è gestito di merda, lo sappiamo tutti, ma questo non autorizza nessuno, nemmeno Jimbo, a fare quel che gli pare senza coinvolgere la loro comunità. Non dico "Apriamo una discussione al Bar e vediamo come va", ma almeno far dire alla WMF, cioè ai VERI responsabili dei nostri progetti, "Signori, decidiamo in fretta cosa deve essere cancellato e cosa no, perché qui si sono superati i limiti". Se fosse successo qui sopra, io avrei bloccato personalmente Jimbo, a costo di essere infinitato, perché NESSUNO qui sopra - tranne la nostra comunità e la WMF - si può permettere di decidere cosa può restare e cosa no. -- Sannita - L'admin (a piede) libero 02:23, 9 mag 2010 (CEST)

@Sannita: se leggi foundation-l noterai che il board di WMF in buona parte ha appoggiato Jimbo (gli altri ancora non si sono espressi) come lo hanno appoggiato alcuni amministratori di Commons (e lo hanno anche aiutato). Leggerai che Mike Godwin, Michael Snow, Samuel Klein lo hanno difeso. -- Ilario^_^ - msg 16:26, 9 mag 2010 (CEST)

Bah. SJ, per esempio, ha detto chiaramente che ha sbagliato a cancellare unilateralmente quelle immagini e in particolare le illustrazioni ottocentesche; se questa è una difesa... (e ha scritto parecchi altri messaggi come questo, ciò che qualcuno ha chiamato "riduzione del danno" in Commons). --Nemo 22:34, 9 mag 2010 (CEST)

Ommioddio qualcuno ha messo delle donne nude sull'internet! (ovvero: qual è il punto)[modifica wikitesto]

Rieccomi, e per favore perdonate i miei toni ed il mio sarcasmo congenito, accentuato dalla gran voglia di mandare tutto e tutti a morì' ammazzati.

Qual è il punto di tutta questa cagnara internazionale, (almeno a giudicare dai commenti in russo e francese su meta e dai bar delle wikipedie e non solo in molte lingue)? Il punto l'ha centrato Sannita: Jimmy Wales non ha e non deve avere il diritto di controllare i contenuti dei progetti Wikimedia. Non può cancellare quello che gli pare, non può scrivere quello che gli pare, non può bannare chi gli pare.

La gravità della situazione è massima, e cerchiamo di rendercene conto per favore. Io, come molti altri utenti in tutto il mondo, ho scoperto solo oggi che in ogni progetto Wikimedia esiste una e una sola utenza che ha il potere di fare assolutamente tutto quello che vuole. E queste utenze corrispondono tutte alla persona fisica di Jimmy Donal Wales. Allora forse è colpa mia che non ho letto bene che cos'è Wikipedia, che cos'è Commons eccetera, ma io pensavo di fare parte di una comunità autogestita, libera e aperta a chiunque volesse farne parte in maniera costruttiva, una comunità che si pone come scopo la creazione di un'enciclopedia universale (in questa sede) e una banca dati di immagini a licenza libera non solo come supporto alla suddetta enciclopedia (Commons), senza parlare dei Wikizionari eccetera. Questa comunità si è imposta un punto di vista quanto più possibile neutrale per realizzare il suo scopo, libera da condizionamenti partigiani di ogni sorta.
Ora, se questa comunità sa fare 2+2 si renderà conto che un'utenza come quella di Jimmy, che è in effetti onnipotente, rende impossibile la realizzazione di tutti questi progetti. Perché Jimmy ha un suo punto di vista ovviamente, influenzabile o no dall'esterno, ed in qualsiasi momento ha il potere di far valere il suo POV su quello degli altri, persino su quello delle presunte o vere cricche di amministratori. Quindi IMVHO io non sto lavorando come volontario per questa comunità, che pone se stessa al servizio della società, cioè di tutti, ma sto lavorando gratis per Jimmy Wales, e decide lui e solo lui quello che devo e posso fare. Per esempio non posso caricare un'immagine con un uomo nudo, perché a Jimmy immagini del genere ci ha fatto sapere che non gli piacciono.
Cerchiamo di capirci per favore, io non ho pensato nemmeno un secondo che Jimmy agisse in malafede, che volesse dannegiare Commons o Wikipedia, ma anche in questo caso la stupidità non è una giustificazione, se metti tuo gatto nel microonde perché aveva freddo e poi il gatto esplode, commetti un reato nonostante la buona fede. Non è ammissibile mantenere un'utenza coi poteri di un faraone perché il faraone ci ha promesso che sarà buono e non ne abuserà, perché quando ne abuserà sarà tardi.

Siamo tutti grati a Jimmy di avere messo in atto questa idea fantastica che è Wikipedia, l'idea non è proprio originale, Jimmy non è un genio, ma ci ha messo i suoi soldi, tanti soldi. Soldi ricavati anche dalla distribuzione di materiale pornografico a quanto ho capito. E tutti sappiamo che il porno non è materiale soft-core, si parla di uomini e donne che fanno sesso per davvero dietro compenso in denaro. Le foto e i video così prodotti vengono acquistati da chi ha i soldi per distribuirli e rivenderli e guadagnarci sopra. Quindi, sempre se non ho capito male, ci sono molte persone che hanno fatto del sesso per il solo scopo di ricevere del denaro, perché Jimmy potesse guadagnare del soldi con Bomis. Nulla di male, almeno secondo me. È vero che c'è tanta gente disposta a vendere il proprio corpo perché c'è della gente come Jimmy che ha bisogno del loro lavoro per guadagnarci sopra, ma nessuno (si spera) li costringe a farlo. Però ci sono certi quadri, certi disegni del diciannovesimo secolo che Jimmy proprio non tollera, non riesce ad accettare che vengano ospitati sul suo Commons. Opinioni, di questo si tratta, legittime pure. Insomma POV. Il suo.

Ah, e poi sapete cosa? Su internet si possono trovare tante immagini porno! Non è scandaloso? Dovrebbero chiuderla, e distruggere tutti gli elaboratori elettronici altrimenti qualcuno potrebbe ricrearla! Ribadisco che dopo che una persona è nata le possono succedere tantissime cose brutte, ma abortire per risparmiare a un bambino le sofferenze che la vita potrebbe causargli non mi pare una soluzione sensata. Invece di eliminare internet o Wikipedia, o le prostitute, ci sarebbe bisogno che la gente non facesse dei figli per abbandonarli in strada da soli.

Per tornare al punto, allora per chi lavoro io? Wikipedia è l'enciclopedia dedicata a tutti? Dove tutti sta per tutti i maschi bianchi americani cristiani? Mi spiace ma io di vita ne tengo una sola, e vorrei farci qualcosa di buono, non voglio collaborare a una Censuropedia, a un altro strumento di controllo delle masse da parte dei potenti. Il punto è questo: Wikipedia per quello che dice e vorrebbe essere rischia di autodistruggersi prima di compiere 10 anni. Io, adifferenza di altri, ritengo che questo sia un progetto possibile, ma se una cosa è possibile non significa che si farà di sicuro, e soprattutto non da sola. Jimmy ha fondato il progetto? Vero, grazie Jimmy. Ma non l'ha creata lui Wikipedia, l'ho creata io. L'abbiamo creata noi. L'hanno creata gli IP anonimi. L'ignoranza rende schiavo l'essere umano, e censurare la più grande enciclopedia della storia è schiavizzare quelle persono che dispongono di poche fonti d'imformazione, e hanno in Wikipedia un punto di riferimento quasi esclusivo. Penso alla solita bambina africana che non può permettersi libri e istruzione, ma si può connettere a internet dal villaggio vicino, penso a chi vive in un paese sotto dittatura. Ora noi dobbiamo dimostrare di essere maturi abbastanza per decidere cosa vogliamo essere, e cosa vogliamo fare, perché se continua a deciderlo Jimmy (che IMO non è mica cattivo, ma un po' imbecille sì) Wikipedia ha fallito. Questo è il punto, è ora di farci sentire, per mollare c'è sempre tempo dopo, ma per favore datemi ancora qualche motivo per rimanere qui a lottare per un mondo migliore. --Phyrexian (msg) 05:14, 9 mag 2010 (CEST)

(conflittato da Jacopo Werther, qui sotto. Mi metto qui, fuori crono)
IMO hai centrato il punto. Provando ad astrarci un attimo dal casus belli che ha scatenato il putiferio, qui le questioni principali sono almeno tre:
  • la comunità è funzionale al progetto, ma senza la comunità il progetto muore. Non si può scavalcare la comunità perché se la comunità - a quel punto inutile - abdica, uno "one-man-project" la vedo complicata lo si riesca a portare avanti. Forse questo punto sfugge ed è qui che vedo un grosso pericolo: se la corda viene tirata troppo e si spezza si arriva allo sgretolarsi delle comunità. Le sole prospettive a quel punto possibili sono un fork generalizzato o lo spegnersi di morte naturale dei progetti.
  • nessuno, ma proprio nessuno, può avere la possibilità di derogare i cinque pilastri, ché, altrimenti il progetto non è più questo, è altro. Ed il POV è uno dei pilastri. Non si possono prendere decisioni ed agire in deroga alle policy senza averne prima discusso ed in base al proprio (legittimo, ma sempre tale) POV. A maggior ragione quando questo POV si è, molto probabilmente, formato anche a seguito di considerazioni (almeno in parte, errate) ed esterne al progetto. Non si può permettere a nessuno di far si che il progetto sia eterodiretto.
  • Jimmy Wales è il fondatore del progetto e di questo tutti quelli che al progetto partecipano gliene sono riconoscenti. Credo anch'io che abbia agito e agisca in buona fede, ci mancherebbe; il che non lo esime, al pari di chiunque altro, da poter prendere, aver preso e prendere - come nell'occasione presente - dei grossi abbagli. Ma il rapporto col progetto - come detto altrove da altri - non è e non può essere, per la natura e la struttura del progetto stesso, quello di un padrone, ma quello di un padre: un figlio lo puoi educare, indirizzare, influenzare, controllare, ma non puoi imporgli le tue scelte, deve essere libero di fare le proprie (nei limiti della convivenza civile e delle leggi) altrimenti si ribella. Ed a ragione. Vive di vita propria, è nato da te, ma non è "tuo".
Nel merito della questione, quoto quanto già detto da altri: il problema non è la cosa in se, alcune immagini potevano e dovevano essere cancellate, altre non avevano motivo di esserlo. È sul metodo che si è completamente trasceso. Ed è su quello (se si fosse trattato di cancellazioni di immagini di funghi sarebbe stato lo stesso) che valgono le considerazioni precedenti. Sono basito -- Pap3rinikQuack 10:09, 9 mag 2010 (CEST)
Su questa policy ufficiale di It.Wikipedia Wikipedia:Politiche_di_messa_al_bando_degli_utenti#La_decisione_di_messa_al_bando trovo scritto:
" La decisione di messa al bando
La decisione di mettere al bando un utente può scaturire legittimamente (il grassetto è mio) da:
  1. la comunità di Wikipedia, prendendo una decisione in base alle appropriate politiche da essa stessa approvate e condivise, o a seguito di consenso sul caso specifico;
  2. Jimbo Wales;
  3. decisione del Board of Trustees della Wikimedia Foundation. "
Dando per vero quanto scritto, Jimbo Wales può bannare chiunque, senza avviso, per una giusta causa o semplicemente perchè gli sta antipatico. Ero a conoscenza che Wikipedia non fosse una democrazia, però, con tutto il rispetto per il fondatore, non sapevo che Jimbo Wales detenesse tali poteri autocratici. Jacopo Werther (msg) 09:48, 9 mag 2010 (CEST)
Comunque io resto dell'idea che qualcuno debba intervenire per segnalare al gran capo e a quei pochi indipendenti da Jimbo rimasti nella Wikimedia Foundation che così non può funzionare. --Vajotwo (posta) 12:19, 9 mag 2010 (CEST)
Scrivo qui rispondendo anche a Sannita più sopra.
Secondo me la comunità ha avuto diverse segnalazioni per questo materiale, ne abbiamo parlato anche noi al bar diversi anni fa, ma il materiale è sempre rimasto lì. Tempo ce ne è stato per decidere e ci sono stati anche alcuni casi che hanno messo in allarme. Non so se vi ricordate l'episodio di Virgin Killer e del blocco avuto in UK sulla base della en:Protection of Children Act 1978. La comunità inglese aveva proposto la cancellazione diverse volte ed era sempre rimasta lì (l'ultima volta avevano chiuso subito la votazione en:Wikipedia:Images_and_media_for_deletion/2008_December_6), quindi la comunità non sembra essere stata molto lungimirante, quindi quando uno dice che bisognava chiedere alla comunità, secondo me si afferma un'utopia. Il paradosso è che se Jimbo si fosse messo a cancellare immagini in violazione di copyright nessuno avrebbe detto niente, se cancella delle immagini illegali per altri motivi allora scoppia il putiferio. Questo perché? Perché la comunità deve ragionare se dare conto alla legge applicata in alcuni stati sui minori? Quando un amministratore cancella del contenuto illegale non chiede il permesso all'utente, lo cancella e basta, poi l'utente può discutere.
La comunità è alla base di ogni progetto e lavora sul contenuto, WMF è proprietaria del contenitore e, in quanto tale, è un provider. In quanto provider sarebbe co-responsabile del contenuto "illegale" per cui potrebbe cancellare questo contenuto per non essere coinvolta in questioni legali. Lo fanno anche altre comunità ed infatti si può leggere chiaramente nei termini di servizio di Google al punto 8.3, ma lo stesso concetto è espresso anche in Facebook ([9]). Con questo non voglio difendere Jimbo ma difendere il caso in cui WMF in situazioni "gravi" possa rimuovere del contenuto in via "preventiva" chiedendo poi alla comunità di prendere delle decisioni.
Il punto, secondo me, è capire solo se Jimbo debba o non debba mantenere questo flag, ma se non mantenesse il flag dovrebbe pure il provider potersi "tutelare" dalle conseguenze legali che derivano dal contenuto pubblicato. Io mi auguro che non si arrivi veramente ad una forma di "Terms of service" come fa Google. -- Ilario^_^ - msg 16:21, 9 mag 2010 (CEST)

Ilario, scusa, ma il paragone non mi pare regga molto: la copertina di "Virgin Killer" è ancora allegramente presente su en.wiki in quanto dopo un folle blocco preventivo di tutto il progetto wiki a seguito di un altrettanto folle denuncia, la magistratura ha stabilito che non costituisce alcun reato. La comunità, opponendosi alla cancellazione, in quel caso mi è sembrata invece molto lungimirante se permetti. Secondariamente, se il problema è la presenza di immagini pornografiche e Jimbo fosse partito a cancellare quelle, credo non sarebbe iniziato alcun putiferio. Il fatto è che J., come puoi vedere dalle sue cancellazioni in seguito annullate, è partito rimuovendo opere d'arte dei secoli passati, foto mediche di malformazioni fisiche, pornostar vestite, e disegnini didattici di attività sessuali stile manuale di salvataggio degli aerei, ovvero immagini molto chiaramente non pornografiche e che, al pari di Virgin Killer, è abbastanza evidente che non costituiscono reato di alcun tipo. --Cotton Segnali di fumo 17:54, 9 mag 2010 (CEST)

(fuori crono) La rimozione preventiva è il passo più breve per giustificare la censura. Inaccettabile. E quoto Cotton-fioc --Puzza87Cerchi guai? 22:02, 11 mag 2010 (CEST)
Peraltro, Jimbo stesso, anche quando si e' fermato, ha comunque "incoraggiato gli altri" ad andare avanti con i suoi metodi [10], sostenendo che i media cosi' avrebbero riportato che su wiki facevamo pulizia (peccato che i media, ovvero Foxnews, hanno preso la palla al balzo e riportato falsamente che cancellavamo in fretta e furia immagini di orgie tra uomini, donne, bambine e animali per non essere beccati, ma che fino a quel momento erano state hostate con il consenso della comunità, facendoci passare tutti per una banda di pedo-zoolofili con la coda di paglia), sostenendo che il tutto e' stato fatto mantenendosi sempre in contatto con il board [11] (alla faccia della loro ponziopilatesca dichiarazione e del fatto che non sta a loro decidere nuove policy editoriali), per poi ammettere candidamente che era perfettamente coscente di cancellare immagini che prima [12] o poi [13] sarebbero state recuperate (peccato che non sia lui che si dovrà sbattere a mettere a posto i danni fatti nel frattempo dal delinker). In pratica abbiamo un esempio lampante di Wikipedia:Non danneggiare Wikipedia per sostenere una tua opinione, opinione che peraltro, si e' rivelata deleteria per l'idea che all'esterno hanno avuto del progetto leggendo ne news derivate dalla Fox.
Del resto non e' neppure vero che commons non avessere regole su questo campo (come si e' letto piu' volte per giustificare l'urgenza della cosa): come spiega poi questo admin di commons sulla lista, le immagini non ritenute utili e non utilizzate venivano cancellate tranquillamente anche prima di questa crociata, e comunque c'era una liena guida sul nudo, che si applicava ovviamente anche alle immagini potenzialmente pornografiche, commons:Commons:Nudity approvata da ben 3 anni [14] --Yoggysot (msg) 04:35, 10 mag 2010 (CEST)

Founder flag[modifica wikitesto]

Questa vicenda ha fatto un bel casino, nella talk su commons di Wales ci stanno andando giù pesante, intervengo a titolo informativo: Wales si è scusato e ha detto questo, cioè rinuncia ai suoi "poteri" conferiti dal flag "founder", ma non si capisce se rimuovendo fisicamente il flag o solo non usandolo (sembrerebbe la seconda ipotesi). ^musaz 15:06, 9 mag 2010 (CEST)

Vedo con piacere che qualcosa è cambiato. Bene --Vajotwo (posta) 15:15, 9 mag 2010 (CEST)
Credo si sia tolto da solo i diritti derivanti dallo stato di "Founder". Tuttavia conserva lo stesso potere di un burocrate per cui potrebbe in qualsiasi momento decidere di rimettersi questi diritti. -- Ilario^_^ - msg 15:31, 9 mag 2010 (CEST)
Quindi, nei fatti, non è cambiato nulla. È come prendere un fucile e sparare a caso sulla folla, e quando la folla sta per ribellarsi dire « ok, ok, lo metto via e non lo uso più ». Ma potrebbe iniziare a sparare di nuovo in qualsiasi momento, il fucile bisogna toglierlo dalle sue mani. E poi va sanzionato per i danni che ha già commesso, che sono molto gravi a parer mio. Perché lui mantiene questi poteri e gli altri no? Secondo me sono poteri che vorrebbero avere anche i nazisti dell'Illinois, sì insomma, per correggere velocemente alcune pagine di Wikipedia che secondo loro ci vanno giù un po' troppo pesante col caro vecchio Adolf. Ma non c'è consenso per dare questi poteri ai nazisti dell'Illinois, quindi non li hanno. Io non ho visto tutto questo consenso per mantenere i superpoteri di Jimmy su Commons.
Ilario, io credo che continui a mancare il punto. Non si tratta di porno sì e porno no, cos'è porno e cosa no, quanti bambini si suicidano leggendo che esiste la fellatio e quanti pedofili imparano a confezionare una molotov su Wikipedia. Il punto è che ci hanno preso in giro: i progetti non sono governati dal consenso delle comunità che li hanno creati, ma dalla persona che li ha fondati: Jimmy. Lui può decidere e fare tutto ciò che vuole. Il regno unito non vuole vedere foto di adolescenti nudi (che non è pornografia) e censura Wikipedia. E noi cosa facciamo? Ubbidiamo al governo britannico? Conosco un paio di altri governi che avrebbero qualcosa da ridire sui contenuti, la Cina ad esempio, l'Iran e la Corea del nord, e penso che pure il nostro presidente del consiglio dei ministri non sia soddisfatto della pagina che lo riguarda. Gli basta censurare Wikipedia per ottenere i cambiamenti che vuole? O fa prima a fare una telefonata Jimmy? --Phyrexian (msg) 17:27, 9 mag 2010 (CEST)
Riguardo ai superpoteri di Jimbo, alla fine credo che sia successo quello che era prevedibile, cioè che usarli equivale a perderli. I superpoteri sono sempre stati visti come estrema misura di emergenza (ad esempio nel caso uno steward impazzito decida di togliere i flag a tutti gli altri utenti). Però, nel momento in cui Jimbo stesso usasse i superpoteri per trasformarsi in dittatore, la sua reputazione e quella di Wikimedia finiscono, tutti i progetti Wikimedia finiscono. Di fatto, i superpoteri di Jimbo sono autolimitati per definizione. Fondamentalmente cosa è successo: che con l'obiettivo di affermare che Commons non è un sito porno (posizione condivisibile e in gran parte condivisa, IMHO), ha deciso di intervenire con lanciafiamme e bazooka cancellando anche materiale di chiaro contenuto educativo (in quanto utilizzato in varie wikipedia) e ricancellandolo dopo che admin di commons lo avevano ripristinato per questo motivo. Alla fine il materiale educativo è stato ripristinato, e anche le operazioni di CommonsDelinker sono state probabilmente rollbackate se opportuno. --Cruccone (msg) 19:44, 9 mag 2010 (CEST)

Revocare lo status di amministratore a Jimmy Wales su it.wiki[modifica wikitesto]

Una delle poche immagini a sfondo sessuale non ancora cancellata. Sarà la prossima?

Segnalo questo paragrafo nella user talk di Jimmy Wales su en.wiki. A quanto pare gli olandesi hanno deciso di procedere a livello locale e secondo i normali criteri del consenso a desysoppizzare Jimmy Wales, (questa dovrebbe essere la pagina per chi conosce la lingua). Penso che sia utile procedere anche qui su it.wiki nello stesso modo. So che dando un'occhiata qui Jimmy non risulta un amministratore su it.wiki, ma non risulta nemmeno su commons, eppure può cancellare files in immediata, quindi scusatemi se ho perso la fiducia in queste tabelle. Non mi sono mai occupato di queste cose e non so bene come fare, ma immagino che un utente registrato possa avanzare una richiesta del genere se ha dei buoni motivi, se qualcuno potesse indicarmi come fare gli sarei grato. Nella fattispece i buoni motivi sono che ha cancellato senza ragione immagini in uso nel progetto (su it.wiki) e che con il suo comportamento contrario alle fondamentali regole dei progetti Wikimedia ha destabilizzato le comunità in maniera grave, al punto di far abbandonare il progetto da utenti molti utenti (su commons per ora). --Phyrexian (msg) 18:40, 9 mag 2010 (CEST)

Jimbo, attualmente, su it.wikipedia risulta essere membro dei gruppi globali amministratori di sistema e fondatori. Il che gli da praticamente la possibilità di agire come vuole anche da noi. --Vajotwo (posta) 18:54, 9 mag 2010 (CEST)
Non è piú cosí: si veda m:Special:GlobalGroupPermissions/founder (con relative dichiarazioni di Jimbo: mailarchive:foundation-l/2010-May/058095.html, mailarchive:foundation-l/2010-May/058158.html e azioni correlate) e qui. Ora sostanzialmente può solo leggere qualche registro in piú: m:Founder. --Nemo 22:04, 9 mag 2010 (CEST)
Sono mancato due giorni e leggo solo ora (rapidamente) quanto accaduto. Scrivo solo per esprimere, anche per quanto mi riguarda, il mio profondo sconcerto per questa cosa. So di essere terribilmente fuori crono e per questo mi fermo qui, ma comunque condivido l'incazzatura di molti degli intervenuti. :-( --Retaggio (msg) 13:14, 10 mag 2010 (CEST)
quoto Retaggio (anche sull'essere intervenuto un po' in ritardo)... --torsolo 13:51, 10 mag 2010 (CEST)
(conf.) Può essere che Jimbo abbia fatto una caxxata a procedere come ha fatto. Pur non essendo riuscito a seguire tutto, mi pare che quello che sta avvendo ora sia stata l'occasione per una resa dei conti che in molti attendevano con ansia. Se questo porterà all'allontanamento di Jimbo da 'pedia e dei progetti fratelli lo vedremo, ma la cosa mi piace poco. Vedremo se la comunità sarà in grado di gestire la baracca senza Jimbo. Qualcuno mi risponderà che la comunità è abbastanza matura e che il progetto ha la capacità di tutelarsi da solo, che Jimbo non è Dio, ecc. Può darsi. Per ora, senza lo scomposto intervento di Jimbo, la comunità non è stata in grado di tutelarsi dal potenziale rischio di infrangere leggi presenti in quasi tutti i paesi del mondo contro la diffusione di materiale pornografico o pedopornografico e la lista delle famose 400 immagini lo dimostra. Tutta questa enorme necessità di pubblicare la maggior parte di quelle immagini io non ce la vedo. Ma soprattutto ha ragione Ilario quando dice che le pagine di quelle immagini sono piene di template relative alle licenze, ma nessuna presa di coscienza che alcune potrebbero essere in violazione di leggi più cogenti. Se la comunità fosse davvero così matura una riflessione ad ampio spettro sulla questione sarebbe stata all'ordine del giorno da tempo. Quella della pornografia può essere una buccia di banana seria sulla quale 'pedia (con Commons e fratelli) può scivolare ma senza cartelli di avviso. Continuo a pensare che tutta 'sta necessità di inserire immagini nelle voci non ci sia, anche se è vero che una immagine a volte spiega più di mille parole. A parte qualche "opera d'arte" di qualche illustratore del secolo scorso, c'è davvero una tra quelle 400 immagini (anche tra quelle ripristinate) davvero indispensabile a fini illustrativi ed educativi che senza di essa la/e voce/i di 'pedia risulti incompleta (perché se quelle immagini sono su Commons è perché dovrebbero servire nelle voci dei progetti fratelli, visto che Commons non è un contenitore indiscriminato di immagini)? Insomma, io credo che una qualche ragione ce l'abbia chi critica, anche pesantemente, Jimbo per la sua condotta, ma credo anche che questo sia uno di quei casi in cui prima si spara e poi si intima di alzare le mani. E mi pare che la condotta di Jimbo sia stata l'occasione per molti per togliersi sassolini dalle scarpe più o meno grandi. Colpa di Jimbo, forse, l'essersi mosso solo per le sirene di FoxNews, colpa della WMF che ha dormito su una questione da non sottovalutare, colpa della comunità che crede di essere al di sopra di certe leggi solo perché crede che le policy dei progetti siano sufficienti o autosufficenti a sostenere l'impalcatura. --Amarvudol (msg) 14:35, 10 mag 2010 (CEST)
(fc) Questa fesseria delle "leggi presenti in quasi tutti i paesi del mondo contro la diffusione di materiale pornografico o pedopornografico" è Weasel esattamente come l'altra leggenda metropolitana che dice che "gli Stati Uniti sono la democrazia più grande del mondo". Nel caso dell'affermazione (1) ci si dimentica che in tutti i Paesi democratici del mondo occidentale (pochi) la pornografia non è un reato e la la pubblicazione e la produzione di immagini pedo-pornografiche sì, mentre nel terzo mondo (tre quarti dei governi planetari) il concetto di "pornografia" è esteso pure ai forum di discussione sull'omosessualità, e i comportamenti sessuali tra adulti e minori non sono sanzionati se non su pressioni (in genere legate a motivi commerciali) dell'Occidente. Nel caso dell'affermazione (2) si ricorda che esiste anche l'India, che non mi pare sia una dittatura... -- Sergio (aka The Blackcat) 19:51, 10 mag 2010 (CEST)
Amarvudol, qui quello che ha sparato (e incitato gli altri a sparare) prima di intimare "l'alt" è stato Jimmy. Ancora deviamo dal punto. Penso che tutti siamo d'accordo che i progetti non possano e non debbano ospitare materiale illegale (cosa che non è mai stata fatta fino a prova contraria, né su commons né altrove), e siamo anche d'accordo che immagini legali ma controverse (come quelle pornografiche) vadano discusse se qualcuno dice di essere disturbato dalla loro presenza, <sarcasmo>proprio come le foto di pornostar vestite (che non sono esseri umani), o le illustrazioni di Maometto, o l'arte satirica di due secoli fa, o le foto di Parigi (davvero non le sopporto, sono indecenti!!)</sarcasmo>. Certo che non vogliamo creare un sito porno, anche se Commons non ha la sola funzione di servire i progetti Wikimedia. Il punto (ancora) è un altro.
PERCHÉ JIMMY WALES PUÒ FARE COSE CHE GLI ALTRI UTENTI REGISTRATI NON POSSONO FARE?
E non ditemi che ha rinunciato ai suoi poteri, perché da quel che vedo qui può fare ancora un sacco di cose che tutti gli altri non possono fare, alla faccia del consenso. E quando mi sono iscritto a Wikipedia e poi a Commons non ho letto da nessuna parte che esisteva un superutente. Quindi in primis non mi piace essere preso in giro, perché questa non è unìenciclopedia libera, ma l'enciclopedia di Jimmy alla quale tutti possono collaborare sotto la sua supervisione; secondo se non è il consenso che regola questa comunità faccio che vado a impiegare il mio tempo e le mie competenze altrove, e me ne vado pure incazzato.
Quindi riformulo la mia precedente domanda: vorrei testare se c'è consenso qui su it.wiki per il mantenimento dei poteri speciali di Jimmy (qui su it.wiki), e anche se c'è il margine e il consenso per prendere provvedimenti riguardo ai danni causati a it.wiki dalle sue azioni su Commons. La real life mi tiene impegnato e se qualcuno più esperto di me mi potesse indicare come sarebbe meglio procedere ne sarei felice. Apro un sondaggio? Lo segnalo fra i problematici? Ho l'autorità per farlo? Grazie e scusate il mio isterismo, ma considero Wikipedia un progetto molto importante e non lo voglio vedere fallire come sta facendo. --Phyrexian (msg) 16:59, 10 mag 2010 (CEST)
Apriamo la pagina Wikipedia:Fondatori problematici/Jimbo Wales :-) --Triple 8 (sic) 17:28, 10 mag 2010 (CEST)
LOL :-) @Phyrexian. Se è il punto è quello che sostieni tu, allora, la mia risposta è no, secondo me non ci sono gli estremi per togliere i superpoteri a Jimbo. Non in questo caso e non perché ha cercato, malamente, di proteggere il progetto da possibili danni esterni (anche fosse solo perché doveva egoisticamente proteggere i suoi interessi e la sua bella faccia di fronte ai potenziali partner economici di Wikia, progetto che Jimbo stesso si guarda bene dal distinguere in modo chiaro e definitivo da Wikipedia e fratelli). Da mettere tra i problematici forse c'è la WMF tutta (il board o forse i loro legali) che IMHO ha sottovalutato un problema che richiede prudenza e non isterismi pro o anti "censura". --Amarvudol (msg) 19:21, 10 mag 2010 (CEST)
(fuori crono) Jimbo non ha certo di "proteggere malamente" il progetto, l'ha solo danneggiato in preda ad un attacco isterico dovuto alle pressioni dei media: un qualsiasi amministratore di commons che avesse fatto lo stesso (cancellazioni di immagini senza consenso, edit war sui ripristini, modificha senza consenso delle policy che il resto della comunità stava scrivendo per sostenere il suo operato [15], svutamento della sua talk, ecc...) si sarebbe visto non sono togliere i "tastini", ma probabilmente sarebbe pure stato bannato infinito. Se domani parlando con qualcuno di wikipedia e cercando di convincerlo a collaborare mi verrà detto "ah, ma ho letto sulla stampa che ospitavate centinaia di immagini pedoporno di sesso con animali e avete dovuto cancellarle in fretta e furia, io con voi non voglio avere nulla a che fare" sarà solo ed esclusivamente per le azioni sconsiderate fatte da Jimbo e dalla manciata di admin che gli sono andati dietro (e no, nessuna delle 400 immagini cancellate, molte delle quali recuperate, era di quel tipo, al limite c'era qualche immagine a sfondo sessuale "forte" di bassa qualità come [16], ma anche queste largamente impiegate in pagine del progetti locali). --Yoggysot (msg) 01:22, 11 mag 2010 (CEST)
Non commento. Un libro per ogni voce di Wikipedia. Jacopo Werther (msg) 01:07, 11 mag 2010 (CEST)
  • Symbol support vote.svg Favorevole a provvedimenti restrittivi nei confronti di Jimmy Wales anche qui da noi. --Vajotwo (posta) 19:47, 10 mag 2010 (CEST)
Intanto sottoscrivo direi tutto quello che dice Sergio in questa pagina, e anche quel che dice Yoggysot. @Amarvudol, dunque tu pensi che Jimmy abbia ancora il diritto di detenere poteri superiori a quelli degli utenti registrati, poteri autoassegnati senza consenso e irrevocabili, anche nel caso in cui abbia gravemente (vedi la stampa mondiale) danneggiato TUTTI i progetti wikimedia perché doveva egoisticamente proteggere i suoi interessi e la sua bella faccia di fronte ai potenziali partner economici di Wikia? Ogni opinione merita attenzione, però hai riletto quello che hai scritto? E il primo pilastro? E il secondo? E il quarto? Mi spiace ma non sono daccordo.
Ora a quanto pare ci ha fatto la generosa concessione, dopo aver tentato di fregarci per la decima volta in 48 ore, di aver notevolmente limitato i poteri del fondatore. Tuttavia può ancora usare diversi superpoteri negati ai comuni mortali, fra i quali quello di essere imbloccabile (correggetemi se ho capito male). In più, anche se in teoria non potrebbe le politiche di messa al bando degli utenti indicano che può ancora bannare chi gli pare per i motivi che desidera (o senza).
Appena ho tempo (e appena capisco bene come si fa) lo segnalo tra i ploblematici, e non sono ironico ora :-( Però se nessuno mi dà dei consigli ora, poi non ditemi che avrei fatto meglio a fare qualcos'altro... Anche perché la mia sensazione è che non sono l'unico a pensare che così non va bene, (sono l'unico?). --Phyrexian (msg) 23:02, 11 mag 2010 (CEST)

La notizia sui media stranieri[modifica wikitesto]

Un po' di rassegna stampa pescata da google news:

  • Dispute brews over pornographic images on Wikimedia ,a BBC riassume la storia in modo piu' approfondito (rispetto ad altri articoli in rete), ma non si fa riferimento sul fatto che le immagini cancellate che hanno fatto infuriare la gente su commons erano antiche incisioni e illustrazioni, anche qui sembra che le persone si siano incavolate perche' si e' cancellato del semplice porno
  • Child Pornography at the Center of Intra-Wikipedia Warfare Vanity fair riassume le accuse di Larry Sanger e sostiene che Wales ha cancellato le imamgini pedofile in oggetto, scatenando l'ira dei contributori (che passano per gente che vuole immagini pedoporno sul progetto)
  • Fox News effect: Wikimedia deleting sexually explicit images, newstatesman, qui si dice che siamo stati comandati a bacchetta da Foxnews dopo che questa ci aveva richiesto di rimuoverle immediatamente
  • Pelea interna en Wikipedia por pornografía infantil semana (giornale colombiano) a seguito della deninuncia di Sanger all'FBI gli "amministratori di wikipedia" hanno cancellato le immagini di pornografia infantile presenti, sscatenando la protesta dei contributori (anche qui passiamo per difensori del pedoporno e nessuna citazione del fatto che erano immagini e illustrazioni antiche raffiguranti adulti)
  • Wikipedia in 'pornography' controversy United Press International (statunitense), anche qui si dice che le cancellazioni sono avvenute dopo la denuncia di Sanger e si lascia intuire che le immagini cancellate e ripristinate dopo le proteste fossero quelle di cui parlava quest'ultimo
  • FoxNews denuncia pornografia infantil na Wikipédia diariodigital (portoghese) anche per loro si e' cancellato il pedoporno denunciato da Sanger, grazie all'intervento (visto in chiave positiva) della Fox che ha dato spazio alla notizia
  • Wikipedia Purges Porn Following Reports of Child Porn digitaltrends, Wales ha annunciato che si sarebbe cancellato il porno dando il via alla cancellazione di "migliaia" di immagini, dopo la denuncia di Foxnews a seguito delle segnialazioni relative alla presenza di pornografia infantile

Notare che prima del pastrocchio, la denuncia di Sanger raccolta da Foxnews non l'aveva considerata quasi nessuno a livello di media, mentre ora e' ovunque.... non mi stupirei se ora, dopo tutto questo casino, qualcheduno dei grossi donatori si tirasse indietro. --Yoggysot (msg) 06:03, 11 mag 2010 (CEST)

E pensare che c'è chi sta a preoccuparsi dei possibili danni che possono arrivare da Facebook... --Snowdog (bucalettere) 16:26, 11 mag 2010 (CEST)

Larry Sanger è (anche) un utente di Facebook... --Marco Bernardini (msg) 16:31, 11 mag 2010 (CEST)
Se è per questo sta anche sull'elenco del telefono. --Snowdog (bucalettere) 17:06, 11 mag 2010 (CEST)

La notizia sui media italiani[modifica wikitesto]

Jacopo Werther (msg) 20:27, 11 mag 2010 (CEST)

Da come ne parlano, sembra che fossimo zeppi di immagini hard. Comunque, speriamo che Jimbo abbia capito che fa anche lui parte della comunità come tutti noi. Nota a margine per il giornalista del Corriere: si traggono le conclusioni, non le conseguenze, che, al massimo, si subiscono :-). --Triple 8 (sic) 21:04, 11 mag 2010 (CEST)
Riporto la frase dall'articolo del punto informatico: Per la rimozione quindi di tutto quel materiale che non sia utile alle cause dell'informazione e dell'educazione. Wikipedia serve a fornire un accesso libero alla conoscenza o serve a educare le persone? Forse non è sufficentemente chiaro, o forse non è chiaro che educare è POV. E allora, che cosa stiamo facendo? --Phyrexian (msg) 23:02, 11 mag 2010 (CEST)

Jacopo Werther (msg) 09:35, 12 mag 2010 (CEST)

Jacopo Werther (msg) 11:23, 16 mag 2010 (CEST)

Segnalo che alla fine ho deciso di aprire una richiesta di pareri riguardo i permessi degli utenti, che trovate qui. Vi prego di intervenire numerosi, anche brevemente, per far emergere da che parte si trova il consenso della comunità di it.wiki. La mia proposta è di richiedere formalmente, come comunità, la revoca definitiva della Founder Flag.
Ah, per la rubrica "hanno detto di noi" ho notato che nella pagina principale di Conservapedia si parla brevemente della questione, citando Fox News come fonte. Ovviamente si parla di Wikipedia e non di Commons, e si afferma espressamente che gli amministratori hanno riportato online il materiale pedopornografico cancellato da Jimmy... --Phyrexian (msg) 17:41, 17 mag 2010 (CEST)