Wicd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wicd
Logo
Schermata dell'interfaccia di Wicd
Schermata dell'interfaccia di Wicd
Sviluppatore Adam Blackburn[1]
Dan O'Reilly[1]
Andrew Psaltis[1]
David Paleino[1]
Ultima versione 1.7.4[2] (25 gennaio 2016)
Sistema operativo GNU/Linux
Linguaggio Python
Genere Gestione di rete (non in lista)
Licenza GNU GPL
(licenza libera)
Sito web launchpad.net/wicd

Wicd, acronimo di Wireless Interface Connection Daemon, è un software libero per la gestione di reti wireless e via cavo per i sistemi operativi GNU/Linux.[3]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

La sua creazione è iniziata nel 2006 con il vecchio nome di Connection Manager.

Wicd non effettua un collegamento automatico a connessioni sconosciute, ma permette di utilizzare automaticamente una rete wireless specificata in precedenza.

Wicd è composto da un demone e da un'interfaccia grafica che comunicano tra di loro attraverso D-Bus. Solitamente il demone è configurato per essere avviato assieme al sistema: questa organizzazione permette quindi la modifica della connessione in uso senza dover necessariamente ottenere privilegi dell'utente root. Oltre a ciò, la separazione tra front-end e back-end permette lo sviluppo di ulteriori interfacce utente.

Come il suo analogo NetworkManager, Wicd contempla quindi diverse interfacce per venire incontro ai diversi desktop environment: esse tendono ad avere dipendenze più limitate rispetto alle analoghe interfacce di NetworkManager, e ad esempio l'interfaccia grafica per GNOME può essere utilizzata sotto XFCE senza la necessità di installare librerie aggiuntive.

Wicd è attualmente incluso in alcune distribuzioni GNU/Linux, come Sabayon Linux[4], Slackware, Zenwalk Linux[5][6], Arch Linux[7], Gentoo Linux[8], Fedora[9], Ubuntu[10] e Debian[11].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) wicd authors, su bazaar.launchpad.net. URL consultato il 1º marzo 2016.
  2. ^ (EN) wicd timeline, su launchpad.net. URL consultato il 1 marzo 2016.
  3. ^ (EN) wicd in Launchpad, su launchpad.net. URL consultato il 1º marzo 2016.
    «A network connection manager that aims to simplify wired and wireless networking in Linux.».
  4. ^ (EN) Sabayon Entropy Store, su packages.sabayon.org. URL consultato il 1º marzo 2016.
  5. ^ (EN) Zenwalk Package Search, su packages.zenwalk.org.
  6. ^ (EN) Setting up WiFi (WICD), su manual.zenwalk.org. URL consultato il 1º marzo 2016.
  7. ^ (EN) Arch Linux - wicd, su www.archlinux.org. URL consultato il 1º marzo 2016.
  8. ^ (EN) Gentoo Packages /package/net-misc/wicd, su packages.gentoo.org. URL consultato il 1º marzo 2016.
  9. ^ (EN) rpms/wicd, su admin.fedoraproject.org. URL consultato il 1º marzo 2016.
  10. ^ (EN) Ubuntu -- Package Search -- wicd, su packages.ubuntu.com. URL consultato il 1º marzo 2016.
  11. ^ Debian - Dettagli del pacchetto wicd in sid, su packages.debian.org. URL consultato il 1º marzo 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero