West Africa Time

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I fusi orari in Africa col Sudan sbagliato

Il West Africa Time, abbreviato con l'acronimo WAT, è il nome più comune con cui è chiamato il fuso orario dell'Africa centro-occidentale, e in inverno corrisponde in tutto a quello che in Europa è il CET, trovandosi a UTC+1.

Il nome scelto per questo fuso riflette una visione sudafricana della geografia, ma è in generale disorientante, dato che il suo territorio non comprende quella che invece è generalmente considerata l'Africa occidentale, che è invece ancora più ad ovest.[1]

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Una caratteristica del WAT dovuta alla collocazione tropicale o equatoriale degli stati interessati è, a differenza del CET, di essere utilizzato durante tutto il corso dell'anno. Ad onor del vero vanno sottolineati tuttavia i casi dell'Algeria e del Marocco che usano questo fuso pur essendo attraversati o addirittura oltrepassati dal meridiano di Greenwich: per questi paesi dunque, si può parlare di un uso permanente dell'ora legale.

Sono dunque 15 le nazioni che usano perennemente il WAS:

per un totale che supera i 207 milioni di persone corrispondente agli abitanti dei suddetti paesi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alcuni esperti invocano dunque l'uso di un nome che indichi invece l'area dell'Africa Centrale, anche per coordinarsi col nome del CET europeo.
  2. ^ Per l'Algeria e la Tunisia, dati i legami economici con l'Europa e l'utilizzo in passato del meccanismo europeo di ora legale, molte fonti parlano di CET. Tale retaggio è tuttavia una fonte di disorientamento geografico del lettore del tutto inutile, essendo in inverno il CET uguale al WAS.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]