Webinar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Un webinar (in italiano seminario in rete o teleseminario) è una sessione educativa o informativa la cui partecipazione avviene in forma remota tramite una connessione a internet. Il termine è un neologismo nato nella lingua inglese dalla fusione di web e seminar (seminario). In lingua italiana è traducibile come "seminario in rete", "teleseminario" o a volte con il calco "webinario". Il seminario in rete è usato per condurre riunioni, corsi di formazione o presentazioni, nei quali ciascun partecipante accede da un proprio computer ed è connesso con gli altri partecipanti tramite Internet. A differenza dei webcast, i webinar sono un sistema interattivo dove i partecipanti possono interagire tra loro e con il coordinatore (auditore) del seminario tramite gli strumenti disponibili dai sistemi di videoconferenza[1].

Esempio di Webinar
Esempio di Webinar

I seminari in rete possono avere luogo scaricando nel computer di ciascuno dei partecipanti un programma oppure collegandosi ad un'applicazione web tramite un collegamento distribuito per posta elettronica (invito alla riunione). Per accedere al webinar è necessario disporre di un collegamento alla rete, un programma di gestione di strumenti multimediali, un microfono e un altoparlante/cuffia. I seminari possono essere gratuiti oppure a pagamento e può essere necessario un codice oppure una registrazione per potervi accedere. Durante la pandemia di COVID-19 nel mondo il webinar è molto cresciuto in quasi tutti gli ambiti del mondo intellettuale, manageriale, universitario e scolastico.[2][3][4][5][6]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tipiche di una Webinar includono[7]:

  • Slideshow e presentazioni - in cui le immagini vengono presentate al pubblico e strumenti di marcatura e un puntatore del mouse a distanza sono usati per coinvolgere il pubblico.
  • Video in diretta o in streaming - dove webcam full-motion, videocamera digitale o file multimediali vengono inviati al pubblico.
  • VoIP - Comunicazione audio in tempo reale attraverso il computer tramite l'uso di cuffie e altoparlanti.
  • Tour Web: in cui URL, dati da moduli, cookie, script e dati di sessione possono essere inviati ad altri partecipanti consentendo loro di essere inviati tramite accessi basati sul Web, clic, ecc.
  • Registrazione della riunione - in cui l'attività di presentazione viene registrata sul lato client o sul lato server per una successiva visualizzazione e/o distribuzione.
  • Lavagna con annotazione (che consente al relatore e/o ai partecipanti di evidenziare o contrassegnare gli elementi nella presentazione di diapositive. Oppure, semplicemente prendere appunti su una lavagna vuota).
  • Chat testuale - Per sessioni di domande e risposte dal vivo, limitate alle persone collegate alla riunione. La chat di testo può essere pubblica (aperta a tutti i partecipanti) o privata (tra due partecipanti).
  • Sondaggi (consente al presentatore di condurre domande con risposte a scelta multipla dirette al pubblico)
  • Condivisione dello schermo e del desktop (dove i partecipanti possono visualizzare tutto ciò che il presentatore ha in quel momento mostrato sul proprio schermo. Alcune applicazioni di condivisione dello schermo consentono il controllo del desktop remoto, consentendo ai partecipanti di manipolare lo schermo del presentatore, sebbene questo non sia ampiamente utilizzato).

Standard[modifica | modifica wikitesto]

Le tecnologie di Webinar non sono standardizzate, il che ha ridotto l'interoperabilità e la trasparenza e ha aumentato la dipendenza dalla piattaforma, i problemi di sicurezza, i costi e la segmentazione del mercato. Nel 2003 l'IETF ha istituito un gruppo di lavoro per stabilire uno standard per le conferenze Web, chiamato "Centralized Conferencing (xcon)[8]". I risultati previsti di xcon includono:

  • Un protocollo binario di controllo del piano. Binary Floor Control Protocol (BFCP)[9] pubblicato come RFC 4582
  • Un meccanismo per l'adesione e il controllo delle autorizzazioni
  • Un meccanismo per manipolare e descrivere il "mixing" o la "topologia" dei media per più tipi di media (audio, video, testo)
  • Un meccanismo per la notifica di eventi/cambiamenti relativi alla conferenza (ad esempio un cambio di piano)

Modelli di distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La Webinar è disponibile con tre modelli: servizio di hosting, software[10] e appliance[11].

Un'appliance, a differenza della soluzione in hosting online, viene offerta come hardware. È anche noto come Webinar "in-house" o "on-premise". Viene utilizzato per condurre riunioni dal vivo, formazione a distanza o presentazioni tramite Internet.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Webinar Or Webcast - What's The Difference?, su The Webinar Blog.
  2. ^ Tempo di Covid-19, boom di webinar e videoconferenze, su lagenziadiviaggi.it.
  3. ^ Boom di consensi per il progetto WebSchool, su ilgiornaledisalerno.it.
  4. ^ Formazione online: boom di webinar e corsi online a causa del covid-19, su allindirittoallostudio.it.
  5. ^ Coronavirus, boom della formazione digitale. Raggiunti 300 miliardi di dollari secondo Global Market Insights, su giornaledellepmi.it.
  6. ^ Pandemia e ritiro sociale in adolescenza: hikikomori, su stateofmind.it.
  7. ^ World Web Event Services Markets - N100-64, Frost and Sullivan, page 10, 2006, "The main features within the web event services market"
  8. ^ Centralized Conferencing (xcon), su ietf.org. URL consultato il 22 luglio 2014.
  9. ^ Binary Floor Control Protocol (TXT), su ietfreport.isoc.org, Internet Society IETF, novembre 2006.
  10. ^ (EN) Katherine Boyarsky, Everything You Need to Know About Hosting Zoom Webinars, su resources.owllabs.com. URL consultato il 23 agosto 2021.
  11. ^ (EN) Webinar | TOPdesk Virtual Appliance, su page.topdesk.com. URL consultato il 23 agosto 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE1079480048