Watain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Watain
Watain Fall of Summer Torcy 06092014 004.jpg
I Watain al Full of Summer, a Torcy
Paese d'origineSvezia Svezia
GenereBlack metal
Periodo di attività musicale1998 – in attività
EtichettaSeason of Mist
Album pubblicati6
Studio4
Live2
Raccolte0
Sito ufficiale

I Watain sono un gruppo musicale svedese black metal originario di Uppsala, fondato nel 1998[1].

Il nome della band deriva da un disco del gruppo statunitense black metal Von.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I Watain, formatisi nella cittadina di Uppsala nel 1998, pubblicarono nel 1999 il loro primo EP dal titolo The Essence of Black Purity sotto contratto con la casa discografica Grimrune Productions. L'anno successivo l'etichetta francese Drakkar Productions offrì ai Watain un contratto per pubblicare due album che portò all'uscita nel 2000 del disco d'esordio Rabid Death's Curse. Dopo la pubblicazione il gruppo partì per un tour con Rotting Christ, Antaeus, Dark Funeral e Malign[1].

I Watain al Party San Open Air, nel 2014

Nel 2003 fu pubblicato il secondo full-length, Casus Luciferi. Il tour che ne seguì, denominato 'Stellar Dimension Infernal Tour', fece tappa per tutta Europa e fu appoggiato dai Secrets of the Moon e gli Averse Sefira. I Watain suonarono anche in una serie di 18 concerti al fianco dei Dissection nella tournée 'Rebirth of Dissection'.

Il terzo album, Sworn to the Dark, fu pubblicato in Europa il 21 febbraio 2007, poco prima dell'inizio di un tour con Celtic Frost, Kreator e Legion of the Damned. I Watain sono stati confermati per suonare al Wacken Open Air 2008.

Il 7 giugno 2010 è stato pubblicato il loro quarto album in studio: Lawless Darkness.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Solo in sede live[modifica | modifica wikitesto]

  • Set Teitan (Davide Totaro) - chitarra
  • A. (Alvaro Lillo) - basso

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Live e altri album[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dayal Patterson, Black Metal: Evolution of the Cult, Other Editions, 2014, ISBN 978-1936239757.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dayal Patterson, Black Metal: Evolution of the Cult, Other Editions, 2014, ISBN 978-1936239757.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN128263713 · LCCN (ENno2013115521 · BNF (FRcb15566415j (data) · WorldCat Identities (ENno2013-115521
Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal