Warhammer: Mark of Chaos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Warhammer: Mark of Chaos
Sviluppo Black Hole Entertainment
Pubblicazione Deep Silver, Namco
Data di pubblicazione 2006
Genere Strategia in tempo reale
Piattaforma Microsoft Windows
Periferiche di input Mouse e Tastiera

Warhammer: Mark of Chaos è un gioco strategico in tempo reale ispirato al gioco Warhammer Fantasy Battle, sviluppato dalla Black Hole Entertainment e pubblicato da Deep Silver e Namco.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia segue due filoni diversi, ognuno con i propri eroi ed episodi. In uno si seguono le vicende di Stefan von Kessel, un capitano dell'Impero, nell'altra l'ascesa di Thorgar il Purosangue, un campione del Caos. Ognuna delle campagne si articola in quattro capitoli, ognuno composto da svariate missioni, alcune delle quali facoltative.

Trama Imperiale[modifica | modifica wikitesto]

Sono passati pochi anni da quando l'imperatore Magnus il Pio ha bloccato l'avanzata del Caos a Kislev, e l'Impero si sta ancora riprendendo dalle razzie del Caos. Tuttavia, alcuni gruppi di predoni si scontrano ancora con le forze dei conti elettori. La campagna inizia proprio durante una di queste battaglie con il Conte Otto Gruber che combatte contro un ingente esercito di predoni, ma l'azione si sposta subito su uno scontro secondario su una collina vicina, dove il giovane capitano Stefan von Kessel sta scortando i cannoni del conte per colpire le orde nemiche. Il guerriero fa parte di una delle famiglie più potenti tra i conti elettori, caduta in disgrazia dopo che suo nonno, conte dello Stirland, e suo padre erano stati giustiziati per l'accusa di essere adoratori del Caos. Lui stesso porta una cicatrice, un marchio del Caos di cui si vergogna profondamente. Dopo aver sgominato facilmente i predoni a difesa del colle e aver vinto la battaglia, il conte incarica von Kessel di aiutare le forze dell'Imperatore ad eliminare uno degli ultimi baluardi del Caos a Nord. La via per la fortezza non è priva di pericoli: diverse bande di orchi e di predoni sono ancora a piede libero in mezzo all'Impero..

Trama del Caos[modifica | modifica wikitesto]

La campagna inizia nelle terre del Nord, dove un campione del Caos di nome Thorgar il Purosangue, che faceva parte della spedizione di Kul, il potente campione che aveva assediato Kislev qualche anno prima, vaga senza scopo apparente. Improvvisamente ha una visione: un globo di energia di chiara provenienza caotica gli dice di ripartire a Sud in cerca di gloria. Dopo alcune razzie, questo araldo degli dei gli impone di entrare in una caverna per affrontare le prove degli dei e scegliere un unico padrone. Dopo che Thorgar ne è uscito indenne l'araldo degli dei gli rivela che il corpo di Kul è stato nascosto dagli elfi su un'isola, e per ingraziarsi ulteriormente i demoni del Caos deve recuperarlo. Ma Thorgar non sa che Sudobaal, l'araldo degli dei, è in realtà uno stregone che vuole ingannarlo.

Battaglie[modifica | modifica wikitesto]

La campagna è divisa in quattro capitoli per popolo, ha una trama fissa a tappe da seguire, e consente di giocare alternatamente due popoli (alti elfi e imperiali nella campagna umana; skaven e uomini del caos nella campagna del caos) per campagna. Ogni eroe ha la sua lista di poteri magici e bisogna scegliere quali usare (e quanto potenziarli) in caso di combattimento contro soldati nemici, in caso di duello contro un eroe avversario o in sostegno ad una truppa. Ogni 2 missioni la successiva tappa è una città, dove in cambio d'oro si possono comprare oggetti magici, potenziare e riorganizzare le truppe e rifocillarsi. Nel gioco si possono anche usare dei soldati mercenari provenienti da altre razze come nani, giganti, orchi ed elfi oscuri (questi ultimi due saranno popoli giocabili nell'espansione). Prima di ogni battaglia si deve decidere quali truppe, eroi e macchine utilizzare (ciò costringe a sceglierli tra quelli in possesso). In battaglia, prima del combattimento vero e proprio, si possono schierare le truppe a proprio piacimento. Durante il combattimento, si può decidere se sfidare l'eroe nemico in un duello, e ucciderlo equivale a far perdere il morale a tutto l'esercito nemico

Unità[modifica | modifica wikitesto]

Impero[modifica | modifica wikitesto]

  • Conte Elettore: Il comandante supremo. Può andare sul grifone, su un cavallo bardato o a piedi.
  • Capitano: Sottufficiale del conte elettore, molto coraggioso e abile ma più debole e non può salire su un grifone.
  • Prete Guerriero: Potente comandante-mago da corpo a corpo che rafforza notevolemente la forza delle unità circostanti.
  • Mago/Arcimago Splendente: Mago con poteri del fuoco utile nel danneggiare il nemico.
  • Mago/Arcimago di Giada: Mago che vive nella natura e da essa ne trae i poteri per lanciare incantesimi di supporto.
  • Spadaccini: Fanteria base utile per assorbire la carica della fanteria nemica.
  • Alabardieri: Fanteria adatta nel contrastare la cavalleria e le unità enormi (rattogri, giganti).
  • Guardie di Palazzo: Fanteria pesante d'élite lenta ma molto potente, l'arma individuale è la Zweihänder
  • Flagellanti: Unità di fanteria fanatici, coraggiosi ma poco corazzati, armati con flagelli, fruste e mazze.
  • Archibugieri: Tiratori appiedati, possono perforare le corazze più pesanti.
  • Arcieri: Soldati agili e veloci, più deboli ma con gittata maggiore degli archibuguieri.
  • Pistolieri: Tiratori a cavallo, corta gittata ma molto veloci.
  • Ordini cavallereschi: Cavalleria pesante per sfondamento efficace contro unità di fanteria, ne esistono 3 ordini: Guardia del Reik, Templari della Pantera, Templari del Sole Splendente
  • Cannone Tuono d'Inferno: L'arma "finale", un cannone ad organo a nove canne che può sterminare intere truppe di fanteria. Ha breve gittata ed alte probabilità di scoppiare o incepparsi.
  • Grande Cannone: Arma d'artiglieria che spara grosse palle di ferro a lunghissima gittata, micidiale contro la fanteria e buono anche contro i mostri.

Alti Elfi[modifica | modifica wikitesto]

  • Principe: Comandante delle forze elfiche, decisivo se unito agli elmi d'argento, può montare su un cavallo o su un drago.
  • Comandante: Valoroso guerriero a capo di formazioni elfiche, può combattere anche in sella ad un cavallo.
  • Alto Mago/Arcimago: Il più potente mago.
  • Mago/Arcimago Illuminato: Mago minore che può anche rinvigorire le truppe alleate.
  • Lancieri: Fanteria leggera ben schierata coi grossi scudi, specializzati contro unità giganti. Possono restringersi ulteriormente per aumentare la resistenza alla carica a discapito della velocità di movimento.
  • Arcieri: Arcieri addestrati, con lunga gittata e possono incendiare le frecce causando danni al morale.
  • Elmi d'Argento: Cavalleria pesante ben addestrata, decisiva se supportata da un eroe o da un mago.
  • Guerrieri d'Ombra: Tiratori scelti che possono rendersi invisibili, utili contro l'artiglieria nemica.
  • Maestri di Spada di Hoeth: Elite della fanteria, le guardie della torre di Hoeth sono spadaccini esperti e pesantemente corazzati, nati per proteggere i loro comandanti.
  • Predoni di Ellyrion: Arcieri a cavallo.
  • Grande Aquila: Unità volante.
  • Drago: Enorme bestia volante che terrorizza i nemici, è resistente ed in grado di sputare fuoco.
  • Multibalista: Balista con ampio raggio, potente e bassissimo rischio di incepparsi.

Caos[modifica | modifica wikitesto]

  • Principe Demone: Il comandante più forte del gioco.
  • Stregone Indiviso: Potente mago che infligge gravi danni alle unità nemiche.
  • Aspirante/Esaltato Campione Indiviso: Potente comandante che non si è schierato con un unico Dio del Caos.
  • Aspirante/Esaltato Stregone di Nurgle: Oracoli del Dio Nurgle, questi orripilanti stregoni sono fatali.
  • Aspirante/Esaltato Campione di Nurgle: Eroe al servizio di Nurgle, sono guerrieri potenti quanto spaventosi.
  • Aspirante/Esaltato Campione di Khorne: Potentissimo campione guerriero al servizio del Dio del Caos Khorne, che gli dona forza estrema in combattimento.
  • Predoni: Fanteria leggera armata di asce, debole ma numerosa.
  • Predoni Lanciatori di Asce: Predoni che scagliano asce ai nemici con poca gittata ma ingenti danni.
  • Guerrieri del Caos: Fanteria pesante, qualitativamente molto forti e pesantemente armati.
  • Cavalieri del Caos: I Cavalieri più potenti, con armature pesanti e molto resistenti.
  • Furie del Caos: Unità volanti che "ammorbidiscono" le truppe nemiche prima che arrivi il grosso del tuo esercito.
  • Mastini da Guerra del Caos: Cani infernali molto numerosi ma non molto forti.
  • Progenie del Caos: Ex-campione del caos che ambendo troppo potere si è mutato in un mostro, molto forte sia da distanza che nel corpo a corpo.
  • Sanguinari di Khorne: Grandi demoni molto potenti e resistenti ma vulnerabili alla magia.
  • Untori di Nurgle: Bestie con potentissimo attacco, rallentano i nemici ma sono poco resistenti.
  • Cannone infernale: Il cannone più potente e devastante, con lunghissima gittata ma tremendamente impreciso e facilmente inceppabile.

Skaven[modifica | modifica wikitesto]

  • Signore della Guerra: Apice della gerarchia degli Skaven.
  • CapoClan: Ottimo comandante e generale delle schiere di Skaven.
  • Veggente Grigio: Intermediario del Ratto Cornuto, abile mago e generale.
  • Stregoni Ingegneri: Maghi potenti e tecnologici.
  • Assassino: Comandante ratto della abilità di mimetizzazione perfette, letale e silenzioso.
  • Ratti del Clan: Spadaccini molto deboli ma numerosissimi.
  • Ratti d'Assalto: Abili picchieri ben addestrati, guardie dei Veggenti Grigi.
  • Ratti dei Vicoli: Unità da mischia potenti e versatili, capaci di portarsi molto rapidamente dietro le linee nemiche grazie a tunnel che possono scavare, eliminando rapidamente così le retrovie nemiche.
  • Globardieri del Vento Venefico: "Tiratori" che usano un terribile fumo tossico.
  • Incensieri della Peste: Adoratori della malattia, armati con pesanti mazze piene d'incenso di warpietra.
  • Ratti Giganti: Ratti a dimensioni di lupi.
  • Rattogre: Immenso ratto dalla potenza sovraumana e grande ferocia.
  • Jezzail Warp: Squadra di ratti armati con un fucile dalla media gittata che spara proiettili di warpietra.
  • Gettafiamme Warp: Duo di ratti armati di lanciafiamme che vomita fuoco verde sui nemici.
  • Cannone a fulmine Warp: L'artiglieria più potente del gioco, combina una buona gittata e un'ottima potenza nonostante la lentezza.

Accoglienza e critica[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco ottenne consensi contraddittori: GameSpy e Xbox magazine gli attribuirono voti molto scarsi, mentre IGN, PC Gamer, GameRankings e Metacritic lo premiarono con "voti" altissimi. Il gioco fu criticato per l'eccessiva linearità dello svolgimento della campagna e per la lentezza dei caricamenti in multiplayer, oltre alla scarsa fedeltà al gioco da tavolo originale. La campagna in cooperativa non fu pubblicata

Mark of Chaos: Battle March[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 la Namco ha prodotto un'espansione per PC di nome Battle March. Questa espansione introduce le due nuove razze di Orchi e Goblin e degli Elfi Oscuri e rende disponibile una nuova campagna.