Walter White

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

« Jesse, ricordo che mi hai chiesto se il nostro scopo fosse produrre metanfetamina o fare soldi. Nessuno dei due. Costruire un impero è il mio scopo. »

(Walt a Jesse)
Walter Hartwell White
Walter White.jpg
Bryan Cranston interpreta Walter White
UniversoBreaking Bad
Lingua orig.Inglese
Alter egoHeisenberg
SoprannomeWalt
AutoreVince Gilligan
1ª app. inQuestione di chimica
Ultima app. inFelina
Interpretato daBryan Cranston
Voce italianaStefano De Sando
SessoMaschio
Data di nascita7 Settembre 1959
Professione
  • Professore di chimica
  • Produttore di metanfetamina pura al 99,1%
  • Dipendente e poi proprietario di un autolavaggio

Walter Hartwell White è un personaggio immaginario, protagonista della serie televisiva Breaking Bad, interpretato da Bryan Cranston e doppiato da Stefano De Sando.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Walter all'inizio della serie è un uomo di media statura, con i baffi e con i capelli castani. Dopo che gli viene diagnosticato il cancro cambia pettinatura radendosi completamente i capelli a zero e facendosi crescere baffi e pizzetto. Porta gli occhiali.

Personalità[modifica | modifica wikitesto]

Walter è una personalità scissa: ha un lato remissivo e accondiscendente e uno arrivista e rancoroso nei confronti di chi lui ritiene essersi approfittato della sua fragilità.

Questa sua scissione si manifesta particolarmente nel suo rapporto con l'amico e socio Jesse, quando ad esempio, in un caso lascia che Jane, la ragazza amata da questi, muoia soffocata durante un'overdose e rinfacciandoglielo in seguito, mentre sacrifica la sua vita per salvare il ragazzo quando deciderà di vendicarsi della banda della White Supremacy facendone strage con un marchingegno applicato ad una mitragliatrice di grosso calibro.

È un eccellente professionista, ma nonostante ciò, si relega all'insegnamento in un liceo, nel quale non riesce nemmeno a farsi rispettare dai suoi allievi. Si lascia anche vessare dal datore del suo secondo lavoro - con l'insegnamento non riesce a guadagnare a sufficienza per mantenere la figlia in arrivo, nata per sbaglio - che lo costringe a lavorare oltre l'orario pattuito senza corrispondergli lo straordinario relativo.

Nel corso del suo cinquantesimo compleanno, si evince la sua soggezione nei confronti del cognato Hank che si vanta della sua superiorità individuale mettendo in mano al figlio di Walt, e poi a lui, la sua Glock 22.

Quando questi suggerisce di sintonizzare il televisore su un canale dove viene trasmessa una sua intervista come responsabile di un'azione della DEA, nel corso della quale sono stati arrestati degli spacciatori-produttori e sequestrate enormi quantità di danaro, si comincia a far strada nella mente di Walt l'idea di "cucinare" - sintetizzare, nel gergo degli spacciatori - Metanfetamina, che diventerà proposito quando gli diagnosticheranno il cancro.

Da quel momento, il lato oscuro di Walt comincia a prendere il sopravvento, trasformando il remissivo professore di chimica in un cinico e spietato spacciatore e assassino, anche se nel corso della lunga e dolorosa escalation che lo porta a diventare un boss, non mancherà di evidenziarsi il suo lato fragile, che lo porta a comportarsi con debolezza e ottusità di fronte ad eventi ineluttabili, come, ad esempio, nel momento della morte del cognato.

Alla fine, confesserà alla moglie che l'unico momento della sua vita in cui si è sentito davvero realizzato è stato proprio nel periodo in cui ha dato libero sfogo alla sua attitudine per il crimine.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Walter White è nato il 7 settembre 1959, come si evince da alcuni suoi documenti personali. Originario della California, ha studiato chimica al California Institute of Technology, dove ha condotto delle ricerche sulla radiografia con i protoni che hanno fruttato alla sua squadra di ricerca la vittoria di un Premio Nobel per la Chimica nel 1985. Al termine del suo percorso di studi, Walt fonda la Gray Matter Technologies insieme a Elliott Schwartz (Adam Godley), un suo vecchio compagno di classe e caro amico. All'incirca nello stesso periodo, Walt intraprende una relazione con la sua assistente di laboratorio, Gretchen (Jessica Hecht).

Dopo qualche tempo, Walter lascia improvvisamente sia Gretchen sia la società che, in seguito, grazie soprattutto al suo lavoro, renderà il suo amico e co-fondatore Schwartz miliardario, e vende quindi la sua quota della Gray Matter Technologies per soli cinquemila dollari. Elliott e Gretchen successivamente si sposano, e fanno una fortuna soprattutto grazie agli studi portati a termine da Walt. Nonostante apparentemente siano rimasti in buoni rapporti, Walt cova in gran segreto un esacerbato sentimento di rivalsa verso Gretchen ed Elliott, rei di aver tratto profitto dal suo lavoro.

Nonostante le promesse iniziali come chimico, Walt lavora come insegnante di chimica della scuola ad Albuquerque, in Nuovo Messico, ma, a causa del magro stipendio, si trova costretto a fare un secondo lavoro in un autolavaggio, il quale risulta particolarmente umiliante per lui, soprattutto quando deve pulire le auto dei propri allievi. Walter è sposato con Skyler White (Anna Gunn), con cui ha un figlio adolescente di nome Walter Jr. (RJ Mitte), affetto da paresi cerebrale. All'inizio della serie Skyler è incinta del loro secondo figlio, una bambina che nasce al termine della seconda stagione e viene chiamata Holly. La famiglia di Walter comprende anche Marie Schrader (Betsy Brandt), sorella di Skyler, e suo marito Hank (Dean Norris), un agente della DEA.

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio pilota inizia il giorno del 50º compleanno di Walter (7 settembre 2009), quando gli viene diagnosticato un cancro terminale ai polmoni con un'aspettativa di vita di circa due anni. Inizialmente non rivela le sue condizioni alla sua famiglia, ma decide di licenziarsi dal suo lavoro presso l'autolavaggio e progetta molti altri cambiamenti. Dopo la visione di un servizio alla televisione riguardante lo spaccio di metanfetamina, Walter è impressionato dalla quantità di denaro guadagnato dagli spacciatori e comincia a considerare seriamente la possibilità di diventarne produttore per garantire alla sua famiglia la sicurezza economica dopo la morte.

Un giorno suo cognato Hank lo accompagna sul luogo di una retata antidroga, dove vede il suo ex allievo del liceo Jesse Pinkman (Aaron Paul) in fuga dalla casa in cui è in corso la retata. Più tardi Walt incontra Jesse e gli propone di lavorare insieme: Walt fungerà da produttore della sostanza stupefacente mentre Jesse lo assisterà e si occuperà di piazzare la ricercatissima droga. Jesse accetta e i due iniziano a produrre metanfetamina in un vecchio camper che guidano fino al deserto. La metanfetamina di Walter si dimostra essere un prodotto estremamente puro e superiore alle altre in commercio, tanto che i due soci pensano di ingrandirsi e cercare un compratore. Dopo vari affari finiti male, tra cui quelli con Krazy 8 e suo cugino Emilio, entrambi uccisi, finiscono per lavorare con Tuco Salamanca, pericoloso narcotrafficante ricercato dalla DEA. A seguito del fallito tentativo di convincerlo a comprare la loro roba da parte di Jesse, grazie alla mossa decisiva di Walt accetta, dandosi appuntamento in una discarica.

Seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

Walter e Jesse scoprono il lato più violento di Tuco, il nuovo compratore, che uccide un suo scagnozzo per una banale frase. Scosso dalla scena, Walt comincia a dare sempre più preoccupazioni alla moglie. Il giorno dopo Tuco rapisce Walter e Jesse, accusandoli di aver parlato con la polizia e con l'obiettivo di trasferirli in Messico, dove c'è la sua gente per cucinare. Walter e Jesse, con un diversivo, riescono a scappare dopo aver ferito Tuco, che rimane ucciso durante uno scontro a fuoco con Hank, in cerca del cognato disperso.

I due si dividono per calmare le acque, dando così tempo a Walter di stare con la famiglia. A causa della sempre più precaria situazione economica di Jesse, però, si trovano costretti a cucinare nuovamente e visto il posto vacante da boss occupato precedentemente da Tuco, creano la propria banda occupando un territorio. Gli affari vanno bene ma Walt è sempre più scontento della propria situazione familiare con Skyler, che sembra avercela a morte con lui, mentre il figlio lo mette in imbarazzo creando un sito web per raccogliere i fondi necessari per pagare una costosa operazione che lo curerà definitivamente dal cancro. Quando uno degli spacciatori di Jesse viene arrestato mentre un altro viene ucciso dalla gang rivale, la banda si sgretola e Walt è costretto a cercarsi un altro compratore. Gus Fring, trafficante cileno proprietario di una catena di ristoranti denominata Los Pollos Hermanos che funge da copertura per lo spaccio della metanfetamina, si mette in affari con Walter dando inizio ad un fragile ma efficace sodalizio.

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

Jesse, dopo un periodo difficile causato dalla dipendenza alla droga che ha causato la morte della sua ragazza, esce ripulito da un centro di recupero per tossicodipendenti, mentre Walter è costretto a confermare quello che Skyler ha ormai capito, che chiede il divorzio al marito in cambio del suo silenzio. Sullo sfondo si prospetta una nuova minaccia, costituita dai cugini di Tuco, pronti a vendicare la sua morte. Walter prova ad evitare in tutti i modi il divorzio ma Skyler gli vieta di vedere anche i suoi figli. Jesse riesce a comprare la sua vecchia casa, totalmente restaurata dai genitori, ad un prezzo notevolmente inferiore rispetto a quello iniziale grazie all'aiuto dell'avvocato Saul Goodman, il quale riuscì a diminuire il costo dell'acquisto per via del fatto che la cantina dell'abitazione era stata usata come laboratorio per la metanfetamina, evento non riportato dai genitori di Jesse. Walt non rispetta le richieste della moglie di stare lontano da casa mentre lei, intanto ,ha una relazione con il suo datore di lavoro Ted, Nel frattempo il narcotrafficante Gus Fring propone a Walter un nuovo contratto di lavoro, con un compenso economico milionario, ma lui rifiuta a causa della sua situazione familiare. Hank, agente della DEA, segue una pista che lo conduce fino al camper, riconoscibile perché tipico degli anni ottanta, utilizzato da Jesse e Walter nella prima e seconda stagione per cucinare il loro prodotto. Jesse è intenzionato a rimettere in piedi, grazie all'aiuto dei suoi amici, la propria rete di distribuzione, la cui metanfetamina eguaglia come purezza quella del suo ex-collega. Purtroppo Pinkman è pedinato da Hank per scoprire dove si trova il suddetto camper, che incastrerebbe sia il misterioso Heisenberg, ossia Walter, sia Jesse. I due riescono a disfarsi del camper prima che il cognato riesca ad arrivare con un mandato di perquisizione, facendo chiamare Hank dall'assistente di Saul Goodman, che spacciandosi per un'agente di polizia, gli dà la notizia che la moglie Marie ha avuto un incidente stradale e si trova in ospedale in gravi condizioni. Tale stratagemma fa sì che Hank va a cercare Marie, dando tempo a Walter e Jesse di far demolire il veicolo. Walter si fa convincere da Gus e torna a cucinare metanfetamina in un nuovo laboratorio e con un nuovo socio: Gale Boetticher, con uno stipendio di 3 000 000 di dollari per 3 mesi di lavoro.

Hank, preso dalla rabbia per la notizia falsa riguardante l'incidente della moglie, si reca a casa di Jesse e lo picchia violentemente fino a mandarlo in ospedale, per questo motivo viene sollevato dal caso ed è costretto a consegnare il distintivo e la pistola. I cugini di Tuco intanto ricevono le direttive da Gus Fring di colpire il vero assassino del cugino ossia Hank, e gli tendono un agguato nel parcheggio fuori dagli uffici della DEA. Hank riceve una chiamata da un uomo misterioso, che lo avverte dell'arrivo dei due killer del cartello messicano. Grazie a questa chiamata egli si prepara al loro arrivo, nonostante la pistola gli fosse stata tolta dal proprio superiore, il quale lo aveva sospeso dall'incarico per la durata del processo per aggressione. Hank riesce a rompere in maniera irreparabile le gambe di uno dei due assalitori schiacciandolo con la macchina. A questo punto l'altro killer incomincia a sparare, costringendo Hank a nascondersi tra le macchine, e grazie alla pistola dell'uomo da lui atterrato, prende di sorpresa l'assalitore rimasto mirando al petto. Il killer però, dotato di un giubbotto antiproiettile acquistato in precedenza, ferisce Hank con 4 colpi di pistola che non colpiscono punti vitali. Data l'attitudine al macabro dei cartelli messicani, il killer rimasto decide di uccidere il proprio bersaglio non con la pistola, bensì utilizzando un'ascia da pompiere. Questo lo costringe ad allontanarsi momentaneamente da Hank per prendere la scure, permettendo alla sua vittima di prendere a fatica la pistola e caricarla con un unico proiettile caduto dalla tasca del killer senza che lui se ne accorgesse. Quando egli ritorna trascinando l'ascia da pompiere sull'asfalto, Hank prende rapidamente la mira e spara a bruciapelo al proprio nemico. Skyler decide di pagare la fisioterapia di Hank, il quale è costretto a fare la riabilitazione per via dei colpi di proiettile che gli hanno colpito le gambe, coi soldi guadagnati da Walter, ma si consulta anche con Saul su come ripulirli e insieme decidono di acquistare l'autolavaggio dove lavorava Walter. Jesse è intenzionato a vendicare la morte del suo amico spacciatore e di un ragazzino usato e ucciso dai trafficanti e viene salvato all'ultimo momento da Walter, il quale investe i due trafficanti della gang rivale. si viene a sapere che i due uomini assassinati da Walter lavoravano per lo stesso capo, Gus Fring, il quale diffida fortemente di Walter e Jesse, soprattutto per via del fatto che le cose tra i due trafficanti e Pinkman erano in origine state chiarite pacificamente. A questo punto Heisenberg è diventato un grosso rischio per Fring, il quale è deciso a farlo assassinare da Michael "Mike" Ehrmantraut, suo fidato ed efficientissimo sicario. Walter aveva previsto le intenzioni ostili di Gus, e prima che Mike lo uccida puntandogli addosso il suo revolver, cerca di mercanteggiare con lui, dicendogli che avrebbe potuto informarlo sulla posizione di Jesse Pinkman, il quale era ricercato da Gus proprio per l'assassinio dei due suddetti trafficanti. Durante la sua chiamata però, Walter non informa Mike dell'ubicazione di Jesse, invece avverte proprio il giovane che egli avrebbe dovuto immediatamente assassinare il proprio collega di laboratorio Gale, il quale è l'unico in grado di replicare la metanfetamina di Walter oltre a Jesse. in questo modo I due obbligano Fring a non ucciderli, dato che con loro morirebbe il segreto per cucinare la miglior metanfetamina di sempre.

Quarta stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il rapporto tra Walter e Gus è ormai ai minimi termini. Walter stesso vorrebbe uscire dalla banda, ma la contemporanea indagine di Hank su Gus e le minacce di quest'ultimo di sterminare la sua famiglia, lo pongono nelle condizioni di doversi sbarazzare in qualche modo del suo capo. Intanto i rapporti con Jesse si stanno incrinando, anche grazie ai tentativi di Gus e Mike di metterli l'uno contro l'altro, affinché ci si possa sbarazzare di Walter e utilizzare Jesse, ormai ritenuto fedele e affidabile, come unico cuoco del laboratorio. Inizialmente Walter prepara una sigaretta con una dose di ricina per far avvelenare Gus da parte di Jesse, ma dopo la rottura con quest'ultimo si vede costretto a utilizzare un altro stratagemma. Fabbrica così una piccola bomba e la utilizza, grazie anche al sodalizio raggiunto con Hector Salamanca (ultimo esponente in vita del cartello dei messicani), per sbarazzarsi una volta per tutte del suo nemico.

Quinta stagione[modifica | modifica wikitesto]

Walter propone a Jesse e Mike di mettersi in affari per conto proprio, visto che la morte di Gus Fring ha liberato un grosso spazio nel mercato della metanfetamina. Inizialmente le cose sembrano funzionare, ma le indagini di Hank su Mike fanno sì che questi voglia abbandonare la società. A causa delle enormi spese, principalmente derivanti da pagamenti verso scagnozzi di Mike, Walt decide di uccidere Mike e i suoi uomini. Dopo alcuni mesi di enormi profitti decide di ritirarsi dall'attività. Ma durante una cena in famiglia, Hank trova un libro a casa di Walt con dedica da parte di Gale Boetticher e si rende conto che Walter non è altro che il famigerato Heisenberg. È l'inizio dell'epilogo finale. Hank cerca in tutti i modi di incastrare suo cognato Walter. Riesce nell'impresa quando Jesse, accecato dalla rabbia nei confronti di Walter dopo aver scoperto che era stato lui ad avvelenare il piccolo Brock, fornisce tutte le informazioni riguardo Heisenberg alla DEA. A questo punto Walter messo alle strette decide di cambiare identità e fuggire. Dopo un anno torna e, salutata per l'ultima volta la moglie, si vendica contro la squadra di Jack e salva Jesse. Per uccidere tutta la squadra di Jack, Walt usa un braccio robotico collegato a un'arma da fuoco da lui inventato. Jessie ora è libero e fugge, dopo un ultimo sguardo con Heisenberg. Quest'ultimo entra, poi, nel laboratorio vicino e qui dentro muore a causa di una ferita riportata nella sparatoria. Nell'ultima scena viene ripreso dall'alto il corpo senza vita di Walt, mentre i poliziotti appena arrivati fanno irruzione nel laboratorio.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La scrittura del personaggio e l'interpretazione di Bryan Cranston hanno ricevuto un grande successo di critica. Il personaggio di Walter White è considerato una delle creazioni drammatiche più importanti della televisione moderna. Bryan Cranston ha vinto quattro Emmy Award, di cui tre consecutivi (2008, 2009, 2010 e 2014) per la sua interpretazione e un Golden Globe al Miglior Attore in una Serie Drammatica nel 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione