Walter Rudin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Walter Rudin (Vienna, 2 maggio 192120 maggio 2010) è stato un matematico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Rudin nacque in una famiglia di ebrei austriaci, che era fuggita in Francia dopo l'Anschluss nel 1938. Quando la Francia si arrese alla Germania nel 1940, Rudin riuscì a fuggire in Inghilterra, e lì servì come volontario nelle Forze armate inglesi; entrato inizialmente nel Genio dell'Esercito, fu trasferito dopo poco tempo (grazie alla sua conoscenza del tedesco) nella Royal Navy, per la quale operò in qualità di traduttore/addetto alle intercettazioni, imbarcato per il resto della guerra; in tale ruolo, prese anche parte allo Sbarco in Normandia, su una nave al largo della costa.

Dopo la guerra si trasferì negli Stati Uniti, e conseguì il Ph.D. in Matematica alla Duke University, nella Carolina del Nord nel 1949.

Nel 1953 sposò la collega matematica Mary Ellen Rudin, con cui avrebbe avuto quattro figli. Si trasferì per un breve periodo al MIT e all'Università di Rochester. In seguito divenne professore all'Università del Wisconsin, concludendo la sua carriera 32 anni dopo come Professore Emerito dello stesso ateneo. Visse a Madison (Wisconsin), in una casa costruita dall'architetto Frank Lloyd Wright.

Morì il 20 maggio 2010, dopo aver sofferto per anni di malattia di Parkinson.

Attività scientifica[modifica | modifica wikitesto]

Rudin si è occupato di Analisi matematica, con specifica attenzione agli ambiti dell'Analisi complessa e dell'Analisi armonica.

È particolarmente noto per tre libri di Analisi: Principles of Mathematical Analysis (in trad. it. "Principi di Analisi Matematica"), Real and Complex Analysis (in trad. it. "Analisi Reale e Complessa") e Functional Analysis ("Analisi Funzionale", mai tradotto in italiano). Il primo e il secondo sono affettuosamente chiamati Baby Rudin and Big Rudin, rispettivamente.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN108366350 · ISNI (EN0000 0001 2146 9439 · LCCN (ENn50022458 · GND (DE119445670 · BNF (FRcb12305728g (data) · NDL (ENJA00454927 · WorldCat Identities (ENn50-022458