Walter Crociani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Walter Crociani
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Ritirato 1966
Carriera
Carriera da allenatore
1944-1946Pro Vasto
1946-1947Tuscania
1950-1951Salernitana
1951-1952Chieti
1952-1953Chinotto Neri
1956-1957Chinotto Neri
1957-1959FEDIT
1959-1960SienaDirettore tecnico
1960-1962Chieti
1962-1963ChietiDirettore tecnico
1964-1965Tevere Roma
1965-1966AvellinoDirettore tecnico
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Walter Crociani (Roma, ... – Roma, 16 gennaio 2004[1]) è stato un allenatore di calcio e dirigente sportivo italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Tuscania nella stagione 1946-1947, anno in cui Walter Crociani conquistò la promozione in Serie C.

Nella stagione 1944-1945 subentra a Giuseppe Spinola sulla panchina della Pro Vasto, nel Campionato Abruzzese; successivamente allena gli abruzzesi anche nella stagione 1945-1946, in Serie C.

Nella stagione 1946-1947 allena il Tuscania, con cui vince il suo girone di Prima Divisione, conquistando poi la promozione in Serie C (la prima nella storia dei bianconeri) a seguito delle finali regionali.

Nelle prime 33 partite della stagione 1950-1951 ha allenato in Serie B nella Salernitana, mantenendo il ruolo di direttore tecnico con Rodolphe Hiden allenatore dalla trentaquattresima giornata di campionato fino a fine stagione. L'anno seguente ha allenato in parte il Chieti (sostituito da De Angelis) e poi il Latina, in Serie C[2]; l'anno seguente ha allenato il Chinotto Neri, con cui ha ottenuto un quinto posto in classifica in IV Serie.

Dopo aver guidato il Chinotto Neri in IV Serie[3] per un altro anno e, per due stagioni consecutive, la Fedit Roma in terza serie, ha lavorato per una stagione come direttore tecnico del Siena in Serie C ed in seguito ha allenato i neroverdi anche nella stagione 1960-1961 e nella stagione 1961-1962, entrambe in Serie C, mentre nella stagione 1962-1963 ha lavorato come direttore tecnico per la squadra abruzzese[2]. Nella stagione 1964-1965 ha allenato la Tevere Roma in Serie C, in quella successiva viene affiancato nel ruolo di Direttore Tecnico all'allenatore Ulisse Giunchi all'Avellino, sempre in Serie C[4].

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 novembre 1946 venne eletto come membro del direttivo del Comitato Regionale del Lazio, ma rinunciò alla carica per motivi personali[5]. Ha poi lavorato come dirigente alla Romulea, in Serie D[6]. Negli anni Settanta fu presidente della Tevere Roma, in Serie D, fino a quando non vendette il titolo sportivo al Castelgandolfo nel 1979 facendo ripartire la squadra con il nome di Tevere Roma 1959 nei campionati regionali laziali e continuando a ricoprire il ruolo di presidente della società[7].

Nella stagione 1973-1974 è stato direttore sportivo del Formia[8], con cui ha vinto il campionato di Promozione; è tornato ad essere direttore sportivo della formazione laziale nella stagione 1984-1985, nella quale ha vinto un secondo campionato laziale di Promozione.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Chinotto Neri: 1956-1957

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

Tuscania: 1946-1947

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Si è spento Walter Crociani Iltempo.it
  2. ^ a b Walter Crociani e il calcio italiano Tifochieti.com
  3. ^ Quarta Serie, i quadri del girone F, da Corriere dello Sport, 222 (XXXVII), 20 settembre 1956, p. 5
  4. ^ Leondino Pescatore, Avellino che storia, 100 anni da Lupi: dal niente alla serie A, 3 volumi, Lps Editore, Avellino, dicembre 2012
  5. ^ Storia Crlazio.info
  6. ^ Storia Ssromulea.it
  7. ^ Tevere Roma: una Grande Storia Tevereroma.it
  8. ^ Fotogallery sito ufficiale Formia, su formiacalcio.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]