Walter (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Josef Walter und Co. GmbH Motorfahrzeugfabrik
Logo
Walterovka-vratnice+budova.jpg
Sede della Walter
StatoCecoslovacchia Cecoslovacchia
Fondazione1911 a Praga
Fondata daJosef Walter
Chiusura1946 statalizzazione
Sede principalePraga
Settoremeccanica
Prodottiveicoli a motore

Josef Walter und Co. GmbH Motorfahrzeugfabrik fu un'industria cecoslovacca di veicoli a motore di Praga. Fondata nel 1911 nell'ancora impero austro-ungarico da Josef Walter (1873–1950), produceva originariamente biciclette e motociclette, nonché automobili dal 1913. Fino allo scoppio della Grande Guerra le vetture Walter parteciparono a diverse competizioni sportive. Suoi veicoli furono esportati in tutta Europa, Russia compresa. Produsse su licenza fino al 1946 quando fu statalizzata dalla Cecoslovacchia socialista.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Walter P IV del 1928
Walter Standard 6 del 1930

Gli inizi dell'azienda, le motociclette[modifica | modifica wikitesto]

La prima motocicletta fu una monocilindrica di 200 cm³ e 1,5 HP di potenza. La seconda ebbe premi alla Prager Industrieausstellung con la medaglia d'argento. Iniziò quindi una produzione serie, con la costruzione nel 1905 di una officina moderna e ufficio tecnico. Con il successo della monocilindrica si affiancò più tardi una bicilindrica e altri tipi di veicoli con seduta, tipo triciclo. Le motociclette vinsero in diverse gare. Vennero esportate in tutta Europa.

Automobili[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1909 Josef Walter costruì la sua prima automobile, un triciclo con motore bicilindrico raffreddato ad aria di 1.000 cm³ e 8HP di potenza. Un secondo modello di 1,2 litri di cilindrata e 12 HP di potenza venne in seguito. Tra il 1910 e il 1913 ne furono costruiti 900. Nel 1913 venne costruita la prima automobile W-III o anche Einheitstyp (Tipo Uno) con un motore quattro cilindri di 26 HP di potenza, con quattro posti a sedere e ruota di scorta. La velocità massima era di 90 km/h. Seguirono i modelli W-II 18/20 HP e W-I 14 HP. Appena prima di iniziare la produzione di automobili, la Walter fu istituita ufficialmente come Josef Walter und Co. GmbH Motorfahrzeugfabrik a Jinonice (Praga-Jinozitz). Con l'avvento della prima guerra mondiale la fabbrica chiuse per danneggiamenti e riaprì nel 1919.

Nuovo inizio, motori aeronautici, automobili, autocarri e bus su licenza[modifica | modifica wikitesto]

Walter WZ-Rennwagen 1923

Come nuovo modello viene creata l'auto da corsa WZ (Walter-Zubaty) con motore di 18 HP e uno modello da 20 HP a valvole in testa. Nel 1923 viene costruita la WIZI 8/25 PS di 2,1 litri e 25 HP di potenza. Questo veicolo fu la base per la sportiva WZ-Rennwagen da 2 litri e motore da 80 HP con coppia conica. Vennero vinte diverse corse con tale auto. La 8^ cronoscalata del 1924 Zbraslav-Jíloviště vide arrivare il pilota Jindrich Knapp al terzo posto dietro la Kompressor-Mercedes, alla cronoscalata di Karlsbaden, Knapp vinse su Vinzenz Junek su una Bugatti Type 35. Tra il 1924 al 1928 la serie P fu sviluppata in diverse motorizzazioni.

Nel 1922 Josef Walter lascia la sua azienda, contro alcuni scioperi e con il socio Košíře fonda un'azienda di ingranaggi. Il nome Walter rimane per la fabbrica di automobili. Il direttore generale divenne Teny Kumpera. In quegli anni vengono costruiti i primi motori aeronautici su licenza BMW, il sei cilindri raffreddato ad acqua W-III di 185 HP e il W-IV di 245 HP. Uno sviluppo originale Walter fu il cinque cilindri NZ di 60 HP, raffreddato ad aria. Fino al 1928 vennero costruite diverse automobili, autocarri e bus.

Tra il 1928 e il 1931 vennero costruite da F. A. Barvitius i modelli 4 B, 6 B, Standard, Super e Regent con potenze da 30 a 80 HP. Nel 1931 viene operativo un accordo di costruzione su licenza con Fiat, Walter fornisce motori d'aereo a Fiat e l'azienda può produrre la Fiat 514 sotto il marchio Walter Bijou e dal 1932 la Fiat 508 (Balilla) come Walter Junior in diverse motorizzazioni. Come ultimi modelli vengono prodotte le Walter Prinz e Walter Lord. La Junior SS fu una versione sportiva.

Negli anni '30 vennero prodotti diversi modelli di autocarri su licenza Junkers e Fiat. Un autobus con motore 7,5 litri Royal–Motor che poteva raggiungere i 120 km/h. Questo motore fu usato anche su veicoli antincendio.

Walter Royal[modifica | modifica wikitesto]

Il modello di punta fu nel 1931 la Walter Royal con motore dodici cilindri. Venne chiamata la Rolls-Royce cecoslovacca. Venne costruita in soli cinque esemplari. all'epoca solo la francese Kumpera la rielaborò, altre furono la Hispano-Suiza, Gnôme et Rhône, Peugeot e una Bugatti. La Bugatti Royale ispirò la Walter Royal. Il 5,9 litri dodici cilindri a V con potenza di 88 kW a 3800/min. Il motore aveva valvole in testa, albero a gomiti centrale e, albero a camme con smorzatori e pompa dell'olio a ingranaggi. La trasmissione a catena muoveva pompe dell'acqua e dell'olio e il ventilatore. La carburazione era fatta con un carburatore Solex o con due carburatori. Il cambio era fornito dalla ZF Friedrichshafen AG[1], a quattro marce o in alternativa un Maybach-Motorenbau a tre marce ad azionamento pneumatico. I freni furono idraulici della Lockheed, con azionamento Bosch. L'ultima Royal venne consegnata nel 1933. I veicoli seguenti vennero prodotti solo su licenza Fiat.

Modelli Walter[modifica | modifica wikitesto]

Tipo Anno Cilindri Cilindrata cm³ Potenza Passo mm Spur mm
W-III 1913 4R SV 2600 26 PS 2600 k. A.
W-II 1913 4R SV 1840 20 PS 2570 k. A.
W-I 1913 4R SV 1240 14 PS 2560 k. A.
WZ 1919 4R SV 1540 18 PS 2760 1200
WIZ 1920 4R OHV 1540 20 PS 2760 1200
WIZI 1922 4R SV 2120 25 PS 2825 1200
P-I 1924 4R OHV 1540 20 PS k. A. k. A.
P-II 1924 4R OHV 1945 25 PS k. A. k. A.
P-III 1925 4R OHV 1945 30 PS 3100 1400
P-IV 1928 4R OHV 2300 35 PS 3100 1400
4-B 1928 4R OHV 1908 35 PS 2800 1380
6-B 1928 6R OHV 2860 60 PS 3300 1400
Standard 1930 6R OHV 2500 65 PS 3300 1400
Super 1931 6R OHV 3257 70 PS 3600 1450
Regent 1931 6R OHV 3257 80 PS 3600 1450
Royal 1931 12V OHV 5874 120 PS 3700 1450

Modelli su licenza Fiat[modifica | modifica wikitesto]

Tipo Anno Cilindri Cilindrata cm³ Potenza Passo mm Spur mm Derivazione
Bijou 1931 4 SV 1438 32 PS 2555 1220 Fiat 514
Junior 1932 4 SV 995 22 PS 2250 1220 Fiat 508
Junior S 1933 4 SV 995 30 PS 2250 1220 Fiat 508
Junior SS 1933–1934 4 OHV 995 35 PS 2250 1220 Fiat 508
Princ 1933 6 SV 2491 60 PS 2775 1400 Fiat 522
Lord 1933 6 SV 2491 60 PS 2875 1400 Fiat 522C

Secondo dopoguerra[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Walter Engines.

Dal 1945 al 1947 la Walter produsse solo un veicolo passeggeri, l'Aero Minor, bicilindrico due tempi e trazione anteriore. Il veicolo ebbe un buon mercato e partecipò anche alla 24 Ore di Le Mans, al Rally di Monte Carlo e alla Bol–d'Or–Rennen. Dal 1948 l'azienda si occupò solo di motori aeronautici e qualche produzione di auto su licenza fino agli anni cinquanta.

L'azienda fu statalizzata dal governo cecoslovacco e divenne Motorlet n.e. nel 1946. Dopo lo scioglimento del Paese e il subentro della Repubblica Ceca, Motorlet assunse la denominazione di Walter a.s. (senza alcuna continuità con l'azienda precedente).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Zahnradfabrik Friedrichshafen (abgerufen am 2. September 2014)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Václav Petřík: Zwölfzylinder aus Prag. In: Automobil und Motorrad Chronik, Heft 4/1975, Seiten 28 und 29
  • (DE) Václav Petřík: Walter: Tradition auf zwei, drei und vier Rädern. In: Auto und Motorrad Chronik Heft 6/1978, Seiten 22–23 und 40.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]